ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 20 gennaio 2012
ultima lettura domenica 27 settembre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

dorme l'Amore mio, accanto a me.

di candlock. Letto 576 volte. Dallo scaffale Poesia

  Dorme l'Amore mioaccanto a me,e si fa petalo di fioreper avvolgere ogni incanto. Di sogni vestita, profumadi quelle nottiche mai vorresti finissero.Le sue mani, scolpite nel velluto,accarezzano i battiti del mio cuorementre il suo respiro s...

Dorme l'Amore mio

accanto a me,

e si fa petalo di fiore

per avvolgere ogni incanto.

Di sogni vestita, profuma

di quelle notti

che mai vorresti finissero.

Le sue mani, scolpite nel velluto,

accarezzano i battiti del mio cuore

mentre il suo respiro si tinge

di emozioni e corse sui prati.

Sorride, nel silenzio, anche l'oscurità.

Che gelide mattine senza il suo viso

a scaldare la mia barba bianca,

senza i suoi soffici piedi

avvinghiati come serpenti

a proteggere gambe

troppo fragili

per correre da sole.

Che inutili mattine

senza il suo respiro a risvegliarmi

dall'ebbrezza di una notte

ingioiellata di baci e corpi nudi.

Lei risuona di passioni indefinite,

avidamente inseguite da viaggiatori

disperati, generosamente celebrate

da esploratori di Terre anelate;

timidamente, porta in sé il calore

di un sole che non vuol cedere

Il passo alla notte. Risplende in lei

il rossore di una stella pudibonda,

incapace di svestirsi di parole

al cospetto della luna.

Che smorfiosa e benevola

le sorride e le mostre le guance

in un trionfo di colori bianchi.

La sua voce profuma di fragole

e vaniglia. E di boschi incantati.

Le sue labbra sono tele preziose

che aspettano di essere dipinte

di unicità. La sua lingua, un pennello

rubato al Caravaggio, capace di irradiare

luci che confondono il sole.

Al crepuscolo, si ingioiella di stelle

per augurarmi la buonanotte.

E allo spuntar del sole,

si ricopre di sorrisi di rugiada

per risvegliarmi e saziarmi

del giorno che verrà.

Che notte buia senza la fiamma dei suoi occhi

che mi traghetta sicura

verso sogni che nemmeno i cieli veneziani

potrebbero rendere cosi immortali.

Si spengono i lampioni nelle strade,

i pensieri si tingono di passeggiate oniriche,

ed io e lei, sospesi su un dolce

firmamento di violini e gigli,

ci sorridiamo l'Amore e avidamente

assaporiamo il silenzio della stanza

che, onda di Hokusai,

avvolge noi piccoli marinai

in balia di sbuffi di emozioni

e schiume di brividi.

Ed in questo viaggio inanellato di

gocce di infinità,

io ed il mio Amore ci Amiamo.

Semplicemente. Appassionatamente.

Piume che non smettono di cullarsi tra gemiti di vento e

sospiri di primavera.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: