ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 14 gennaio 2012
ultima lettura sabato 21 novembre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

‘n senti che ...(33) Mario e Sergio. La luce tra i partiti e la zella .

di vennyrouge. Letto 575 volte. Dallo scaffale Generico

< Aò, a Mario... - ( E manco cor freddo te fanno lavora’? ) - Se: e chi è? < E so’ io... - ( Va be’, lassamo sta’...) - Serge’, sei te? < Se! So io! So io... - ‘n me di’ che m&rs...


< Aò, a Mario...

- ( E manco cor freddo te fanno lavora’? ) - Se: e chi è?

< E so’ io...

- ( Va be’, lassamo sta’...) - Serge’, sei te?

< Se! So io! So io...

- ‘n me di’ che m’ hai portato er caffè...

< No! - A ditte ‘a verità...

- ‘na grappa co’ ‘sto gelo?

< None! E mica m’hai chiamato pe’ ordinalla...

- (Semo a’e solite! Mai ‘na vorta che ce pensa da solo!) - E che stai a fa’ da ‘ste parti?

< Passavo!

- ( Se, annamo avanti così che ce famo notte!) -Uhm! Va be’!

-E si c’hai vojia de pijia’ quarcosa, vie’ ar bare ...no?

- Se, ma dopo, Serge’. -Ora ‘n posso!

< Te volevo chiede solo ‘na cosa...

- N’o vedi che so’ impegnato?

< Aò, e manco e riforme riescono a fa’? Solo boni a spremece come i limoni...

- ( Uffa!! - Va’ be’!) - E che n’o sapevamo?!

< Mo pure co’ e farmacie se stanno a ‘n piccà! -Vonno fa’ e riforme, ma ‘n sanno manco da ‘ndove incomincià. - Figuramose sur prosieguo...

- A Serge’, t’o vonno fa crede ch’è così! -Damme retta: fino a mo anno fatto quer che ji’è parso!

< Te riferisci a’e banche, Mariu’?

- Io ‘n dico gniente. Ho già parlato!

< E co’ i tassisti che ji’hanno minacciata ‘a protesta, pure che jie regalano ‘na licenza ?- Come ‘a mettemo?

- Ma guarda te si se ponno fa’ ‘e riforme, regalanno sempre ‘na fetta der prosciutto nazionale! Ma l’artri?

< Aò, e magara m’a dessero a me ‘nartra licenza ! Che te credi: che ‘n m’aprirebbe ancora ‘n artro bare?

- Se, va be’! Ma guarda che mica dev’ esse ‘na speculazione, Serge’.

< Sarebbe a di’?

-Sarebbe a di’, che ‘n te dovrebbero da’ proprio gnente! – Quanno vanno in pensione e devono restitui’. Mica so e loro!

< E’ che l’hanno pagate...

- ‘n discuto! Ma se facessero rida’ i sordi da chi jia vennute!

< Se aumenteno er numero de taxi, ‘ste licenze vargono ‘a metà....

- Eh? -Aò, e famo a capisse: e chi jia ordinato de compralle?? Er medico? - ‘n c’o sapeveno che ‘n se doveva fa’?

< E’ che ce so’ cascati co’ tutte ‘ e scarpe; e mo’ che fanno?

- Ducentomila euri e ce so’ cascati? -A Serge’: e vedi d’annattene...

< Va be’, c’o sapevano! - E che doveveno fa’?

- E l’artri c’hanno fatto? - So’ iti in cerca de ‘nartro lavoro!

< Dice che so’ costretti a’ evade er quaranta per cento, sinnò quadambieno poco.

- E pure questa, Serge’! – ‘n parte jie se po’ da’ raggione e ‘n parte no...

< Perché Mariu’?

- E tasse è vero che so’ tante, ma mica solo pe’ loro.

< Famme capi’, ‘n jie stai a da’ torto completamente...

- Ma che ‘o decideno loro quanto guadambia’? Dovevano dimostra’ coi conti e co’ e fatture che ‘n guadambiavano. – Alora sì , potevano di’ quarcosa. – Invece ‘n ‘e fanno...

< Magara ‘n jie va de scrive!

-Se, va be’!

< Aò , ma è ‘n lavoro duro!

- Er tuo no?

< Che c’entra? A me ‘a licenza m’ha lasciata mi padre...

- ‘o vedi? - Invece a me, mi padre ‘n me l’ha lasciata!

< Va be’, t’avrà dato quarcos’artro!

- M’ha dato da magnà fino a c’ha potuto!

<’n terreno; quarcosa...

-None...

< T’avrà voluto bene, no?

- Ce poi giura’!

< E meno male: te paresse poco?

- Lassa perde...

< Va be’, tanto ‘n faranno nulla. Se butterà ‘n caciarra, come sempre!

- Bravo! Stanno solo a smove ‘n po’ le acque. - Un paro de scioperi e jiene danno pure tre, de ‘ste licenze. -

< Te credi che s’‘e vennono?

- Se ‘n c’hanno fiji o generi da sistema’, p’ò esse!

< Aò, e stavo a senti’ de quello...

- De quello chi? Serge’?

< De quello che se buttava ar cinque stelle...

- A Serge’, scusame sa’, ma andrebbe ‘n po’ de corsa...

< A Mario è ‘no schifo!

- Ma a te, te pare che questi se ritrovano tutto pagato dall’amici, dell’amici, e te, manco da beve te porti de dietro, quanno me venghi a saluta’?!

< A Mariu’ e dajie! ‘n c’ho pensato...

- Se, va be’!

< Se, però: mo sta a sconta’! -S’è dimesso...

- E sarà pure malinconico!

< Me pare, ch’è proprio così che...

-Ma li danni, l’ha già fatti! - E ‘sta storia st’a dimostrà che tutto è come prima!

< A Mariu’, e manco su’a legge elettorale, se po’ fa’ quarcosa?

- Ma mica è ‘n dovere loro sa? –E’ così che te risponnono!

< Embè, me pare loggico...

-A me no!- Aò, e poi, Sirvio Monti dice che sta ‘n ‘travvede’ ‘na luce tra li partiti. -Che questi tra ‘n po’ cambieno e ritrovano a politica...

< Ammazza che robba! - E’ ‘no stornello...

-Serge’, semo arivati ar misticismo: aò, ‘na nova luce tra li partiti. Ma te renni conto? - Sta’ a vede’ che mo ritorna pure er padre eterno!

< Dici: Sirvio, Sirvio?

- Pure quello, perché no?

< Aò, ma ‘n jie sta’ a crede! - L’amici sua, se so’ dati a’i investimenti. -Stanno a speculà all’estero...

- E a me me piacerebbe proprio sape’, chi jia dati ‘i sordi pe’ fallo?!

< Ma saranno quelli der rimborso elettorale che jie so’ avanzati!

- Sicuro? Allora ji’avemo dati troppi!

< Ma mo rifanno pace...

< Me sa pure a me!

< Va be’, Mariu’. ‘n cambia gniente manco stavorta. - Quasi, quasi me rilasso!

- Io invece me so’ stancato, Serge’. -Me pare d’anna’ ai pazzi...

< Va be’ Mariu’, io te saluto! -Torno a lavorà...

- Se vedemo, dopo!

< Ma te, scusa, che stavi a fa’, de così importante?

- Gniente, stavo a cambia’ e cinte...

< Ma che se stanno a guasta’ tutte?

-Me sa de sì! – Tutte, tranne quelle de quarcuno!

< I soliti...

- I soliti ignoti, Serge’! Quelli che guadambieno sempre de più e che so’ eterei! - Eh,eh,eh!

<Pure co’ a Consulta ce dice buca?

- Pure!

< Pure co’ Cosentino?

- Pure!

< Pure in borza?

- Pure lì, se!

< E ce declassano ancora?

-Pare de sì!

< Ammappete che iella!

- Ammazzate che zella!

By Venny Rouge


Commenti

pubblicato il 14/01/2012 18.09.20
MAXSTEEL45, ha scritto: -A Marju e se je facessero paga' la marchetta alle zoccole? Cche ddici?- -Già, lo stato marchettaro...- (mmm, n' fondo Maiu non cià tutti li torti...) Ciao, ottimo poeta e narratore vernacolare!
pubblicato il 16/01/2012 10.00.28
vennyrouge, ha scritto: Ciao, mio buon collega! - Ma sai che questa cosa mi era sfuggita? - Ce manca solo che pe' fa' quadra' li conti se mettemo a tassalle. - Aò , e artro ch' 'a frutta: qui stamo all'amaro! Un saluto e grazie!!!

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: