ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato lunedì 30 aprile 2012
ultima lettura giovedì 21 febbraio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

approccio al giallo v.gogh

di gocciadisole. Letto 512 volte. Dallo scaffale Viaggi

 Cos'è il giallo ? Oso solo un approccio diverso con l’arte che non sia critica, né filosofia, né corrente di pensiero se non il mio, espresso in forma poetica. Sia concesso al poeta di porre i suoi deliri sull’i...............

Cos'è il giallo ?

Oso solo un approccio diverso con l’arte che non sia critica, né filosofia, né corrente di pensiero
se non il mio, espresso in forma di astrazione pseudopoetica.
Sia concesso al poeta di porre i suoi deliri sull’inchiostro e di velare le sue stesse espressioni come colui che dipinge sulla tela.


Approccio al GIALLO (VAN GOGH)

Cos’è il giallo?
Un colore.
Se terminassi qui sarebbe una barzelletta. Un dato di fatto. Un punto a capo.
Raccontiamoci una barzelletta sul giallo, ma da dirci quanto un colore possa anche portarci altrove.
Dentro una vita, dentro una storia che riassuma un colore.
Cominciamo da Van Gogh che passò la sua esistenza al setaccio lasciando cadere le lentiggini (mi sia concesso) del grano, maturando i chicchi fra le sue dita callose e in certo modo parassite sociali.

Giallo grano van gogh.

Una ferita rossa per chi conosce la vita di Vincent; grano giallorosso van gogh. Altra sfumatura da dare a quest’uomo che amava e odiava il Brabante più dell’aria
Associazioni mentali in un concetto di anarchia.
Noi qui possiamo farlo, possiamo raccontarcelo quel giallo.
Ricircolo Van Gogh. Il cerchio si aprì, il cerchio si chiuse.

NERO – i mangiatori di patate – sole – grano – GIALLO GIALLO GIALLO (infinito)- percorso di rinascita – follia – morte – buio – NERO.

Non fu insolito che si sparasse in un campo di grano della Provenza, sotto un sole accecante e morisse poi di quel giallo bramato, conquistato, e infine insanguinato.
Il giallo Van Gogh , un giallo che tende al rossiccio.
Già un giallo preludio del rosso.
Opera al giallo. Arte alchemica.
Citrinitas – aria – estate – giorno pieno.

Vincent era infelice.
Il taglio dell’orecchio offerto a Gauguin non lo aveva ripagato del grande gesto di disperazione e d’affetto mostrato.
Smaterializzazione di un gesto.
Lo vedi anche tu dentro quel campo di grano quel tipo scarno, alto, monco, trasandato e derelitto che si trascina una tela e una pistola alla tempia ? E in mano un piccolo mazzetto di erica rosa.
Lo vedi quanta immensità di giallo gli galleggia intorno, sopra, sotto, negli occhi ?
Perché dopo averlo conquistato così duramente, ora, quel giallo gli si rivolta addosso?
E' ingiusto ma è sempre suo profondamente.

Il giallo crudele che ora tende al rosso e aprirà la rossa ferita, che si farà fiume e torrente, lampo e tuono.
Lo vedi, lo vedi, lo afferri quel giallo, quel rosso. Lo senti.
Lo senti che brucia.
E i papaveri sono ferite aperte dinanzi al cielo
E i corvi sono neri ma non sono corvi; sono allodole.

Il suo ultimo quadro. Osservalo bene quel quadro.
Sono allodole alchemiche, esseri straziati, esseri in volo stilizzati, imprecisi, imperfetti rimembranze di ciò che furono.
Volo e ali ottenute a al prezzo di un difficile combattimento.
Una vita intera.


Non bisogna volare prima di avere le ali

GIALLO ALI.
Appartenenza ad un'altra dimensione. Celeste e infernale.
- GIALLO – leggerezza – elevazione – elementi di sublimazione - sole -
Prospettiva di liberazione verso il cielo. Liberazione finalmente. Espressione spirituale di un rifiuto alla realtà, evasione, oblio, morte. Desiderio.

Corvi nel grano.

Eccola. L’ultima pennellata, la vedi imprecisa, sgomenta, frammentata, spezzata.
Abbiamo detto allodole per la rapidità dei voli ascensionali, il lampo dell’ascesa, esseri in correlazione fra la terra e il cielo.
Giallo, giallo. Giallo ovunque. Giallo la follia.
Voli divinatori come il pennello che prima, molto tempo prima scivolava lesto sulla tela immerso nel giallo paglia e mistura di tuorlo d’uovo.
Si dice che le allodole cantino meglio se gli si bucano gli occhi.
Prima di spararsi udì da quell’unico orecchio il canto aggraziato e dolcissimo delle allodole.

Esseri dipinti di giallo. Nel giallo di un campo di grano.

***

http://www.slavneobrazy.cz/obr/pict/1167.jpg

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/4/49/Van_Gogh_La_Crau.jpg




Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: