ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 18 ottobre 2011
ultima lettura sabato 25 maggio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

La Guerra Dei Germi

di DOMENICO DE FERRARO. Letto 1088 volte. Dallo scaffale Fantascienza

LA GUERRA DEI GERMI Attraversare l'inferno ,combattere il male sotto ogni sua forma  ,prendere coscienza  del caos che ha  generato   ogni cosa   , figure sinistre  che sembrano volerti trascinare  .....





LA GUERRA DEI GERMI





Attraversare l'inferno ,combattere il male sotto ogni sua forma ,prendere coscienza del caos
che ha generato ogni cosa , figure sinistre che sembrano volerti trascinare con
loro verso chi sa dove. Avventurasi negli orrori quotidiani,
passare attraversare una coltre nera che ricopre le macerie della città distrutta , smembrata quasi divorata da un animale,feroce e famelico che s'e lanciato sul suo
corpo indifeso pronto a sbranarla. E in quei luoghi oscuri e
irraggiungibili della nostra mente che si nasconde una misteriosa ,invincibile forza, qualcosa di cui non si ha nessun certo intendimento , una forza che ci spinge ad
essere simile a lei una forza primordiale venuta da lontano sulla scia d'una pioggia di meteoriti atterrati e fecondati dalla terra. Che ha generato dei terribili
microrganismi capaci di mutare ogni forma vivente. La volontà di vincere questi germi stralunatici che fanno sorridere ,che fanno scherzi bestiali tramutandoti in
un impiegato incallito , un edicolante annoiato , un automobilista
scorretto , in un cane zoppicante, in un vigile urbano in un folle
cantante di musica pop , un essere ilare che si nutre di un corpo già malato. Che spesso sfocia in una risata che sale lenta parte dallo stomaco poi muore in gola facendoti
singhiozzare , piangere e riflettere per giorni e giorni. Germi di cui non si conosce l'origine c'è chi dice vengono da lontani sistemi ai confini dell'universo , germi che sono capaci di distruggere e generare altri organismi all'interno dello stesso corpo . Assumono forme incontrollabili diventano orrende figure, figli dei nostri peggiori incubi. La gente fugge non sa più dove scappare ,c'è chi si è barricato in
casa murando ogni porta, ogni finestra . Tutto inutile. Rinchiudersi
dentro con provviste d ‘ogni genere ,aspettare che tutto finisca , i germi viaggiano
nell'aria sull'ali del vento passano attraverso i muri
di cemento, le lastre di ferro e d'acciaio , raggiungono i deboli corpi e come
ospiti indesiderati banchettano gozzovigliano in quelle esistenze
indifese. Le strade sono piene di morti e di soldati molti indossano ancora le loro tute speciali provvisti di respiratori , quelli rimasti in vita controllano l'entrate e l'uscite delle vie principali . Quando finirà questo massacro John non c'è la faccio più quasi
impazzisco . Mi sembra di vivere in un incubo ? Come e potuto succedere tutto
questo ? sai me lo domando spesso ,io ho le mie risposte forse saranno stupide , io credo che quelli che vivono oltre questo sistema solare abbiano voluto castigarci , quasi
una punizione per aver voluto diventati simili a loro. No ,dai Robert cosa dici è solo un film, John stanno girando un film ti rendi conto , è tutta una finta . Una finta dici e come spieghi due milioni di morti in un mese. Nazioni estinte
per sempre , continenti scomparsi ,ingoiati , da cosa John dal nulla, tutto frutto della nostra fantasia ? La causa sono loro questi piccole invisibili microrganismi capaci d' insidiarsi
nei nostri corpi e di generarne altri a loro immagine. Dai Robert calmati tutto finirà presto. I migliori scienziati di questa terra si sono uniti per trovare un antidodo a questa epidemia. Vedrai c'è la faranno ,sono bravi i nostri scienziati , abbiamo dalla
nostra i più grandi cervelloni del pianeta terra. Vedrai qualche zuccone prima o poi troverà la
soluzione. Se anche non fosse emigriamo tutti , ci troviamo un
bel pianeta da colonizzare e creiamo un nuovo mondo civile.. Cosa ne pensi Robert? Cosa ne penso ? penso che questa volta sarà molto difficile .Combattiamo un nemico troppo piccolo , invisibile un nemico che ci prende in giro , ci fa le boccacce, ci studia ,ci fa diventare cretini come lui. Ecco cosa ne penso , viviamo un momento cruciale della nostra storia umana , forse questa volta non c'è la faremo anche sé abbiamo dalla nostra parte i migliori cervelli di questo mondo. Robert sé continui a parlare così mi farai cadere le braccia su con la vita ,sorridi tutto diventerà più rosa. Bella questa tua filosofia. Ok sorrido così quando uno di quei così entrerà di nascosto nel
mio organismo , riderà anche lui ,riderà tanto da schiattare dalle risate. Va bene? E lo sai perché ? Perché Robert ? Perché penserà ma guarda che stronzi questi esseri umani, invece di essere tristi ,disperati , ridono . Non c'è scampo , sono rimasti pochi luoghi incontaminati , non c ‘è casa , ospedale rifugio che possa ritenersi sicuro. Sono ormai dappertutto questi strani
orribili mostri assumono gli aspetti più bizzarri quasi umoristici
, sono di diversi tipi , certi quasi inoffensivi, altri capaci di divorare ogni cosa che trovano. Ieri ho visto fare fuori un vecchietto seduto nei giardinetti pubblici .Mentre
era intento a leggere il giornale. Uno strano organismo a tre teste lo
ha assalito alle spalle e fatto sparire in pochissimi istanti. Credimi non ho mai visto nulla del genere in vita mia , stento a credere ai miei occhi. E cosa fanno quelli al governo , scappano , non si trova più un dirigente , gli uffici sono vuoti. Credo
che stiamo per giungere alla fine. Allunga la mano . Vuoi fumare ? No grazie non fumo. Ehi ma questa mano è finta? Si lo persa
lottando contro uno di quei mostri, mi brucia ancora la ferita al ricordo. Era una sera tornavo a casa , dopo aver passato dodici ore in servizio a pattugliare siti pericolosi.
Stavo per scendere dall'auto quando uno di quei maledetti cosi dall'aspetto di uno
scarafaggio peloso sbucò improvvisamente dal nulla ,presi
la pistola e la puntai contro di lui ma quel maledetto si
trasformò in una belva con una bocca enorme e m'azzanna
la mano ingoiandola insieme alla pistola. Per fortuna un mio vicino di casa
Alfred accorso fuori l'uscio di casa con la sua vecchia carabina gli fece saltare le cervella con
un sol colpo. Ti ripeto, ho visto e subito cose incredibile , ti
confesso incomincio ad essere pessimista sulla faccenda
, non mi convincono più le raccomandazioni dei politici
e dei generali quando dicono che stiamo ad un passo dal scoprire la
soluzione per decimarli tutti. Mi porto appresso un arsenale guarda un bazooka ,oramai non mi fido più di nessuno tranne delle mie armi. Mi
sono rimaste poche speranze, forse esagero , ma la verità e sotto ai nostri
occhi. John cerca di sdrammatizzare . Il sergente invece dice che non dobbiamo arrenderci che forse manca poco alla vittoria . Che dobbiamo
sconfiggere questi mostri che si sono insediati nei nostri corpi , che noi soldati dobbiamo dare il buon esempio , non dobbiamo mostrarci deboli se no
i mostri ci sopraffaranno , dobbiamo continuare a credere i noi stessi nella nostra capacità di sopravvivere di sognare un mondo libero . Non dobbiamo abbandonarci all'amarezza ,all'ira , alla confusione proprio come stai facendo tu Robert ,scusa sé te lo faccio
presente. Se saremo forti e padroni di noi stessi, potremo sconfiggerli. La nostra volontà è la nostra vittoria. Non
ha importanza quando riusciremo a distruggere
queste orrende creature , l'importate è combattere avere fiducia in noi stessi. Va
bene John le tue parole sono veramente incoraggianti. Adesso
ognuno faccia il suo dovere , gli scienziati preparino formule chimiche o macchine capace
d'annientarli noi seguiremo la nostra strada li faremo fuori con le nostre armi tutti quelli che incontriamo. Forza andiamo sotto vento con prudenza staniamoli , cerchiamoli in ogni cosa loro vivano in ogni forma , corpo , sotto qualsiasi sembianza loro si sono nascosti li prenderemo e li faremo fuori . Ci sto Robert andiamo .Incamiciano a correre vanno incontro al loro destino senza timore. S'avventurano vanno avanti , s'uniscono dopo un po' ad un
gruppo di soldati d'un diverso reggimento . Avanzano compatti tenendosi stretti
gli uni vicino agli altri. Forse vivranno , forse moriranno .l'importante è non
avere più paura , poiché sanno di non dover aver più paura di se stessi di cosa potrà accadere se uno di quei strani esseri s'infilerà dentro di loro. L' unica loro certezza è nella loro forza di sopravvivere ,di ridere , di amare di continuare a credere ancora nel
domani.









Commenti

pubblicato il 09/11/2011 19.33.41
Marylu90, ha scritto: Per la miseria ^^ Bel lavoro !

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: