ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 17 maggio 2012
ultima lettura mercoledì 23 settembre 2020

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

Ubbidiente

di Dickhot. Letto 6374 volte. Dallo scaffale Eros

  Antonella schiava ubbidiente e Troia pur di soddisfare il suo padrone ... Padrone bastardo e desideroso di provocare in lei quanto più piacere possibile ... un alchimia perfetta ... Giornata calda .. donna meticolosa e instancabile nel s...

Antonella schiava ubbidiente e Troia pur di soddisfare il suo padrone ...

Padrone bastardo e desideroso di provocare in lei quanto più piacere possibile ... un alchimia perfetta ...

Giornata calda .. donna meticolosa e instancabile nel suo lavoro, Antonella affascina gli avventori del suo negozio ... sempre brillante, pronta a consigli... insomma riesce ad affascinare chiunque abbia a che fare con lei ..

Arriva un messaggio .. ma indaffarata .. non riesce a leggerlo .. passa un'ora .. ne arriva un altro .. ancora un poco e finalmente riesce a leggere il primo ..

" questa sera abbigliamento succinto, da troia .. recati in via ...... al numero civico ... pronta a subire qualsiasi cosa .. io sarò presente ma non parteciperò ...tu non mi vedrai

.. voglio assistere a quanto sai essere troia per me ... Hai un'ora di tempo per accettare, altrimenti mando tutto a monte ... aspetto un tuo ... Accetto mio Padrone" ... Era passata ben più di un'ora da quando aveva sentito il suono del primo sms ... trafelata apre il secondo sperando in una dilazione del tempo ..."

" .. questo tuo silenzio mi fa capire il tuo diniego.. " ..

La disperazione .. non aveva risposto per via del lavoro .. aveva deluso il suo padrone, il suo uomo ... doveva rispondere al più presto ..

" Ti chiedo perdono .. non ho potuto rispondere prima ... ma ti prego .. accetto mio padrone ogni tua proposta ogni tuo ordine .. ti supplico"

Passa il tempo, un'ora, due ore .. nessuna risposta ... è l'ora di chiusura .. nessun messaggio .. Antonella sapeva che non poteva fare altro che aspettare e pensare al modo in cui si sarebbe potuta far perdonare per questa sua mancanza ...

Arrivata a casa ancora nulla ... si sapeva essere proprio bastardo quando voleva il suo padrone, sapeva farla sentire in colpa oltremodo ...

Squilla il telefono ... "Ciao ... mi hai fatto incazzare oggi ... preparati ... ti spetta una serata di sofferenza e godimento ... ma la sofferenza sarà adeguata alla mia incazzatura"

Non le diede nemmeno il tempo di rispondere .. corse a prepararsi per come gli aveva chiesto .. doveva essere seducente e .. pronta .. pronta per essere usata , usata con violenza ...

Mise una camicetta bianca senza reggiseno sotto che lasciava davvero poco all'immaginazione, i seni prosperosi premevano contro il tessuto e l'eccitazione era tale che il contatto dei capezzoli col tessuto stesso glieli faceva indurire .. i bottoni apparivano tirati da tanta abbondanza .. minigonna di un tessuto lucente e leggerissimo nera, sandali con zeppa tacco 12 di vernice ... trucco leggero ma rossetto rosso fuoco che esaltava le labbra carnose .. la sua chioma biondo oro la rendeva ancor più seducente ...

Per fortuna il tragitto era breve .. parcheggiata la macchina, si avvio al luogo dell'appuntamento ...

Doveva salire al primo piano e suonare al numero indicato nel messaggio .. e da lì in poi, le sarebbe potuto capitare ogni cosa .. voleva dare il meglio di se ... voleva mostrarsi degna del suo uomo ... sapeva che non avrebbe partecipato attivamente, ma sapeva che sarebbe stato lì ad osservare, a giudicare .. quanto sarebbe stata capace di esser troia .. per lui ... No, non lo avrebbe deluso ... Avrebbe lasciato, andando via, i partecipanti con la consapevolezza della fortuna del suo uomo ad avere una femmina, una schiava una troia come lei ...

Il ticchettio dei suoi tacchi risuonava armonico per la via deserta , e tale suono la faceva sentire infinitamente provocante .. inavvertitamente il suo passo si era fatto più sensuale, più sinuoso ... provocante ... sorrise nell'accorgersi di quanto stava facendo ..

L'androne del portone era buio e fresco, facendole scorrere sulla sua pelle un brivido di freschezza e provocandole un ulteriore inturgidire dei capezzoli ..

Sailte le scale .. prese un attimo il fiato .. il cuore era in gola cercò di calmare il respiro, il suo seno rischiava di far saltare i bottini della camicetta ... sapeva che come suonato il campanello sarebbe stata usata in ogni modo e soprattutto .. lei non avrebbe opposto la minima opposizione rendendosi disponibile ad ogni situazione ...

Il campanello suona ... al di là della porta si sento dei passi ... l'uscio si apre .. una mano

Forte l'afferra per un polso tirandola dentro ..chiuso l'uscio la mano le gira il braccio dietro la schiena e l'altra l'afferra per la spalla e la spinge contro il muro ... le viene sfilata la borsa .. anche l'altro braccio le viene portato dietro la schiena ... metallo freddo sui polsi ... sono manette le riconosce .. una voce sconosciuta le ordina di stare faccia la muro .. senti altri passi, altre persone altre voci ... lei è immobile contro il muro aspettando gli ordini ... un'altra presenza le arriva dietro ... Antonella ha un'esplosione di brividi e sensazioni lungo tutto il corpo ... una benda .. le vie messa una benda ed anche stretta ... una volta serrata sente mani capaci (sicuramente femminili) che le aggiusta l'acconciatura ... adesso un'altra mano, forte anch'essa l'afferra per il braccio stringendolo forte.. le fa male .. ma le piace .. viene condotta in un altro luogo ... lì, aiutata, viene fatta sedere su di una seggiola ... una mano le afferra i capelli da dietro tirandoli verso il basso facendole alzare il mento ... un ceffone si abbatte violento ed inaspettato .. tanto da farle girare il viso dalla parte opposta .. due mani le afferrano la camicetta facendole saltare i bottoni i suoi seni esplodono ... mani diverse risalgono le cosce .. mani diverse le palpano i seni prosperosi .. la sua fica cola ... sente il freddo dell'acciaio sul suo ventre .. un movimento rapido ed il perizoma è saltato ... una mano la afferra per la nuca e le fa piegare la testa di lato e sento l'odore di cazzo ... apre la bocca ed incomincia a succhiare un cazzo ... "mamma mia che cappella grossa" .. pensa fra se .. ed incomincia a fare un pompino dei suoi .. così magistrali .. adora succhiare il cazzo .. riesce quasi a goderne nel farlo .. intanto una testa si è infilata tra le sue cosce .. sente la bocca sulle sua fica .. il tocco della lingua è delicato .. si .. una donna le sta leccando la fica.. ma può solo immaginarlo .. mentre ha un cazzo che a malapena riesce ad entrare nella sua bocca capiente, una femmina le sta mangiando la fica ... ma dove sarà il suo padrone? ... ad un certo punto però sente il suo profumo .. sente il suo odore .. ora è tranquilla .. sa di essere al sicuro .. ora si sente davvero Troia .. così Troia da spingere quel palo di carne nerboruta fino in gola fino a provocarsi conati .. mentre quella abile lingua le stà facendo perdere il controllo ... mani le afferrano la testa e la spostano dal cazzo .. un altro ceffone si abbatte con pari violenza al primo, su di lei per poi essere spinta di nuovo su quel cazzone .. ma no .. è un altro .. altro sapore altra dimensione .. ma è buono.. le piace .. sa di maschio ... .. al posto della lingua ora a frugare nella sua fica sono dita grosse e callose .. il dolce tintinnio si è trasformato in un violento sfregamento ... è troppo non resiste ..si stacca dal cazzo ed urla il suo godimento .. un altro ceffone .. ancora gode ... viene presa di peso, la gonna totalmente tirata su ed in braccio .. "che braccia forti ha questo bastardo" .. viene portata in un altro dove .. cosa sarà un letto un divano? .. non capisce .. non vede .. ma sente .. sente un palo di carne entrare nel ventre ..seduta su di lui .. lo sente entrare lentamente nella sua fica .. gliela riempie in ogni cm .. arriva in fondo .. sente la cappella premere sull'utero .. è enorme .. mani forti e dure le afferrano le tette mentre la bestia che ha sotto comincia a muovere il suo bacino, facendola svenire dal piacere ... mani gentili le umettano il buco del culo ... oddio non vorranno mica .. una fitta lancinante le dilata il già allenato buco del culo ... "non può essere .. " .. pensa .. è il primo che ho succhiato ... lentamente entra .. il dolore è forte .. urla ma non chiede pietà .. spinge ancora .. urla .. ma un altro le entra in bocca .. cominciano a muoversi ... bendata .. con due pali giganteschi che le penetrano la fica ed il culo un altro in bocca ed anche le carezze femminili che le percorrono il corpo .. è il delirio .. sente ansimare anche l'altra femmina ... sarà il suo padrone a montarla ..? .. che importa .. i maschi pompano .. mani si abbattono su di lei .. ceffoni, sculacciate.. pompano .. grida ..urla .. continuano a pompare .. non si fermano .. ceffoni, sculacciate .. pompano .. ancora .. un altro orgasmo .. a che numero siamo? .. ne ha perso il conto .. il ritmo si fa convulso ... non capisce più nulla .. non riesce nemmeno più a succhiare il cazzo che aveva in bocca .. "ma dov'è andato?" .. pensa .. non la sa anche l'altra femmina urla .. le sarà capitata la stessa sorte .. di sicuro il suo padrone se la starà inculando da come urla .. ma non importa .. gode, gode ancora .. i due maschi sembrano instancabili ... ancora sente salire l'orgasmo .. cerca di trattenersi il ritmo è devastante .. ecco le mani la serrano i ritmi incalzano godeeee .. i fiotti caldi le allagano sfintere e fica ... un orgasmo all'unisono come pochi .. devastante delirante ... rantoli di piacere l'hanno assordata .. saliva sul suo corpo .. insulti .. sono stai il contorno di questo violento sopruso ... una voce le ordina .. aspetta dieci minuti .. poi togliti la benda .. e quando esci tirati la porta dietro ..

E' il silenzio .. aspetta un poco .. non sente più niente e nessuno ... sente nell'aria il profumo del suo uomo .. il quale la starà aspettando a casa .. pronto a punirla ed ad usarla .. per questo suo essere troia .. non vede l'ora di correre da lui ... va in bagno si rinfresca per presentarsi al meglio al cospetto del suo padrone ... con però ancora addosso i segni della sua troiaggine in modo che la sua rabbia sia massima su di lei .. esce di casa sale in macchina trafelata .. è eccitata .. non vede l'ora corre da lui ..

Ma questa è un'altra storia ...



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: