ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 27 settembre 2012
ultima lettura lunedì 4 febbraio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

DEMON & WITCH (STAGIONE 01, EPISODIO 04)-IL CERCHIO SPIRITUALE

di telefilms93. Letto 556 volte. Dallo scaffale Fantascienza

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE ...

Jade e Samuel arrivano alla stazione dei treni per giungere in una nuova città e si infilano di nascosto nel vagone di un treno, dove ricevono la visita degli angeli guida. Zeta si complimenta con i due per l’ottimo lavoro fatto con il demone della vendetta e dice: “siete riusciti a sistemare uno dei tanti disordini seminati dai servitori del caos, ma la strada è ancora lunga e molte sono le peripezie che vi attendono!”e Jane dice: “prima che andiate via in stile Houdini, possiamo sapere se siete stati voi a darci quelle false identità e la stanza al motel?”e Xao risponde: “cara Jade, devi sapere che il nostro compito e rendervi facile il cammino. Se non vi avessimo procurato quelle identità, voi non avreste mai risolto il mistero di quella scuola!”e Samuel, cambiando discorso, dice: “sapete qualcosa di Terence? Non lo vediamo dalla sera in cui eravamo al cimitero!”e zeta risponde: “ai piani alti non abbiamo novità e siamo preoccupati per i disordini che potrebbe seminare!”e Jade, incuriosita, dice: “i piani alti?”e Xao dice: “si tratta del luogo da dove veniamo e da lì possiamo tenere sotto controllo tutto il mondo!”e Jade, confusa, dice: “sapete che vi dico…non voglio più sapere nulla di questi piani alti. Invece, approfittando che siete qui, potete dirci cosa sono di preciso i disordini di cui ci avete parlato la prima volta?”e Xao risponde: “un disordine è un fenomeno innescato dai servitori del caos. Essi hanno il potere di modificare un equilibrio stabile in uno instabile!” e Samuel dice: “un po’ come se una banca, invece di distribuire soldi distribuisse caramelle” e Zeta dice: “più o meno il senso è quello. La vostra missione è quello di ripristinare l’equilibrio che è stato distorto dai servitori del caos!”e Jade dice: “la bussola segna verso Nord-ovest, vi dispiace anticiparci di persona quale sarà il nostro prossimo incarico?”e Zeta risponde: “cerca di curiosare nei vari vagoni del treno e lo scoprirai!”. Jade e Samuel rimangono, ancora una volta, da soli e mentre si guardano attorno, lei dice: “da quando ci siamo conosciuti non abbiamo mai avuto tempo di parlare, lo sai?”e Samuel risponde: “di cosa dovremmo parlare?”e Jade risponde: “per me sei come un estraneo. Voglio dire, tu sai delle cose su di me, ma io non so nulla su di te o sul tuo passato!”e Samuel, voltandosi dall’altra parte, dice: “ci sono cose che è meglio non sapere…credimi!”e Jade per un’attimo rimane agghiacciata dalle sue parole per poi trovare un giornale su uno dei tavoli del treno, in cui c’è un articolo che scrive:

ROSE CARPENTER: LA DONNA DELL’AL Dì Là!

IN UNA PICCOLA CITTADINA DEL WISCONSIN, NELLA CONTEA DI ROCK, UNA DONNA DI 50 ANNI OSPITA NELLA SUA CASA PERSONE CHE HANNO PERSO I LORO CARI. QUESTA DONNA DICE DI ESSERE IN GRADO DI RICHIAMARE I MORTI PER FARLI PARLARE PERSONALMENTE CON I LORO AFFETTI RIMASTI SULLA TERRA. SARà VERO?

MOLTE FAMIGLIE DEL QUARTIERE HANNO TESTIMONIATO DI AVER COMUNICATO CON PERSONE CHE HANNO PERSO.

Jade rimane colpita da questa notizia e dice: “Samuel, guarda questo articolo?”e Samuel, leggendo l’articolo, dice: “non credo che una donna comune possa fare certe cose. Sento puzza di un altro disordine e di certo non è una coincidenza se questo treno è diretto verso il Wistconsin!”e Jade dice: “ti rendi conto che se quello che si dice di questa donna è vero, potrei rivedere mia Nonna!”e Samuel, contrariato, dice: “potrebbe esserci dietro qualcosa di diabolico, perciò non farti illusioni!”e Jade, insistendo, dice: “non hai letto che ci sono dei testimoni? Potresti avere la possibilità di rivedere una persona che è morta te ne rendi conto? Rivederla anche solo per chiederle scusa!”e Samuel, con tono cattivo, dice: “io non ho nessuno da voler rivedere e tanto meno per chiedere perdono, perciò smettila di darmi fastidio!”e Samuel si allontana, mentre Jade, con gli occhi lucidi, grida: “lo sapevo! Un demone resta sempre un demone!”. Il treno si ferma e i due ragazzi scendono da due vagoni diversi e Jane, non trovando Samuel, esce dalla stazione, ma non sa dove andare ed, improvvisamente, si avvicina a lei un tizio che le domanda: “mi scusi signorina, si è persa per caso?”e Jade risponde: “ehm…in realtà stavo pensando a un modo per arrivare alla città di Janesville!”e il ragazzo, sorridendole, dice: “oggi è il suo giorno fortunato, guarda caso sono lo sceriffo di quella cittadina!”e Jade, saltandoli addosso felice, dice: “oh, ma è fantastico!”e lo sceriffo, ridendo, dice: “così mi soffoca signorina. Salga in auto avanti!”e Jade, dandosi un contegno, dice: “certo, mi scusi sceriffo!”, intanto Samuel si volta da ogni parte per cercare Jade e non la trova, ma camminando nota una ragazza che piange seduta alla fermata del treno e si avvicina a lei dicendole: “mi scusi, ma non ho fatto a meno di notare che lei stesse piangendo. Va tutto bene?”e la ragazza risponde: “sto lasciando la città, tutto qui. La cosa mi rende molto triste infatti!”e Samuel, capendo che sta mentendo, dice: “non voglio essere invadente, ma mi sembra che sia qualcos’altro a farla stare male. Non è così?”e la ragazza, arrendendosi all’evidenza, dice: “lei è un ottimo osservatore, ma se ci tiene proprio tanto allora le dirò tutto anche se mi crederà pazza. La settimana scorsa è morta mia madre e per me e mia sorella è stato un duro colpo, però mia sorella è quella che ha sofferto di più tra le noi due. Un giorno si viene a scoprire di questa donna nel nostro quartiere, chiamata Rose, che dice di poter realizzare un incontro con persone morte, quindi mia sorella si è rivolta a lei!”e Samuel, incuriosito dalla storia, dice: “poi cosa è successo?”e la ragazza risponde: “lei ha accetato di andare a casa sua e quando ne è uscita non era più la stessa, perché era felice. Come fa ad essere felice se nostra madre è morta pochi giorni fa? Il culmine è stato ieri, quando le ho domandato perché era così felice e lei mi ha spinto contro la porta a specchio!”e Samuel, prendendole il braccio, le dice: “ora capisco perché hai questo brutto taglio. Ascoltami, io sono qui con una mia collega proprio per indagare su questa donna e ti prometto che riavrai tua sorella, ma non devi lasciare la città!”e la ragazza risponde: “se c’è un modo per salvare mia sorella e tu me lo stai offrendo, allora vengo con te. Sapevo fin dall’inizio che quella donna nascondeva qualcosa di strano!”. Jade arriva in città con John, lo sceriffo, e, mentre sono in auto, gli domanda: “giusto per curiosità volevo sapere se c’è…qualcosa di strano in questa città!”e lo John risponde: “toglimi una curiosità anche tu…sei qui per la donna dell’al dì là?”e Jade, essendo stata scoperta, risponde ridendo: “sei uno che arriva dritto al punto, comunque hai indovinato. Cosa sai dirmi di questa donna?”e John risponde: “a chiunque chiedi di lei, in questa città, ti risponderà che è tutto vero. Ho visto entrare molte persone nella sua casa e le ho viste uscire…felici!”e Jade, insospettita, Dice: “come sarebbe felici?” e John risponde: “non lo so, sono felici è basta. Talmente felici che se glielo domandi cercano addirittura di aggredirti, come se in qualchè modo vogliono dimenticare il loro dolore. La verità è che ho quasi pensato di rivolgermi anche io a quella donna, ma non credo a questo genere di cose…fuori dal comune!”e Jade dice: “su questo hai perfettamente ragione, ognuno crede in quello che crede. Io sono qui per incontrare quella donna e mi piacerebbe tanto che mi portassi da lei!”e John dice: “ti posso accompagnare, ma come ti ho già detto non sono interessato a queste cose, perciò ti aspetterò fuori!”. Jade, scendendo dall’auto di John, arriva davanti a quella casa e avvicinandosi alla porta incontra un uomo che è appena stato da quella donna. Jade vuole sentirsi dire che è tutto vero, perciò domanda all’uomo: “mi scusi, ma per caso lei è appena stato dalla signora Rose?”e l’uomo risponde sorridendo: “ho visto mia moglie, mi ha fatto vedere mia moglie. Che Rose Carpenter sia benedetta dal signore!”, poi l’uomo va via felice e Jade, dopo quello che ha sentito, è ancora più decisa ad entrare e, prendendo un grosso respiro, apre la porta ed entra. Willow, la ragazza della stazione, porta Samuel a casa sua e gli dice: “mia sorella è andata a fare la spesa, perciò possiamo stare tranquilli!”e Samuel dice: “come ti ho già detto, io indago su cose strane ed è complicato da spegare, comunque potresti mostrarmi, se non ti dispiace, dove è morta tua madre?”e Willow, mentre lo accompagna, dice: “era in camera sua quando è successo. Si stava preparando a fare un bagno caldo, poi è scivolata nella vasca da bagno battendo la testa!” e Samuel, guardando sotto la vasca da bagno, tocca una strana sostanza grigia e dice: “che diavolo è? Dall’odore sembra…melma!”e Willow, sconvolta, dice: “melma? Come ha fatto della melma ad arrivare in casa nostra?”e Samuel, tirando fuori dalla borsa il libro del bene e del male, risponde: “questo è proprio quello che voglio scoprire!”e Willow, guardando il libro, domanda: “che cos’è quello?”e Samuel risponde: “te l’avevo detto. Questo è il mio lavoro!”, poi, finalmente, ecco la pagina che attira l’attenzione di Samuel, dove c’è scritto:

GLI SCREEANCH

Essi sono piccoli esseri fatti di melma e sostanze chimiche dannose. Agiscono in gruppo e sono tutti di sesso maschile, eccetto l’unico esemplare femmina del gruppo chiamata “regina” ed essa viene introdotta in una dimora fingendo di essere un anziana signora, mentre gli Screench uccidono le loro vittime e grazie al loro sangue ne assumono l’aspetto. La regina finge di possedere la facoltà di creare incontri con l’al dì là e le persone vengono attirate nella trappola, infatti non si trovano davanti a una persona realmente morta, ma ad uno Screeanch che ne ha assunto le sembianze. Lo scopo di questo gioco è riuscire ad assorbire il dolore della gente, svuotandole completamente, perciò l’unico modo per riportare le cose alla normalità è uccidendo la regina degli Screeanch. Avvertimento: se la regina si sente minacciata può manifestare il peggiore degli incubi che risiede nella persona in questione.

Samuel ha tutti gli elementi che li servono e dice: “sapevo che era tutto un imbroglio. Jade doveva ascoltarmi!”e Willow dice: “chi è Jade?”e Samuel, cambiando discorso, dice: “nessuno, non è importante. Andiamo a far fuori gli Screeanch e salviamo tua sorella e il resto della comunità!”. Jade è all’interno della casa, il corridoio è illuminato da luci molto deboli, il corridoio sembra interminabile e l’aria pesante, la casa è vecchia e l’unico rumore che si sente è quello dei topi che si muovono nei muri accompagnato dallo scricchiolio del legno. Jade è spaventata, ma una voce le dice: “vieni Jade…ti sto aspettando!”e Jade, non sapendo da dove proviene la voce, dice: “chi sei? Fatti vedere dannazione!”e la voce dice: “non voglio farti del male piccola Jade. Vieni…ti aspetto nell’ultima stanza a sinistra!”e Jade, attraversando il corridoio, giunge nella stanza indicata dalla voce. Quando Jade varcò quella porta, c’erano due donne e un uomo seduti attorno ad un tavolo e la donna più anziana disse: “finalmente sei arrivata Jade!”e Jade, intimorita, dice: “sei la donna di cui tutti parlano? Come sai il mio nome?”e Rose, la donna dell’al dì là, risponde: “se intendi quella che mette in contatto le persone vive con quelle morte…sì, sono io! Per quanto riguarda il tuo nome…bhè è stata tua nonna a dirmelo!”e Jade, iniziando a tremare e a piangere, dice: “dici sul serio? Mia nonna ti ha parlato?”e Rose risponde: “certo che mi ha parlato e mi ha anche avvertito del tuo arrivo. Sai…posso fare di meglio che parlarci, posso fartela incontrare, ma devi sederti qui con noi e formare il cerchio spirituale!”e Jade, senza esitare, si siede e Rose dice: “brava, molto brava. Adesso prendi le nostre mani e il cerchio si attiverà!”, così Jade prende le loro mani, mentre Rose, invocando sua nonna, dice: “noi ti chiamiamo Dana Ferguson, noi ti invochiamo Dana Ferguson e nel cerchio spirituale ti richiamiamo adesso!”, poi, improvvisamente, Jade si trova in un posto completamente bianco e lì compare sua nonna che, avvicinandosi a lei, le dice: “ciao piccola Jade…come stai tesoro?”e Jade, piangendo, dice: “oh Nonna! Mi manchi così tanto. Ho tanta paura e non so se riuscirò ad andare avanti…sono solo una ragazzina!”e la Nonna, sorridendo, dice: “devi essere forte mia cara, lo sei sempre stata!”. Willow conduce Samuel alla casa di Rose, dove fuori c’è parcheggiata un’auto e Willow avvicinandosi dice: “John? Che ci fai qui?”e Samuel dice a Willow: “conosci quest’uomo?”e lei risponde: “certo che lo conosco, lui è lo sceriffo della città!”e John, uscendo dall’auto, dice: “ciao Willow! Che ci fai qui?”e Willow risponde: “sono qui per accompagnare questo ragazzo in questa casa, ma è una lunga storia…tu più tosto, che ci fai qui?”e John risponde: “ho accompagnato qui una ragazza che ho incontrato alla stazione. Diceva di voler incontrare la signora Rose per comunicare con la sua nonna defunta!”e Samuel, correndo verso la casa, dice: “oh no! Jade!” e Willow grida: “aspettami Samuel! Hai nominato ancora questa Jade!”. Samuel entra nella casa aprendo tutte le stanze e gridando il nome di Jade e poi, alla fine del corridoio, entra nella stanza a sinistra e la vede con le mani unite ad altre persone. Attorno al tavolo si è formata una specie di cupola trasparente e tutti coloro seduti al suo interno hanno gli occhi bianchi, come se fossero in uno stato di trans, così Samuel lancia una serie di sfere di energia contro la cupola e grida: “Jade torna in te! Qualunque cosa ti stiano facendo, quella che ti faranno vedere non è tua nonna!”, ma la cupola non si rompe, intanto Jade si trova ancora in quella strana dimensione, mentre dice a sua nonna: “ Nonna perché non mi hai raccontato tutto fin dall’inizio? Avrei potuto salvarti, perché ho dei poteri!”e la nonna risponde: “era destino che io morissi mia cara e che avessi un ruolo importante nella tua vita, ma c’è una cosa che voglio chiederti!” ( Samuel, fuori dalla cupola, grida: “Jade svegliati! Svegliati ti prego!”) e Jade, ascoltando la sua voce, dice: “aspetta nonna…hai sentito? Sembrava la voce di Samuel!”e la nonna dice: “Jade devi concentrarti su quello che ti dico. Ho bisogno che tu tolga quell’amuleto dal collo!”e Jade, confusa, dice: “sei stata tu a darmelo. Hai detto che mi avrebbe protetto ovunque fossi andata!”e la nonna, sempre più strana, dice: “quell’amuleto è più pericoloso di quanto pensi. Attira il male!” (Samuel grida: “svegliati Jade, quello che vedi di fronte a te è uno Screeanch, un demone! Non è tua nonna!) e Jade, ascoltando le parole di Samuel, dice: “Samuel ha ragione, tu non sei mia Nonna. Mia Nonna non mi direbbe mai di togliermi dal collo qualcosa che è in grado di proteggermi!”e la nonna, trasformandosi in uno Screeanch, grida: “dammi quell’amuleto!”. Samuel è stufo di vedere Jade bloccata in un’altra dimensione e così si getta contro la cupola dicendo: “al diavolo! Adesso vi faccio vedere io brutti demoni!” e Willow grida: “stai attento Samuel!”, ma la cupola lo scaraventa contro uno specchio. Grazie all’avvertimento di Samuel, Jade riesce ad abbandonare quella dimensione e il cerchio spirituale si rompe, ma la regina, furiosa dell’intromissione del ragazzo, decide di vendicarsi proiettando il peggior incubo di Samuel fuori dalla sua mente. Jade soccorre Samuel dicendo” oh mio Dio, stai bene?”e Samuel, rialzandosi dolorante, risponde: “non preoccuparti non mi sono fatto nulla!”, poi davanti a lui compare una bambina che dice: “tu mi hai uccisa, perché l’hai fatto? Perché l’hai fatto? Perché l’hai fatto?”e Samuel, iniziando ad indietreggiare e ad agitarsi grida: “no, no, non può essere! Smettila di parlare…smettila!”e la bambina dice: “non ti perdonero mai, mai, mai!”e Samuel, piangendo e supplicandola, dice: “ti prego scusami…non volevo mi dispiace!”, intanto Willow dice a Jade: “il libro diceva di uccidere quella donna per far finire tutto!”e Jade, prendend uno dei vetri rotti dello specchio, uccide la regina degli Screeanch e annullando tutti gli effetti causati sugli abitanti della città. Jade e Samuel lasciano Janesville e lui le dice: “grazie per non avermi fatto soffrire ancora di più!”e Jane, chiaramente arrabiata, dice: “come fai ad avere la coscienza pulita dopo quello che hai fatto ad una bambina. Adesso voglio essere lasciata in pace, mentre scopro a cosa serve realmente il mio amuleto!”, ma Jade, sfogliando il libro, scopre che non viene menzionato nulla sul suo amuleto e scopre anche che c’è una pagina mancante che è stata strappata…

CONTINUA NEL QUINTO EPISODIO



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: