ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 7 settembre 2012
ultima lettura martedì 25 giugno 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

TEST PER L’EMPATIA DI VOIGT-KAMPFF, PER CAPIRE SE SIETE UMANI O ANDROIDI.

di ilMoscone. Letto 747 volte. Dallo scaffale Amicizia

Piacere, il mio nome è Rick Moskard, cacciatore di replicanti. Vorrei sottoporre qualche volontario al Test per l’Empatia di Voigt-Kampff, per capire se siete ancora umani o degli androidi biomeccanici a propulsione quasar.Rispondete con c...

Piacere, il mio nome è Rick Moskard, cacciatore di replicanti. Vorrei sottoporre qualche volontario al Test per l’Empatia di Voigt-Kampff, per capire se siete ancora umani o degli androidi biomeccanici a propulsione quasar.
Rispondete con calma, andando a cercare le vostre risposte nel profondo…inspirate…partiamo:

a) Tuo figlio ti mostra una collezione di farfalle, e anche il barattolo che usa per ucciderle col cloroformio, e ti chiede:

posso usarlo anche con quello stronzo del primo della classe?
Che gli dici?

b) Che cosa resterà in piedi nel mondo, il giorno del Giudizio Universale?

c) State guardando la TV e all’improvviso vi accorgete che una vespa vi si è posata sul collo. Che fate?

d) Che cosa c’è ancora di reale e di umano nelle nostre società?

e) Da che parte stai? Bando ai sofismi dialettici, non fare il pecorone: devi votare uno dei due per una fondamentale elezione politica, da cui dipende il destino del pianeta Terra:
Batman o Joker? Obama o Romney? Berlusconi o Vendola? Bersani o Casini? Tolstoj o Kafka? Ratzinger o Martini? Vespa o Santoro?

f) Entri in un ristorante famoso per il pesce.
Ordini un’aragosta, e lo chef tuffa il crostaceo vivo in una pentola d’acqua bollente sotto gli occhi di tutti i commensali, completamente indifferenti alla sua sorte.
Come reagisci?

g) Affitti una casa in montagna, in una zona ancora verde. È costruita in travi di pino rustico e ha un enorme camino.
Il proprietario te la mostra e alle pareti sono state appese delle vecchie carte geografiche, e sopra al camino è stata messa la testa di un cervo, un maschio adulto dalle corna ramificate, con un rivolo di sangue raggrumato in un angolo dell’occhio sinistro.
Alle persona che è con te, anche lei amante della caccia, l’arredamento piace: cosa decidi?

h) Siamo nel pieno di un banchetto e gli ospiti degustano delle ostriche crude. Viene portato il piatto principale nascosto da una campana di ottone.
Viene sollevata: è un cane bollito con ripieno di riso.
Lo mangi?

i) Vai il cinema col tuo migliore amico/a, con cui intrattenete una relazione platonica e intellettuale da dieci anni.
All’improvviso ti mette la mano in mezzo alle gambe.
Accetti o rifiuti?

l) Oggigiorno i mass-media e i loro intellettuali prezzolati ci predicano di amare il presente e il mondo economico globale e ipertecnologico così com’è, con un sì senza riserve ed eccezioni.
Se dobbiamo accettare tutto com’è, questo amore per il presente vale anche per Auschwitz, i Gulag di Stalin e Hiroshima?
Come evitare l’accusa di conformismo e di complicità, perfino di collaborazione con il Male?



Commenti

pubblicato il 07/09/2012 11.16.12
mirco, ha scritto: uno... quello resterà per sempre crisalide da solo... non ti sporcare le mani. due... finalmente lo spirito della terra e non quello dei suoi abitanti. tre... le dico che se vuole guardare il film può pure sedersi sul divano. quattro... di reale c'è tanto disumano e di umano c'è parecchio irreale. cinque... dispiace ma io sto dalla mia parte... se proprio devo quoto solamente franz tra quelli citati. sei... non mi stupisco mai delle cose prevedibili... indi continuo tranquillo per i fatti miei. sette... pure nei panni di un cacciatore mi farebbero senso le cose impagliate... cerco un altro posto dunque. otto... no e nemmeno le ostriche. nove... rifiuto al cinema non c'è la tranquillità necessaria per farla continuare. dieci... dobbiamo accettare il tutto... per evitare non si può fare niente... per non collaborare invece basta non fare niente e questa è magia. Ciao mauro... oh si fa per ridere... seriamente.
pubblicato il 07/09/2012 11.54.57
ilMoscone, ha scritto: AH, Mirco tu sei un capolavoro di umano, come sempre ho intuito fin dalle prime volte che ti ho letto! Risposte strabilianti, mirabolanti e tutti gli -anti che ti vengono in mente ( sintesi e profondità da maestro, davvero), ma la decima è assolutamente geniale, me la trascrivo! Abbi gioia e gioisci con i tuoi! Ciao grande!

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: