ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 20 novembre 2011
ultima lettura giovedì 14 marzo 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Faith McKnight - Oltre il velo - Part XIV

di SarahJenniferRobin. Letto 297 volte. Dallo scaffale Fantasia

Sembrava che niente potesse scalfire la gioia che provava la bambina in quel momento: i suoi occhi brillavano di una luce così profonda e intensa che era difficile non restare a guardarli.

Quello era sicuramente il sogno più bello che avesse mai fatto, ne era certa. Camminare fra le nuvole, nel cielo disseminato di stelle e colmo del bagliore della luna... che cosa poteva desiderare di più? Si sentiva talmente felice e libera, che non sentiva nemmeno la fatica della sua corsa sfrenata: stava correndo da parecchio tempo e ormai aveva alzato talmente tanti sbuffi da terra che tutt'intorno l'aria era pregna di minuscole goccioline. La cosa più strana e piacevole, tuttavia, era la sensazione di trovarsi a casa sua. Continuava a chiedersi il perché di quello strano calore che sentiva lì dove c'era il cuore... com'era possibile? Lei era sempre vissuta lì nella Contea! Ma allora perché mai si sentiva così bene, così in pace?

Il filo dei suoi pensieri venne interrotto dalla voce calda e melodiosa di Aamal: - Faith! fermati un momento bambina! Vieni qui. Io e Soygosh dobbiamo parlarti -.

Veloce come il vento, corse verso i due amici, e non appena fu a due passi da loro, si buttò tra le soffici nuvole e riprese fiato. Ora si che sentiva la fatica! Aveva il fiatone e le guance arrossate, il cuore le batteva forte e le gambe le dolevano.

- Allora, non ti senti un pò stanca? Ti giuro che non ho mai visto una bambina correre così veloce! Dunque, io e Soygosh... -

Faith non la stava a sentire; aveva chiuso gli occhi e stava ripensando alle tante corse che aveva fatto tra i campi e i frutteti, alle gare con Jeff. Jeff...

Come quel pensiero le si formò nella mente, sentì che la solidità e la consistenza della nuvola su cui era distesa cominciavano a venir meno...

Con orrore, si rese conto che poteva vedere la terra confusa sotto di lei, a kilometri e kilometri più in giù...

Era nel panico. Com'era successo? Fino a quel momento la nuvola la stava sorreggendo e ora...

- Faith! Pensa a qualcos'altro! PENSA A QUALCOS'ALTRO! - le urlarono i due amici. Ma non ci riusciva... l'immagine del suo adorato amico era più viva che mai davanti ai suoi occhi che ora si stavano riempiendo di lacrime ancora una volta...

- FAITH! CORAGGIO! FAI PRESTO, TI SCONGIURO! -

L'urlo disperato di Aamal la riportò alla realtà, e appena un istante prima che la nuvola si dissolvesse del tutto, cominciò a ripensare alla felicità che aveva provato in quel posto...

Dinuovo, con la stessa velocità del suo pensiero, la nuvola tornò alla sua confortevole e sicura solidità come se non fosse successo niente.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: