ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 3 ottobre 2012
ultima lettura giovedì 21 marzo 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Dodicesimo estratto dal libro grigio "I dialoghi seri nei manicomi" di sid liscious

di mirco. Letto 612 volte. Dallo scaffale Pensieri

Oggi piove come dio la manda volentieri Fabio.Non come quando la lascia cadere distratto o controvoglia.<Vero verissimo Gino si nota proprio.È bello ogni tanto vedere che si impegna... anche se quando si impegna diventa stranamente violento p...

Oggi piove come dio la manda volentieri Fabio.
Non come quando la lascia cadere distratto o controvoglia.
<Vero verissimo Gino si nota proprio.
È bello ogni tanto vedere che si impegna... anche se quando si impegna diventa stranamente violento per un dio>.
Ogni volta ad un con impegno corrisponde una certa violenza Fabio.
Infatti qualora preghi con troppo impegno per conto mio lo infastidisci.
Un conto è una mosca che ti ronza intorno lassa ed un conto è una che usa la piazza vergognosa in testa per continue prove sgommanti di atterraggio e ripartenza rapida.
Ben altra e fastidiosa presenza costei.
<Dici che serve farlo con tranquillità Gino... altrimenti prende la paletta?>.
No no per quello è già tutto scritto... lui non ti ammazza mai direttamente.
Probabilmente nemmeno può cambiare lo spartito... ma può fare piovere volentieri e con enfasi e le mosche vanno in giro poco allorché piove volentieri e con enfasi Fabio.
<Mi gusta questa storia che piove volentieri se uno ha pregato volentieri.
Mi gusta con enfasi Gino>.
Non è lei che ti piace Fabio.
<Ah no?
E chi allora?>.
È dio.
Non appena si avverte unicamente l'impressione di averlo visto per un attimo nudo...
diventa infallibilmente simpatico interessante e comprensibile pure dove si riscontra un tantino di violenza.
<Sono le suore che lo vestono Gino.
Ogni volta che ne parlano gli cuciono addosso un altro vestito.
E senza degnarsi prima di togliergli il vecchio s'intende.
Mica possono loro sante donne vederlo nudo.
Magari sotto sotto in fondo in fondo possiede perfino un demonio>.
Ed è una falla di sistema galattica al rifletterci codesta Fabio.
Abbiamo un dio che primo non è vestito da dio e secondo è costretto a vestirsi pur essendo invisibile.
Io dico...
aiuto!
La nave affonda.
Qualcuno ci aiuti!
Aiuto!



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: