ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 8 luglio 2012
ultima lettura martedì 14 maggio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Le città unite

di Calsifer2413. Letto 614 volte. Dallo scaffale Fantasia

Le tre città Unite “trovato qualcosa nella città vecchia? “chiese il vecchio elfo appena il suo compagno entrò dalla porta del negozio. “Macerie, spazzatura, umani come sempre l’unica cosa degna di nota e .......


Le tre città Unite
"trovato qualcosa nella città vecchia? "chiese il vecchio,elfo appena il suo compagno entrò dalla porta del negozio.
"Macerie, spazzatura, umani come sempre l'unica cosa degna di nota e questo chip mana" rispose l'altro raggiungendo il bancone al bancone e posando il piccolo cubo blu."sembra buono puoi usarlo per gli automi di medio calibro " Il vecchio elfo inarcò il sopraciglio sopra l'occhio con cicatrice, poi sbattendo le mani sul tavolo disse
"Medio calibro idiota e troppo piccolo, cazzo Raziel ti ho insegnato le grandezze di energia giusto? GIUSTO?"
-Sempre reazioni esagerate- pensò Raziel, che Chinando il capo disse "si papà me le hai insegnate"
Il vecchio elfo si ricompose e scosse la testa "scusa e che odio quando qualcuno sbaglia su questi argomenti chiunque sia persino, mio figlio " massaggiandosi le tempie continuo "hai comunque fatto un buon lavoro puoi andare. Giornata libera " in fine sorrise. Il giovane elfo emulò il gesto del padre e annuendo vistosamente usci dal negozio. Quando aprì la porta gli si parò davanti la vista della piazza della città del vapore, all' interno della piazza vi erano perlopiù negozi di alimentari, che anche con la distruzione fuori dalle mura delle città unite riuscivano a trovare cibo, acqua ed altro depredando le città morte come gli sciacalli che erano. Raziel sorpasso la piazza per dirigersi in una delle strade principali in fondo alla piazza. Cammino nel corridoio formato da case, create da pietra, legno e alle volte da lastre di ferro raccolte da fuori, da altri edifici abbattuti dopo la catastrofe. Il giovane elfo arrivo ad un edificio apparentemente identico agli altri busso sulla porta fatta di legno nero, che stonava con il colore grigio delle pietre attorno a essa . da dentro l'edificio una voce chiese "i luchi hanno gli occhi ?"
Raziel si chinò verso la porta e sussurrando "solo le orbite del passato"
"non ti sento ripeti "
Raziel aumentando il tono della voce, ma rimanendo sempre un sussurro ripete "Solo le orbite del passato!"
La voce all' interno ridacchio: "non sento "
"cazzo! Selinn apri " Urlò Raziel. La porta in seguito si apri, rivelando una ragazza poco più bassa di Raziel senza segni particolari: capelli neri, pelle chiara snella l'unica cosa particolare erano i suoi occhi, di due colori differenti uno rosso e l'altro giallo."ok ok calma stai al gioco qualche volta, sembri tuo padre " disse mentre Raziel entrava " sei insopportabile quando urli " La porta del edificio si apriva in una ampia stanza, illuminata dalle finestre e da una lampada alimentata a spirito non lavorato, appoggiata su un tavolo di ferro. Le pareti erano adornate ritratti, ma niente di speciale. Raziel si sedette su una sedia di legno a un lato del tavolo "prego fai come fossi a casa tua " disse in tono ironico Selinn sedendosi di fronte a lui
"grazie cara non avrei sperato di meglio" Rispose Raziel con lo stesso tono, cosa che fece scappare una risata a Selinne. "ok cosa facciamo oggi? Andiamo nella città vecchia? oggi ci sono stato ho trovato un posto interesante ......." Raziel si bloccò vedendo Selinne. La ragazza si era seduta davanti a lui intrecciando le dita e si guardandosi attorno, come persa nel vuoto sorridendo, anche se quel sorriso nascondeva impazienza e preoccupazione. Quando sembrò riprendersi da quella specie di trans iniziò a fissare Raziel "sai cosa voglio fare, voglio sapere se hai parlato con lui ? lo hai fatto?" furono le parole che uscirono dalla sua bocca. Raziel si incupì e scosse la testa "perché ? non vuoi più esplorare le terre devastate? non vuoi più diventare un ranger? Da sempre è stato un nostro desiderio uscite dalle città unite non ...."
"io voglio ancora quelle cose non ho dimenticato i miei desideri, ma Selinne cerca di capire mio padre non è semplice da convincere, lui vuole che io segua le sue orme" interrupe Raziel con voce decisa
"se non lo hai dimenticato allora parlagli oggi stesso " ci fu un momento di silenzio, nella quale i pensieri e le emozioni di Raziel erano rivolti verso i suoi ricordi. Ricordo i giorni in cui sognava di diventare un cavaliere errante delle storie antiche , di quando lui e Selinne correvano tra la città vecchia e quella del vapore per raccattare pezzi e chip per gli automi del padre, ma la cosa che fece largo nei suoi ricordi come un bisonte imbizzarrito erano le storie degli avventurieri . Parlavano di quanta distruzione ci fosse la fuori, di macerie e di assurde bestie, ma anche della bellezza creata dalla vegetazione mutata e da le antiche costruzioni divenute ormai parte della terra. "Le radiazioni di mana causate dalla bomba di tanti anni fa hanno distrutto e devastato . La maggior parte delle piante sono in mangiabili per questo è molto più difficile trovare cibo, ma se vedeste quegli alberi e quei fiori che al tramonto sembrano danzare nel fuoco del sole, non vi accorgereste nemmeno della quantità di macerie e bestie che popolano le terre devastate" queste erano le parole di uno degli avventurieri.
" ho capito ci parlerò oggi stesso sta sera " riprese Raziel mandando giù nella sua mente i ricordi. Egli si alzò dalla sedia e si avvicinò a Selinne e mettendogli una mano sulla spalla disse " anzi lo faccio ora" Selinne lo guardo con quei suoi occhi diversi e sorrise
"Bene aspetterò un tuo aggiornamento allora " Con questo suo commento Selinne accompagnò Raziel alla porta e si salutarono. Oggi inizierà la nuova avventura



Commenti

pubblicato il 08/07/2012 16.15.07
Calsifer2413, ha scritto: Ancora una volta visitate il mio blog http://storiediunmondofantasy.blogspot.it/ dove troverete altre storie fantasy

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: