ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato lunedì 24 settembre 2012
ultima lettura lunedì 9 dicembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

DEMON & WITCH (STAGIONE 01, EPISODIO 02)-LA BUSSOLA DEI DISORDINI

di telefilms93. Letto 550 volte. Dallo scaffale Fantascienza

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE ...

Jane inizia a camminare senza fermarsi e Samuel, dietro di lei, dice: “si può sapere dove stai andando?”, ma Jane non risponde e questo fa innervosire Samuel, che grida: “adesso basta. Smettila di ignorarmi o giuro che me ne andrò!”e Jane, si volta, dicendo istericamente: “senti, ma che vuoi? Mia Nonna è appena morta in un’eplosione e un uomo, che si spacciava per il mio professore di filosofia, vuole uccidermi. Scusa se non ci sto con la testa al momento!” e Samuel dice: “vorrei solo sapere dove diavolo stiamo andando e non i tuoi drammi adolescenziali!”. Jane arriva davanti al cancello, chiuso, di un cimitero e dice: “ci tocca scavalcare!”e Samuel, confuso, dice: “le nostre risposte sono dentro un cimitero?”e Jane risponde: “se ho capito bene il messaggio della Nonna, credo che sia questo il posto in cui troveremo le nostre risposte!”e Samuel, intento a scavalcare il cancello, dice: “lo spero per te. Se c’è una cosa che odio sono i cadaveri putrefatti!”. Jane si avvicina ad una tomba con la scritta “Annabelle Montgomery” e Samuel, alle sue spalle, dice: “lei è tua madre?”e Jane, toccando la sua lapide, risponde: “da quando è morta non sono mai venuta a trovarla. Forse perché per me sarebbe stato un addio definitivo o forse perché non volevo crederci!”e Samuel dice: “come mai sei venuta solo adesso in questo posto? Per caso le lapidi calde sono legate a questo cimitero?”e Jane, con le lacrime agli occhi, dice: “quando sono andata a vivere da mia Nonna, lei mi diceva che le tombe di chi è morto non sono mai fredda come si possa pensare. Le persone che amiamo, nonostante siano morte, continuano a darci il loro calore e il loro affetto ed è per questo che le loro lapidi non sono mai fredde!”, poi Jane si china a toccare la lapide di sua madre, trovando una pietra mobile. Jane toglie quella pietra, che nella sua rimozione a lasciato un buco, così lei ci mette la mano dentro e Samuel, incuriosito, dice: “cosa c’è al suo interno?”e Jane risponde: “sto cercando di prenderlo, ma non riesco a capire cosa sia!”, poi Jane estrae l’oggetto dicendo: “è un libro!”e Samuel dice: “pensi che sia stata tua Nonna a metterlo lì dentro?”e Jane, confusa, risponde”credo proprio di sì. Mia Nonna era davvero una strega!”, poi Samuel osservando la copertina del libro dice: “il libro del bene e del male”e Jane lo apre trovando scritto:

IL LIBRO DEL BENE E DEL MALE

il libro del bene e del male è un antico oggetto magico creato dalle streghe del circolo divino e dai demoni della triade oscura. Secondo la profezia il mondo sarebbe stato salvato solo dall’unione di due cuori dal sentimento opposto e che il bene e il male ne sarebbero state la chiave. La profezia narra dell’incontro tra una strega e un demone che si sarebbero combattuti fino alla morte per permettere la vittoria della propria fazzione, ma essi si innamorarono determinando così una guerra senza vincitori. Il libro è stato creato allo scopo di guidare ogni generazione formata da un demone e una strega, che avrebberò unito le forze per portare l’equilibrio nel mondo, salvandolo dalle minaccie incombenti.

Jane chiude il libro e dice: “io non sono la strega di cui parla il libro, non è possibile!”e Samuel dice: “l’amuleto che porti al collo, però dice il contrario!”e Jane prendendo in mano il suo amuleto, ripensa a quello che era successo a scuola e dice: “ma certo…l’amuleto! Ecco perché tutti hanno dimenticato il professor Gregory e io no. L’amuleto mi ha protetta!”e Samuel dice: “quell’uomo era interessato a te…forse per la profezia. Magari pensa che tu possa possa ostacolarlo in qualchè modo!”e Jane pensando alla profezia si alza bruscamente e si allontana da Samuel dicendo: “se io sono la strega, allora tu sei il demone! Sei malvagio e io non dovrei stare con te!”e Samuel, cercando di tranquillizarla, dice: “Non voglio farti del male, sono stato mandato da te per salvarti!”e Jane dice: “chi ti ha mandato da me?”e, improvvisamente, compaiono gli angeli che le rispondono dicendo: “siamo stati noi a portare Samuel da te!”e Jane, indietreggiando, dice: “chi diavolo siete? Non vi ho visti arrivare, com’è possibile?”e l’uomo risponde”ora che siete insieme possiamo finalmente rivelarci. Io mi chiamo Xao e la donna al mio fianco è Zeta. Noi siamo angeli guida e dall’inizio dei tempi siamo stati incaricati di vegliare sul demone e sulla strega che avrebberò salvato il mondo!”e Jane, stordita da tutte queste informazioni, dice: “come fate ad essere sicuri che siamo noi due le persone di cui parla il libro?”e Zeta risponde: “in un luogo sacro e a voi sconosciuto esiste una sacra pietra chiamata “la pietra delle profezie”e per quanto ne so…i vostri nomi sono incisi su quella pietra”e Samuel interviene dicendo: “ve bene, siamo le due persone che la profezia ha dichiarato, ma qual è il nostro compito? Cosa dobbiamo fare?”e Xao risponde: “come prima cosa lascierete questa città e…”e Jane, fermandolo, dice: “frenate un attimo…non potete venire qui e dirmi di lasciare i miei amici e la mia casa. Voi non potete trattare la mia vita in questo modo!”e Xao dice: “mia cara Jane, in questo posto non c’è più niente per te e l’hai visto con i tuoi occhi. Devi accettare il tuo destino e credimi se ti dico che ti aspetta un compito davvero importante!”e Jane, asciugando le lacrime, dice: “chi era quell’uomo che ha incendiato la mia casa? Ha ucciso il mio professore e in qualche modo è riuscito a far dimenticare a tutti chi era”e Zeta risponde: “quell’uomo è conosciuto con il nome di “Terence” ed è un emissario del caos. Durante il vostro viaggio incontrerete diversi emissari del caos che hanno il compito di diffondere quello che loro chiamano “il disordine”e il vostro compito sarà quello di impedirlo”e Samuel dice: “ne ho sentito parlare quando facevo parte del mio vecchio clan di demoni, ma se non ricordo male ho sentito anche il nome di servitori del caos”e Zeta dice: “tutte le vostre domande troveranno risposta nel libro del bene e del male. Ora vi consegneremo la bussola dei disordini, che avrà il potere di condurvi là dove è in atto un disordine…buona fortuna!”e i due angeli scompaiono, mentre Jane grida: “no, no aspettate un attimo!”e Samuel le dice: “troppo tardi, sono andati via!”. Jane inzia, di nuovo, a camminare ignorando Samuel e lui dice: “si può sapere dove vai? Non hai sentito cosa hanno detto gli angeli?”e Jane risponde: “se non ti dispiace vado da Brenda. Tutto questo è davvero ridicolo!”e Samuel, inseguendola fuori dal cimitero, grida: “ti rendi conto che un uomo ci sta cercando e tu potresti mettere in pericolo te e la tua amica?”, poi Jane si ferma guardandosi attorno e Samuel dice: “finalmente ti sei fermata. Sapevo che avevi almeno un briciolo di buon senso!”e Jane, provando una strana sensazione, dice: “sta zitto Samuel. Sento qualcosa nell’aria…come una vibrazione!”ed, improvvisamente, un forte vento scaraventa Samuel contro il cancello del cimitero e compare uno degli emissari del caos, ovvero “Terence”, che per tutto il tempo si era finto di essere il professore di filosofia del liceo frequentato da Jane. L’impatto contro il cancello fa perdere i sensi a Samuel, mentre Jade si avvicina a lui dicendo preoccupata: “oh mio Dio, Samuel!”e Terence ridendo dice: “per essere un demone ha perso i sensi molto infretta il ragazzino. Che sarà mai una piccola spintarella!”e Jane, piangendo, grida: “che cosa vuoi da noi? Hai ucciso il professor Gregory e anche mia Nonna…cosa vuoi da me?”e Terence, prendendosi gioco di lei, dice: “povera piccola strega. Catapultata in una realtà lontana dai tacchi alti e la popolarità del liceo, che pena!”e Jane, infuriandosi, dice: “stai zitto brutto bastardo!”e Terence, avvicinandosi a lei con aria minacciosa, dice: “non osare parlarmi in questo modo stupida ragazzina. Farai la fine di tutte le altre streghe e morirai senza aver dato significato alla tua inutile e insulsa vita!”, poi Terence punta la mano sulla ragazza e il povero Samuel, lanciando una sfera di energia, mentre Jade, spaventata, chiude gli occhi e il suo amuleto crea una bariera protettiva. Jade riapre gli occhi e si rende conto di non essere più al cimitero, ma nel bel mezzo di un’autostrada buia e illuminata, solo, dal chiaro di luna, intanto Samuel si risveglia e, confuso, chiede: “Jade cosa è successo? Dove siamo?”e lei, ulteriormente più confusa, risponde: “Terence ti aveva fatto perdere i sensi e prima che ci facesse del male siamo finiti in questo posto. Un’attimo prima ho chiuso gli occhi ed eravamo al cimitero e quello dopo, quando gli ho riaperti, eravamo qui!”, poi Samuel guarda il cielo e Jade gli chiede: “che stai guardando?”e Samuel risponde: “avevo sentito di un certo allineamento planetario questa notte!”e Jade, sorpresa, dice: “anche la Nonna me ne aveva parlato!”, poi Samuel vede una piccola luce nella tasca di Jade e dice: “Jade guarda nella tua tasca. Credo sia la bussola!”e Jade, prendendola tra le mani, dice: “adesso è attiva, ma prima non lo era. Non avevo mai visto una luce così bella!”e Samuel dice: “si è attivata per l’effetto dell’allineamento planetario. Dicono che in questa notte tutto può succedere e devo dire che non hanno detto una bugia su questo!”e Jade, osservando la bussola, dice: “punta verso Nord. Guarda c’è una città da quella parte, forse lì troveremo “i disordini” di cui parlavano Xao e Zeta!”e Samuel, preoccupato, dice: “cosa facciamo con Terence? Credi possa seguirci?”e lei risponde: “qualunque cosa voglia fare, adesso è lontano da noi!”e Samuel, alzandosi, dice: “allora andiamo in quella città e, nel frattempo, credo che dovremmo sfogliare quel libro!”…

CONTINUA NEL TERZO EPISODIO



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: