ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato lunedì 9 gennaio 2012
ultima lettura giovedì 13 giugno 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Da quando sei al bivio

di Posizione. Letto 406 volte. Dallo scaffale Pensieri

Vi siete mai trovati in una situazione di reale scelta? In cui ci sono le due cose che amate di più al mondo che si colpiscono ripetutamente? Ovviamente voi siete al centro, tra incudine e...

Siete voi, sei tu, sono io. Con la scelta più grande della vita davanti a voi. Avete due passioni, due vere e potenti trascinatrici che non lascereste per nulla al mondo.

Da una parte c'è il vostro lavoro, una stella luminosa che vi sta accompagnando da qualche anno nelle scoperte più incredibili che non avreste mai aspettato. Già. Siete tra i pochi fortunati ad avere un lavoro che amate, con persone degne di nota e di abbracci, un lavoro unico, un lavoro vero, un lavoro passionale. Avete sudato, pianto, riso, studiato per questo lavoro e siete arrivati lì, nella dimensione che cercavate, con una spinta e un entusiasmo che non avevate mai nemmeno immaginato. Molte ore di lavoro al giorno, alla settimana, all'anno. Ma questo non significa nulla posto affianco all'energia che il vostro lavoro è in grado di darvi. Svegliarsi la mattina non è mai un peso, andare a letto significa solo poter ricaricare le batterie per dare il massimo il giorno seguente. Un sogno che pochi realizzano. Voi lo avete, siete a questo punto e non lascereste andare questa occasione per nulla al mondo. Ogni giorno imparate qualcosa di nuovo, mettete in gioco voi stessi e le vostre conoscenze. In questo lavoro c'è tutto: introspezione, autocritica, fiducia, rischio, passione, soddisfazione, delusione, impegno, foga, rabbia, gioia e quanto altro ancora... Insomma, il massimo...

Ora arriva lei, la passione. Quella vera, quella che trascina nel vortice del tutto, del niente, dell'oltre. Da anni vi parla; prima sussurra, poi grida, poi tace. E voi siete lì, al centro, un'altra volta e un'altra volta ancora, a sperare che essa non diventi così potente da oscurare ciò per cui avete tanto lottato. Eppure anche per lei state lottando. La passione diventa forte, si trasforma in impegno, devozione, amore, sudore, fatica, sacrificio e, ahimè, professionalità. A questo punto non solo avete davanti a voi un bivio, ma un rischio. E lei è tanto bella, così bella da non farvi dormire la notte, da lasciarvi senza fiato ogni qual volta ne assaggiate una parte. Lei sta diventando tutto, ma non ancora. Non inseguire una passione cosa significa? Cosa succederebbe se la seguiste?

Il pensiero che più mi capovolge le viscere è questo: "se rincorressi la mia passione, perderei il mio lavoro. Sono pronto? Se non rincorressi la mia passione, lavorerei con i rimpianti.

Lascio che il tempo scorra, ma non lo guarderò.



Commenti

pubblicato il 09/01/2012 19.10.09
tonymalerba, ha scritto: Non si capisce chi o cosa sia questa passione: se fosse una donna non avrebbe senso che chiedesse di lasciare il lavoro per lei, ma se mi sbaglio spiegami perchè. Questa riflessione è interessante ma un po' criptica.
pubblicato il 27/03/2013 0.41.41
Posizione, ha scritto: È la musica... Quello che doveva rimanere un hobby, un passatempo di poco conto, è diventato un'ossessione, una parte molto importante della mia vita...

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: