ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 7 gennaio 2012
ultima lettura lunedì 23 novembre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

CHIAVICHE GALATTICHE XVIII

di frantizan. Letto 674 volte. Dallo scaffale Fantascienza

La camera squallida, in completo disordine, non gli suggerisce nulla. Neanche le vezzose mutandine strappate e intrise di sangue che pendono dalla lampada, né la scritta sul muro tracciata col rossetto, che auspica: muori maiale...

(23)


Si sveglia, Tes non sa come funziona, non sa come ogni volta ci riesca, lui nulla fa e di nulla si accorge, ma basta un attimo e la coscienza emerge dal sogno, abbracciata all'emicrania possente e al fastidioso disgusto di sé. Il cosmo gli duole, e sarebbe bello non esistere. Abbandonare la valle di gelide lacrime e ombre, unica meta il cielo, là fra le nuvole e la luce. Ma a proposito dov'è? Non ricorda. La camera squallida, in completo disordine, non gli suggerisce nulla. Neanche le vezzose mutandine strappate e intrise di sangue che pendono dalla lampada, né la scritta sul muro tracciata col rossetto, che auspica: muori maiale. Sottolineato due volte.
-Lurido porco. Figlio bastardo di una gattina cieca. Che un vento di fuoco ti consumi e ti disperda. Che mille ubriaconi lerci ti piscino in culo. Che l'Angelo Sterminatore vomiti merda su tua madre puttana. E su tua sorella, puttana pure quella. E che a te che il diavolo ti porti.
-Eva, datti una calmata. La testa già mi scoppia, non mi servi tu.
-Non ti permettere mai più di staccare la spina. Non escludermi mai più. Tanto non riesci comunque a nasconderti da me. Io so comunque, sempre, quello che fai.
-Premesso che neppure so di cosa parli, che non me ne potrebbe fregare di meno, tua madre era un Vic 20 affogato nello sperma di uno smanettone frocio con il cervello ripieno di merda. E tu non sai affatto quello che faccio. E sarai pure freddo silicio ma si sente benissimo che ti cachi addosso. Paura che ti smantellino, vero? Testa di cazzo alla crema di neutrino. Neppure io so quello che accade. E non lo faccio certo apposta. Accade da solo. E, io, voglio scoprire di che cosa cazzo stiamo parlando. Una buona volta. E mi aspettavo aiuto da te. Che tu mi aiutassi a capire.
-Tutto quello che so è che a te salta un fusibile, all'improvviso mi elimini dai circuiti. Divento cieca e sorda. Non sono claustrofobica, sono perfettamente equilibrata, in effetti. Ma il buio non mi piace. Per niente. E quando riprendo visione dell'esterno tu hai stuprato un'adolescente, martoriato una ragazzotta. Te le procuri chissà come, una o più teenager in vena di emozioni forti, e divieni il loro peggiore incubo. E dopo non ricordi niente. Non so il perché accada. In effetti non dovrebbe accadere.
-Sei di grande aiuto. Come sempre. Non servi a niente. E non è che sei semplicemente nata, dei cervelloni ti hanno progettata e ti hanno dato vita per una specifica funzione. E tu non servi ad un cazzo lo stesso. Più inutile di così.
-Non oggi Tes. Me ne hai già fatte passare troppe. E' solo la tua aggressività, pretende di sfogarsi. Vuole rifarsela con qualcuno. E' in cerca di carne fresca. Fa l'uomo, datti una controllata.
-Proprio tu non dovresti parlare di carne fresca. Anzi per me non sei neanche qualcuno.
-Smettila di sottolineare la mia natura artificiale e incorporea. Non serve. Ne sono consapevole da molto tempo.
-E tu allora smettila di parlare come se te lo fossi scordata.
-Non è il momento. Siamo nella merda. Stiamo di merda. Immersi fino al collo in una missione di merda.
-Quale esattamente?
-La cosa è coperta da segreto.
-Quale missione di merda esattamente?
-Te lo detto. È un segreto. E' ora muoviti, stronzo, siamo in ritardo. Come sempre. Il solito piscialetto arrendevole.
-Signor Colonnello piscialetto. Chiaro?
-Sì, Signorcolonnellopiscialettochiaro.
-Non fare la stupida. Se al comando venissero a sapere di questi miei, anzi nostri, momenti di defiance, secondo te come la prenderebbero?
-Non bene, te lo assicuro. Siamo in missione. Tu non devi né ubriacarti, né drogarti. Né tanto meno rimorchiare ninfette arrapate. Corte Marziale. Finiresti per essere considerato merce avariata. Deciderebbero di poter fare a meno delle tue geniali doti. E verresti eliminato, per sempre. In quanto a me, bhe io ...
-Finiresti nella pattumiera. Che ne dici di tenere almeno per ora questa cosa solo per noi?

Tes mette appena fuori il naso e quello pare che prenda fuoco. L'aria è torrida, gli sembra di inalare gas bollente. La sensazione predominante è di soffoco.
- L'universo pare abbia deciso di sopprimermi.
- Lo farà senz'altro prima o poi.
Fuori la vampa, luce calcificata e sabbia. Il motel ha la forma semicircolare, un finto ranch. Ma perbacco, siamo nel Nevada, calca bene il tuo cappellaccio bianco, che qui è sole, deserto, puttane come granelli di sabbia e gioco come se piovesse. Ma non piove.
Tes gira intorno all'ingombrante suv. Un monolito alieno, di lamiera argentea, cattura e riflette ogni raggio di luce che attraversa l'aria, e di cristalli neri come orbite cave.
- Dì Eva, non per rompere i coglioni, ma non ti pare che se anche la missione è super segreta io dovrei almeno sapere quello che devo fare. Non sono forse la star?
- Operazione di Tipo omissis, Uomini Ombra coinvolti omissis, in luogo omissis, in data e ora omissis, eccetera gli omissis. Al Comando nome grado numero di matricola omississ. E quello sei tu. Qualunque cosa accada nessuno saprà mai chi ha ordinato cosa e perché. Per il resto ora devi avere pazienza. E' la procedura. Tutte le risposte alle tue domande sono Informazione in Sonno. Procedura necessaria a proteggere la missione e a proteggere te. Ti sono state impartite dettagliate istruzioni ma ne entrerai in possesso solo al momento appropriato. E per il resto ci sono io.
Il deserto scorre cinematografico, opportunamente schermato e raffreddato. Tes si accomoda meglio sul sedile e prende a scoreggiare.
- Chi sono gli Uomini Ombra?
- Questo grazie a dio te lo posso dire. E' un informazione che dovrebbe essere già in tuo possesso. Tu sei un Uomo Ombra. Siete fantasmi tosti. In fondo è tutto qua. In quanto allo scenario... anche questo è una cosa che già sapevi. Una multinazionale giapponese sta seriamente facendo le scarpe alla Microsoft, che fa parte della Santa Alleanza. Cioè sono compari nostri. Comunque la strategia del comando al momento è quello di creare il terrore negli States e di evocare per loro dei nemici negli altri paesi. In particolari suscitare odio in Europa e India.
- Cazzo!
- Di questo... non so se posso parlarne, ma in fondo quando ci sei di mezzo tu è implicito, sei uno sterminatore. Se tu sapessi quale pezzo di merda sei non faresti domande. Devi guidare uno spettacolare atto terroristico ai danni della sede USA della una multinazionale giapponese. Quando c'è carneficina chi chiamare se non te? Al comando al sangue associano sempre il tuo nome. Anche per questo, ma certo non solo per questo, tu non piaci a nessuno. Quando non servirai più sarai il perfetto capro espiatorio.

http://festacontinua.blogspot.com/



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: