ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 4 luglio 2012
ultima lettura sabato 26 settembre 2020

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

Le scommesse vanno sempre pagate

di Dickhot. Letto 33052 volte. Dallo scaffale Eros

  Il marito di Antonella, oltre che ad essere cieco alla sua bellezza ed alla sua sensualità, era anche persona viziosa del gioco d'azzardo, a tal punto che accettava ogni tipo di scommessa . Antonella però non passava inosservata e.......

Il marito di Antonella, oltre che ad essere cieco alla sua bellezza ed alla sua sensualità, era anche persona viziosa del gioco d'azzardo, a tal punto che accettava ogni tipo di scommessa .

Antonella però non passava inosservata ed era oggetto di desiderio di molti uomini ... Bionda, dal seno prosperoso ed un fisico in generale a dir poco esplosivo, sapeva come muoversi, come eccitare senza mai scadere nel volgare .. un concentrato di sensualità.

Suo marito , che chiamerò "Giovanni", saltuariamente la portava con sé alle corse dei cavalli.. a lei piacevano questi animali così fieri e provava anche una certa eccitazione nel vedere questi stalloni purosangue muoversi con fierezza.

Il vizio di Giovanni anzi che essere sua moglie però erano le scommesse e come spesso accade a chi scommette, si trovò presto a non riuscire a fare fronte ad una scommessa effettuata con una persona.

La persona con la quale aveva scommesso, si chiamava Luca. Persona di mondo, dal passato burrascoso anche se condotto sempre nella legalità. Una scommessa però era una scommessa e Luca pretendeva di essere saldato. La somma era cospicua e Giovanni chiaramente aveva dichiarato di non riuscire in alcun modo a sdebitarsi se non indebitandosi per poter pagare la somma ... arrivando a dire che..."..guarda Luca sarei disposto a concederti la moglie piuttosto che indebitarmi" ..

Luca aveva conosciuto Antonella e ne era rimasto da subito attratto, accorgendosi pure che le sue attenzioni avevano suscitato interesse in lei ... non si era però mai permesso di andare oltre a semplici battute ..allusivi e dai doppi sensi poiché l'aveva sempre incontrata con la presenza del marito ... battute che riusciva a fare nei momenti in cui riuscivano a rimanere soli ..

La frase di Giovanni fece scattare una molla nella mente a volte diabolica e spesso perversa di Luca ... Voleva punire Giovanni per essere così stupido, e voleva soprattutto godere del piacere di lei, di Antonella, volendola però punire per la sua cocciutaggine a rimanere al fianco di un uomo che non la meritava ed ad essere così spudoratamente bella e seducente ... gli presentava l'occasione per poter godere di lei ..!

Luca chiamò Giovanni dicendogli di presentarsi con Antonella ad un bar ... avrebbero parlato di come avrebbe potuto sdebitarsi verso di lui ed altri sui amici con i quali Giovanni aveva perduto la scommessa.

Luca ed i sui amici erano già seduti al tavolino posizionato sulla veranda del locale .. era estate e la temperatura finalmente degna di tale stagione .. I 4 uomini rimasero a bocca aperta vedendo arrivare Giovanni con sua moglie ... un vestitino rosso estremamente corto ed avvolgente che metteva in risalto le sue splendide forme.. i sui seni sembravamo scoppiare chiusi dentro una scollatura troppo accollata, mentre le sue gambe abbronzate rispendevano alla luce dorata del tardo pomeriggio ..

Luca fece le presentazioni ad Antonella dei suoi amici, Claudio .. Francesco e Maurizio ..

Il profumo di Antonella avvolgeva tutti ... dopo i soliti convenevoli Luca si rivolse a Giovanni, deciso di fargliela pagare per il suo modo di essere così meschino ...

" Giovanni, dato che non vogliamo mettere in difficoltà economiche la tua famiglia, abbiamo deciso di fare a te ... una proposta ... Ti abbiamo chiesto di venire qui con tua moglie perché è giusto che sappia con chi ha a che fare e che anche lei decida ed accetti la nostra proposta.." .. Antonella sgranò gli occhi e rivolgendosi a Giovanni chiese che cosa avesse combinato ... dopo una rapida esposizione dei fatti lo sguardo di Antonella verso Giovanni si fece gelido e di odio ... poi rivolgendosi a Luca disse ... ".. avanti sentiamo in che modo possiamo sdebitarci di tale somma che mio marito ha pensato bene di sperperare" ...

Luca: Dato che vogliamo che questo serva di lezione a tuo marito, per sdebitarsi con noi dovrà offrirci sua moglie .. dovrà offrirci te ... e lui dovrà assistere a quanto saprai essere femmina ..

Dato che non siamo animali, ciò avverrà solo se tu Antonella accetterai di pagare col tuo corpo i debiti contratti da tuo marito .... Se rifiuterai noi saremo soddisfatti di averlo sputtanato davanti a te .. perché ad offrirti in pegno, è stato lui ....

Lo sguardo di Antonella che fino a quel momento era stato livido di rabbia ebbe un cambiamento e la sua espressione cambiò scorrendo nei sui occhi una luce diversa ..

Prendendo il coraggio a due mani, mentre Giovanni restava in silenzio , disse ..

"Datemi il tempo di confrontarmi con mio marito ... e vi farò sapere .. direi che il primo vostro intento è stato decisamente raggiunto..."

Passati due giorni il cellulare di Luca suonò ed il numero non era tra quelli in memoria ...

"pronto..".. era lei Antonella lo aveva chiamato ...

" Ciao Antonella .. allora qual è la vostra decisione? .."

"Ciao Luca ... sono pronta a saldare i debiti di mio marito e lui assisterà ... Ma dato che mi ha messa in questa situazione, la condizione che chiedo è quella che non abbiate alcun riguardo su di me, voglio che mi usiate a vostro piacimento ... voglio che mio marito soffra per l'umiliazione alla quale mi ha sottoposta ... "

" non temere, sarà con vero piacere che ti useremo come oggetto del nostro piacere oltre che punire tuo marito" ..

L'appuntamento venne fissato per il fine settimana successivo ... a casa di Luca ... Antonella si sarebbe dovuta vestire in modo succinto, pronta per essere usata e Giovanni avrebbe dovuto condurla nel Garage dove si ritrovavano a scommettere.

La stanza era stata preparata a dovere ..

In un angolo vi era posizionata una sedia dove sarebbe stato legato Giovanni .. in modo tale che si sentisse costretto ad osservare .

Al centro invece vi era un tavolo ed alcune sedie e di lato un sofà ...

Suona il campanello ... Luca apre la porta ... Antonella è da mozzare il fiato ... Sandali neri con tacco a spillo e zeppa .. assolutamente da troia ... gambe e cosce lucide, vestitino se così si può chiamare di vernice nera con doppia zip praticamente aperto ... Luca, senza esitare afferra per i capelli Antonella e dopo averle messo la lingua in bocca ed una mano tra le cosce la conduce al centro della stanza ordinandole di mettersi in ginocchio per terra, mentre ai sui compagni ordina di legare suo marito alla sedia ... Fatto ciò Luca si avvicina la marito di Antonella dicendogli ..

" ora ti faremo vedere quanto saprà essere troia tua moglie e come godrà sbattuta da quattro bastardi come noi ... e dopo questo, caro il mio cornuto, quando guarderà tra le tue gambe non potrà fare altro che sorridere e sospirare pensando ai nostri cazzi " ...

I quattro amici si avvicinarono ad Antonella mettendosi in modo tale che la visuale per suo marito rimanesse libera ... Luca afferrata Antonella per la nuca disse ..." Mi hai chiesto di essere trattata come una troia , puttana ed ora è quello che faremo ... ", dopo averle assestato un ceffone su quel suo meraviglioso viso, facendole capire che non scherzavano .. subito dopo averle dato il ceffone le ordinò di sbottonare i pantaloni ad ognuno e di spompinarli a turno ... Antonella incominciò da colui che lei sentiva essere il Maschio dominante .. Luca ... Aveva immaginato nelle sue notti di come potesse essere il cazzo di quest'uomo così deciso ed autoritario , ed una volta liberato il suo ventre si contrasse ... Il profumo del cazzo di quell'uomo e le dimensioni la fecero vibrare .. il sapore di quel cazzo poi le stimolava continue contrazioni, ma fu ben presto staccata ed obbligata a liberare le bestie degli altri tre .. fu il turno di Claudio .. anche le sue dimensioni erano ragguardevoli ... nulla a che vedere con la pochezza di suo marito ..

Poi toccò a Maurizio ... ed anche Maurizio si difendeva bene ... i 3 cazzi al momento erano decisamente notevoli, ma quello preferito era quello del capobranco .. il quale le incuteva timore e desiderio di essere usata .. ma quando aprì la patta di Francesco rimase senza fiato ... aveva un cazzo spropositato .. la cappella larga quasi come il suo pugno ed un'asta nodosa e larga ...

Antonella spompinava a destra ed a manca, e le mani dei quattro uomini la frugavano ovunque .. per quanto le era possibile cercava di soddisfare sempre più degli altri Luca, il quale però la obbligava a soddisfare equamente o quasi tutti gli altri .. venne fatta alzare e dopo averle tolto il vestitino di dosso, le venne strappato di dosso il perizoma e gettato ai piedi di suo marito .. presa di peso, Antonella venne messe sdraiata sul tavolo, di fronte a suo marito ed obbligata a spalancare le cosce di fronte a lui ... a turno incominciarono a mangiarle la fica ed ad infilargli i cazzi in bocca uno per parte ed uno dietro di lei avendo Antonella la testa fuori dal tavolo .. la bocca di Antonella stava sempre aperta pronta a farsi infilare i cazzi fin dove riuscivano ... quando toccava a Francesco i conati per Antonella erano accentuati tanto era largo .. e le lacrime uscivano copiose dal suoi stupendi occhi rendendola ancor più provocante andando a sbavare il trucco che aveva messo per la serata....

Giovanni assisteva a tutto ciò e fu evidente comunque l'eccitazione che tutto ciò al quale stava assistendo, gli suscitava ..

Antonella aveva perso i freni inibitori , si faceva pompare in bocca, lasciando spingere i cazzi nerboruti fino in gola .. ed anche il cazzo spropositato di Francesco ormai entrava da quella bocca senza più alcun limite ... ma la gioia di Antonella era sentire il sapore del cazzo del capobranco.. quando lo sentiva, tirava fuori la lingua per permettergli di arrivare dove gli altri non arrivavano .. le lingue e le bocche affamate dei maschi infoiati, avevano ormai portato Antonella al limite di un orgasmo violento che scoppio nel momento in cui si senti affondare in gola il cazzo del capobranco il quale ogni volta che la penetrava , in bocca si attaccava alle sue tette torturandogliele senza freno...

Sentendola godere così sguaiatamente la libidine del capobranco aumentò a dismisura ed afferrata per i capelli Antonella, Luca la trascinò davanti al marito, mettendogliela a pecorina a pochi centimetri di distanza ...

" Adesso caro Giovanni, ti farò vedere come questa troia lo sa prendere nel culo ." non contento afferrata per i capelli e tirandole indietro la testa le disse ... "vero che ora vuoi che ti sfondi il culo.. dillo in faccia a tuo marito" ..

Antonella con gli occhi velati dal desiderio .. con uno sguardo perso nella perversione del momento disse al marito .. " ..si ti prgo sfondami il culo .. fammi tua completamente " ..

Giovanni divenne rosso fuoco ma non osò proferire parola .. Luca le unse abbondantemente lo sfintere e dopo aversi lubrificato ancor di più il cazzo, appoggiò la cappella violacea da quanto era gonfia ad esso, con un colpo deciso entrò tutto nel culo di Antonella .. L'urlo di Antonella si levò alto e continuò a lungo ... Luca senza ritegno cominciò a pomparla lentamente afferrandola per i fianchi e facendo scorrere i 20cm di cazzo avanti ed indietro, molto lentamente ... Maurizio le si piazzò davanti e dopo averla afferrata per la nuca l'obbligò a farsi scopare nella bocca ... Luca la pompò così per un paio di minuti assaporandosi il piacere di averle sfondato quel culo meraviglioso , per poi lasciare spazio a Claudio il quale senza alcun riguardo affondò anche lui la sua verga fino alle palle ... il dolore stava lasciando spazio al piacere di sentirsi invadere da quei cilindri di carne nodosa, bollente e pulsante .. dopo poco era il turno di Francesco ... Luca afferrò Antonella tappandole la bocca con la mano e Claudio e Maurizio la tenevano bloccata per le braccia .. Francesco dopo essersi unto a dovere la sua cappella la appoggiò allo sfintere già dilatato di Antonella .. ma le dimensioni erano tali che quando spinse, Antonella emise un urlo soffocato dalla mano di Luca e gli occhi di lei si sgranarono dal dolore .. I maschi la tenevano bloccata mentre si sentiva devastata da quel palo di carne, ma in brevissimo tempo tale dolore incominciò a tramutarsi in piacere.. di un piacere così intenso che mai aveva provato prima .. accortosi di ciò, Luca il Capo branco con un ceffone le fece capire che comunque lei .. doveva si concedersi a tutti ma soprattutto a lui quindi Antonella afferrato il cazzo di quello che ormai sentiva il suo padrone incominciò a spompinarlo come aveva fatto prima e mentre Francesco le devastava il culo lei soddisfava con la bacca il suo padrone e gli due uomini con le mani ... ad un certo punto ad un segno di Luca, Francesco uscì dal culo slabbrato di Antonella e si sdraiò per terra ..

Luca l'afferrò per i capelli e ce la fece sedere sopra .. il palo di Francesco scivolò nella fica di Antonella con estrema facilità tanto era bagnata e dilatata dall'eccitazione ..

Luca si posizionò dietro di Antonella e appoggiatosi allo sfintere con un colpo deciso le entrò dentro .. Antonella stava subendo un sandwich che la portò immediatamente all'orgasmo e gli orgasmi si susseguirono in continuazione .. e mentre Francesco rimaneva piantato nella sua fica, Nel culo e nella bocca di Antonella si alternavano gli altri cazzi .. Il tutto durò per un tempo indefinito , ma comunque sempre troppo breve per il piacere comunque prodotto .. i 4 amici erano ormai prossimi al raggiungimento dell'orgasmo ... Ad un cenno di Luca, Francesco si sfilò da sotto Antonella .. Luca la prese per i capelli e la condusse come una cagna sul sofà che ancora non era stato utilizzato ... Lì ordinò ad Antonella di mettersi a pecorina e ricevere nel culo i 3 maschi fino a farli godere .. lei ubbidiente eseguì ... a turno incominciarono a pomparla nel culo .. ma tutti e 3 ebbero l'ordine di non riempirla e così fecero schizzando il loro seme sulla schiena di Antonella .. A quel punto Luca ordinò a Giovanni dopo averlo liberato di puliri diligentemente la schiena di sua moglie e di sedersi lì vicino ... Giovanni ormai sconvolto da tutto ciò al quale aveva assistito ubbidì come un automa ..

Messosi a sedere vicino al sofà Luca rivolgendosi ad Antonella disse .. "ora Puttana, sdraiati ed aprimi le cosce perché ti voglio scopare fino a riempirti del mio seme, perché da questo momento e fin chè io vorrò tu sarai la mia troia e tuo marito dovrà sopportare il peso delle corna per essere stato così stronzo con noi e con te .."

Antonella ubbidì sdraiandosi e guardando fisso negli occhi il suo padrone ... nel momento in cui si sentì penetrata i suoi occhi si socchiusero ed un gemito di piacere uscì dalla sua bocca ... Luca incominciò a pomparla con profondità e lentezza ed ad ogni colpo Antonella offriva il suo bacino favorendo la sua penetrazione .. il ritmo incominciò ad aumentare ed Antonella cominciò a godere .. i suoi gemiti si fecero sguaiati e senza pudore di fronte al marito .. le sue suppliche di non fermarsi incitavano ancor di più Luca .. il ritmo aumentava le spinte si facevano possenti .. Antonella era ormai in prde ad orgasmi ripetuti .. il ritmo si fece indiavolato fin che sfociò in un urlo animalesco e fiotti di sperma riempirono il ventre di Antonella mentre le loro bocche si unirono avidamente in un bacio di passione travolgente ....

Tornando a casa nulla disse Giovanni se non .. un .. "stai bene?" .. Antonella guardandolo negli occhi ed ammiccando un'espressione di lussuria sfrenata rispose .. " mai stata meglio in vita mia" .. adesso aveva un padrone ed un marito cornuto .. consapevole di esserlo ogni volta che Luca avesse voluto ...


Commenti

pubblicato il martedì 21 agosto 2012
HotIce, ha scritto: Accidenti, bel racconto davvero!
pubblicato il venerdì 22 gennaio 2016
Stefania, ha scritto: Non so che dire, sono un po' sconvolta. Ti scrivo un commento appena mi riprendo

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: