ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 7 settembre 2012
ultima lettura giovedì 24 settembre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Allora ciao e allora mandi

di Nick. Letto 394 volte. Dallo scaffale Generico

Nei miei sogni rimani qualcuno, nella mia vita non ci sei. Ti guardo e comprendo come tutto sia finito, ciò che mi rimane è scrivere di te.

Guarda la distanza che ci divide, segui la mia mano e guardami negli occhi. Calcola il tempo che ormai non sono più in grado di calcolare. Guarda questo cielo e stringimi a te. Un anno o forse due, amicizia o forse amore, odio o forse indifferenza. Quel che so è che non sei qui. Sto piangendo, ma non sei qui. Sto ridendo, ma non mi vedi tu. Ti sto pensando, ma non mi ascolti tu. Lascia che il cellulare vibri, lascia che il cellulare suoni, tanto lì non c'è il tuo nome.

Cammina con me e non stancarti di guardarmi; osservami mentre incapace zoppico alla ricerca di una via senza tanti ostacoli; ridi quando, maldestra, mi inciamperò per colpa di un sassolino che ha fatto un po' di rilievo; ma non andartene appena vedi una lacrima. Non ho la forza per lasciarti andare; non ho il coraggio per rassegnarmi all'idea che è tutto immaginario. Non sono pronta per sapere che non tornerai.

Era una notte così. Era una notte di qui. Era solo una notte le cui stelle non comparivano nel cielo. Era una sera dopo un allenamento. E quella sera fu l'ultima che mi dissi che per me ci saresti stato.

Dormi tranquillo, avvolto dai miei sogni. Dimmi solo che ti ricorderai di me. Dimmi solo che non mi odierai. Promettimi che non cancellerai quella scritta sulla sabbia che annunciava un “ME + TE”. Tanto il vento l'ha già ricoperta e con lei tutti i ricordi sono stati scansati. Non provo più nulla, forse rancore, ma non verso te, non verso lui, solamente verso me. Io che ogni cosa che decido sbaglio, io che nemmeno più riesco a piangere. E scrivere? Mi è diventato totalmente inutile. Ora guarda il mare e promettimi solo che non tornerai. In tal caso piangerò fino a dimenticare il mio nome e chi sono e chi sei. Ora e solo allora inizieremo daccapo e allora ciao, e allora mandi.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: