ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 11 ottobre 2012
ultima lettura martedì 16 luglio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Aveva l'universo negli occhi.

di Nits. Letto 1697 volte. Dallo scaffale Generico

Aveva mondi dentro gli occhi. Non aveva solo colori,spennellate e sfumature.. Aveva praterie di ghiaccio,quando diventava gelido,aveva la lava dell'Etna e l'oscurità di una grotta quando si arrabbiava o diventava geloso. Aveva valli verdi e sava...

Aveva mondi dentro gli occhi. Non aveva solo colori,spennellate e sfumature.. Aveva praterie di ghiaccio,quando diventava gelido,aveva la lava dell'Etna e l'oscurità di una grotta quando si arrabbiava o diventava geloso. Aveva valli verdi e savane deserte e aveva tanto cioccolato da addolcire tutta la mia rabbia.
Aveva universi,dentro quegli occhi. Aveva pezzi di stelle glaciali e mondi in fiamme. Aveva nebulose traboccanti di colore e galassie spezzate.
Dentro quegli occhi aveva il rosso della passione,del sangue. Aveva il nero della rabbia,il bianco dell'assenza,il rosa della tenerezza,il verde della speranza. Aveva il viola della disperazione e blu del pensatore. E aveva l'arcobaleno dei sognatori,anche se lo copriva dal grigio della razionalità. Non lasciava che gliela facessero uscire,quella cazzo di irrazionalità. Se lo avesse fatto,se se la fosse lasciata tirare fuori come un vapore,come una composizione musicale dai tasti di un pianoforte,sarebbe stato capace di costruire universi interi ancor più meravigliosi e sorprendenti di quelli che ha negli occhi,dei mondi che ha nell'anima.
Aveva mondi,dentro quegli occhi pieni della sua anima. E magari,quando il dolore gli scorreva sulle guance sotto forma di lacrime,ti concedeva di raccogliere quel poco di universi e colori che ci lasciava dentro,a quelle lacrime.
Aveva gli occhi pieni di mondi dai sogni repressi,pieni di uomini tristi e cattiveria da autodifesa.
Quei cazzo di occhi erano pieni di cose che nessuno sa,di cose che mai conosceremo,di mondi ancora da inventare e fantasie mai esistite.Erano pieni di un anima che nessuno a mai visto,o forse guardato veramente. Pieno di cose invisibili con la loro visibilità.
Aveva il mondo negli occhi. Universi. E io tutto questo l'ho visto,e non cercate di immaginarvelo,io ho avuto la presunzione di provare a spiegarvelo,ma voi non abbiate quella di cercare di formarlo nella vostra testa.
Aveva me negli occhi. Me e i suo mondi.
Aveva l'amore negli occhi. Aveva i mondi. Aveva gli universi di chi ama sopra ogni cosa senza riuscire a dimostrarlo se non dentro l'anima,in quegli occhi-


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: