ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 8 settembre 2012
ultima lettura giovedì 13 giugno 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

MYSTIC(STAGIONE 06,EPISODIO 21)-DAL PASSATO E DAL FUTURO

di telefilms93. Letto 540 volte. Dallo scaffale Fantascienza

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE ...

Daniel decide di fare qualche lavoretto in casa per passare il tempo e Jenny gli dice”stai riparando il mobiletto della cucina?”e Daniel dice”non si vede?”e lei risponde”te lo dico perché stai riparando il cassetto sbagliato…quello rotto e il primo!”e Daniel sbuffando dice”accidenti…lo sapevo che stare senza fare nulla non è per me!Io amo essere attivo, essere sempre impegnato…”e Jenny dice”questa è mancanza di San Francisco?”e lui risponde”no...è stress post-privazione dei poteri!Sono inutile, mentre guarda i miei fratelli: Ryan è impegnato con il suo negozio e combatte il male, David ha il suo lavoro in ospedale e combatte il male, Alex ha il suo locale e combatte il male e io?Proprio niente!”e Jenny dice”dai non ti abbattere…anche io ho passato la fase: sono l’ultima arrivata e mi trattano da schifo!Vedrai passerà!”e Daniel dice”quanto è durata questa fase?”e lei risponde”ehm…in realtà è finita quando sei arrivato tu!”, poi Jenny viene colta da una visione, dove vede due varchi temporali aprirsi e dalla quale escono due demoni identici che si uniscono e Daniel preoccupato dice”tutto bene Jenny?”e lei risponde”dobbiamo correre in soffitta!C’è uno strano demone che devo identificare!”. Rick invita Susan e David a colazione dicendo”oggi è un giorno speciale!Non è la solita colazione di tutti i giorni!”e Susan dice”infatti non lo è visto che sono, sempre, io ad invitarvi e a pagare il conto!”e David dice”cosa vuoi dirci Rick?”e lui estasiato dice”tenetevi forte…mi hanno offerto un posto di lavoro a Londra!”e David domanda”l’hai accettato?”e Rick dice”ma che domande…certo che ho accettato!Era una vita che sognavo di fare il fotografo professionista figuriamoci andare a Londra!”e Susan sorridendo dice”sono felicissima per te, ma mi mancherai molto!”e David dice”già…mancherai, anche, a me!”e Rick vedendoli tristi dice”andiamo ragazzi!Non sto mica per andare a combattere nella guerra del Vietnam!Siate un po’ felici per me…mi mancherete tanto, anche, voi!”e Susan dice”Jenny lo sa?”e Rick dice”no, siete i primi a cui l’ho detto, perché, ormai, siete i miei migliori amici…comunque ho intenzione di chiedere a Jenny di venire con me!”. Daniel sfoglia il Mystic grimoire, ma Jenny non riconosce il demone, fino a quando si ferma ad una pagina e dice”eccolo è lui il demone della mia visione!”e Daniel dice”si chiama Rodrigo!Bel nome per un demone!”e lei dice”dai non fare lo stupido, allora il libro dice: Rodrigo è un demone del XVI secolo che veniva considerato da tutti un essere di basso livello, perciò decise di fare un patto demoniaco che gli permettesse di diventare molto potente e potersi vendicare!”e Daniel dice”in che consiste questo patto?”e lei risponde”qui il libro dice che uno stregone di nome Felix realizzo il suo desiderio creando due copie di Rodrigo: una la spedì nel passato e l’altra copia la spedì nel futuro!”e Daniel dice”a quale scopo?Non capisco!”e Jenny dice”secondo la magia dello stregone, il Rodrigo del passato sarebbe andato avanti nel tempo, mentre il Rodrigo del futuro sarebbe andato indietro nel tempo fino a quando le due copie non si saranno incrociate nello stesso giorno…in questo modo le due copie potranno riunirsi e ciò determinerà in lui un fortissimo aumento di potere!”e Daniel dice”peccato che non sappiamo quale sia questo fatidico giorno!”e lei dice”ti sbagli, perché nella mia visione c’era un orologio che segnava le 22.38, mentre il luogo sembrava fosse il parco di comunale!”e Daniel dice”perfetto…vado a chiamare i ragazzi così potrò prepararli, psicologicamente, a questo grandioso momento!”. Alex, Ryan e David vengono messi al corrente del demone e si dirigono nel parco all’ora prestabilita per attendere l’attacco e David scocciato dice”spero che sia puntuale almeno…fra mezzora devo uscire con Jackson e sarò in ritardo come al solito!”e Daniel dice”non sottovalutate il demone!Da quello che ho letto sul libro sarà molto potente!”e Ryan dice a Daniel”caro fratellino…forse non ci hai mai visti in azione veramente!Vedrai…ci metteremo pochi minuti ad eliminarlo!”e Daniel dubbioso dice”se lo dici tu!”e Alex dice”tenetevi pronti, sono le 22.38!”. Come nella visione di Jenny, i due Rodrigo escono dai varchi temporali e si uniscono senza dare il tempo ai ragazzi di poterlo impedire e Daniel dice”accidenti ragazzi!Non doveva unirsi, eppure, vi avevo avvisati!”e Ryan dice”per me sembra, sempre, lo stesso demone…non vedo sia cambiato qualcosa!”e Rodrigo avvicinandosi dice”se fossi in voi non mi sentirei così sicuro di me stesso!Siete troppo montati di testa per i miei gusti!”e Alex dice”una frase un po’ moderna per un demone del XVI secolo!”e Rodrigo dice”dimentichi che sono stato nel futuro e qualcosa mi dice che avete bisogno di un bel viaggetto!”, poi Rodrigo scaraventa David e Daniel a terra con la sola forza del pensiero e dice”di voi due mi occuperò dopo!”e Daniel dice a David”cosa vuole fare a Ryan e Alex?”e lui risponde”non lo so, ma la cosa non mi piace!”e Rodrigo si rivolge a Ryan dicendo”tu andrai nel futuro!”, poi si rivolge ad Alex e dice”tu, invece, andrai nel passato…buon viaggio!”e, infine, apre due varchi che risucchiano i due fratelli nelle rispettive epoche scelte da Rodrigo.

ALEX NEL PASSATO

Alex si risveglia in un ospedale domandandosi che giorno sia, così chiede ad un infermiera”mi scusi…può dirmi che giorno è oggi?”e lei sorridendo risponde”giovedi 23 ottobre!Le serve altro?”e Alex dice”non le dispiace dirmi in che anno siamo?”e lei ridendo risponde”siamo nel 1988, ma è sicuro di sentirsi bene?”e Alex dice fra sé e sé”questo è il giorno in cui sono nato!”, poi Alex si accorge che si trova nello stesso ospedale in cui è venuto al mondo e dice”forse c’è mio, anche, mio padre!”e dice all’inferimiera”scusi se la disturbo ancora, ma mi può dire il numero della stanza in cui ci sono il signore e la signora Gordon?”e l’infermiera dice”ma certo…sono quella simpatica coppia che oggi avrà un bambino, comunque è la stanza 234, ma dubito che troverai la signora, perché è in sala parto!”, così Alex corre da suo padre e quando lo trova si avvicina a lui fingendo di essere un padre in attesa e dicendogli”anche lei aspetta sua moglie?”e il signor Gordon risponde”sì…mia moglie è in sala parto e io sono molto agitato, nonostante, sia il terzo figlio!”e Alex domanda”come lo chiamerete?”e lui risponde”Alex, lo chiameremo Alex!”e lui dice”mi piacerebbe tanto incontrarci per un caffè!”e il signor Gordon dice”mi farebbe davvero piacere!”. Alex sa, perfettamente, che in quel giorno suo padre morirà per mano di una diavolessa di nome Colett e decide di voler cambiare il corso degli eventi, così esce dall’ospedale per attendere il suo arrivo, ma il signor Gordon l’ha seguito dicendo”ehì…mi scusi, ma le è caduto il portafogli!”e quando da esso cade un documento il signore vede scritto Alex Gordon e dice”strano…com’è possibile che ti chiami come mio figlio e hai il mio cognome!”e Alex avendo poco tempo dice”sono tuo figlio Papà…vengo dal futuro e sono felice di rivederti!Mi manchi tanto!”e lui confuso dice”io non capisco!Tu saresti mio figlio da adulto?”e Alex abbracciandolo dice”sì, sono io Papà!Ti voglio bene!”e lui dice”devo aver fatto un ottimo lavoro…guarda come sei diventato!”. Mentre i due parlano, purtroppo, l’inevitabile accade e il signor Gordon viene ucciso da Colett e il tempo di Alex nel passato finisce.

RYAN NEL FUTURO

Ryan si risveglia nel soggiorno di casa sua e ridendo dice”lo sapevo che quel demone non aveva niente di speciale, invece di mandarmi nel futuro mi ha mandato a casa!”, poi sente delle esplosioni in soffitta e quando sale vede quattro ragazzi combattere contro un demone e Ryan interviene facendolo esplodere. Uno dei ragazzi guarda Ryan sbalordito e dice”Papà?Come sei…giovane?” e Ryan dice”mi hai chiamato Papà?Chi sei?”e lui risponde”sono Eric, non mi riconosci?”e Ryan dice”Eric come sei grande!Invece gli altri tre chi sono?”ed Eric risponde”loro sono i tuoi nipoti: Gregory, Nicolas e Porter, ma ci sono, anche, gli altri!”. Eric porta Ryan in salotto per parlare un po’ e gli dice”quindi hai viaggiato nel tempo per colpa di un demone chiamato Rodrigo!”e Ryan dice”esatto!Puoi rivelarmi se l’abbiamo sconfitto?”ed Eric risponde”Papà non fare furbo…lo sai che non posso dirti nulla di ciò che è già accaduto!”e Ryan dice”posso sapere, almeno, chi sono i nuovi guardiani?”e lui risponde”siamo tutti guardiani: io e i figli dello zio David, Alex e Daniel!”e Ryan sorpreso dice”che fine ha fatto la regola in cui ci sono tre guardiani per generazione?”ed Eric risponde”credo che tu conosca già come sono fatti i supremi…amano fare, sempre, come vogliono loro, comunque non posso dirti nulla, anche, su questo!”e Ryan dice”senti…dove sono adesso?Dai questo lo puoi dire visto che in soffitta mi hai riconosciuto!”ed Eric dice”tu e la Mamma abitate a quattro isolati da qui!”e Ryan guardandolo negli occhi dice”conosco quella faccia, stai mentendo…io sono morto vero?Mi avrai riconosciuto, solo, per le foto che ci sono in casa!”ed Eric voltandosi dice”Papà non posso dirti nulla, anche, se avrei molto da dirti…voglio abbracciarti forte è basta!”e i due si abbracciano, poi Eric dice”i ragazzi hanno provveduto ad aprire un varco che ti riporti nel presente, quindi andiamo!” e arrivati in soffitta Ryan dice a tutti”prima di andare volevo dirvi che sono, molto, fiero di voi e andrò via soddisfatto sapendo che io, Alex, David e Daniel abbiamo fatto un ottimo lavoro…siete il nostro capolavoro!”, poi entra nel varco e il suo tempo nel futuro finisce…

CONTINUA NELL’ULTIMO EPISODIO DELLA SESTA STAGIONE



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: