ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato lunedì 2 luglio 2012
ultima lettura sabato 30 marzo 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Raziel l'acchiappa anime

di Calsifer2413. Letto 471 volte. Dallo scaffale Fantasia

Raziel era un noto stregone di razza Breton, notò per la sua bellezza e crudeltà. Egli era un artista del misticismo e si divertiva a ru...

Raziel era un noto stregone di razza Breton, notò per la sua bellezza e crudeltà. Egli era un artista del misticismo e si divertiva a rubare le anime di tutti i suoi nemici, dal gigante più forte al bosmer più codardo. In una nuvolosa mattina, mentre studiava il dragonico nella piazza cittadina come soleva fare, vide una bellissima fanciulla Elfica col viso di un angelo seduta a leggere. Il mago si avvicinò, come mosso da una strana forza. Lui all'inizio era imbarazzato, provava strane emozioni che non aveva mai provato. Lei però con un caldo sorriso lo invitò a sedersi. Raziel accettò e dopo e i due parlarono per ore e ore, della lingua dei draghi di leggende, stregoneria e tanto altro, poi si lasciarono. Quello fu la prima volta che il suo cuore duro come il ghiaccio del nord si sciolse. Il mattino seguente andò in piazza, cercando la fanciulla ma non la trovò. Chiese in giro e scoprì che lei era una forestiera che lascio la città il giorno prima, allora si fece dire il luogo dove era andata e s'incammino. Giorni passarono e il mago trovo la città della fanciulla, attraversato il cancello principale vide molte persone in piazza, chiese ad ogn uno di loro della ragazza e scopri che era scomparsa a questa rivelazione andò via dalla città ma subito dopo vide un corpo nella neve girandolo vide non solo che era stato trafitto da spade, ma anche che era la ragazza che aveva cercato allora il suo cuore ritorno non solo crudele ma anche maligno non gli importava chi fosse stato lui doveva farla pagare a tutti a TUTTI, prese la sua gemma dell' anima grande nera presa da un negromante un anno prima e entro nella cittadina poco dopo che entro alzò il pugno e disse "non doveva accadere voi corrotti viscidi putridi pusillanimi come avete potuto non accorgervi che la mia amata e stata uccisa ora avrete la stessa sorte"ci fu sgomento generale ma nulla poteva contro di lui apri il pugno poi alzò l'altra mano e pronunciò delle parole in lingua dragonica e tutti i cittadini e le guardie vennero uccise e con un incantesimo cattura anima. poco più tardi venne preso dalla guardie imperiali che faevano il turno di ronda da quelle parti videro la strage ed arrestarono il bretone che non fece resistenza. egli si ritrovo in una prigione e pianse sa sua amata cantando in draconico.


Commenti

pubblicato il 02/07/2012 20.02.02
Calsifer2413, ha scritto: Salve a tutti per altre storie venite su http://storiediunmondofantasy.blogspot.it/

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: