ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 15 ottobre 2011
ultima lettura mercoledì 23 settembre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

IL GRIDO DI UNA BAMBINA IN PREDA AD UN PEDOFILO SACERDOTE!!!!!

di visconti69. Letto 849 volte. Dallo scaffale Poesia

Sono centinaia gli abusi sessuali di sacerdoti a danno di fanciulli,spesso nel nome di Dio,si nasconde un mostruoso abuso chiamato :Pedofilia.......

Ombre oscure di lunghi mantelli,

speranza tradita ,inganno osceno,

con diabolica astuzia hai lenito l'anima fanciulla,

ne hai usurpato il vergine corpo,

nel nome di Dio,

le tue vesti si sono macchiate di sperma,

lacerando con sangue e dolore

il mio innocente corpo,

in manto di agnello mi hai accudito,

ma dentro vorace e sordo era il tuo desiderio

sporco e meschino,

violento e spietato,

hai defraudato cio' che custodivo gelosamente,

con la croce in petto

che sbatteva sulla mia fronte

abusavi delle mie neonate mammelle,

e come un toro su una nascitura giovenca,

ti sei avventato,gridando che il paradiso

dipendesse da questo,

la panca su cui pregavo

si trasformava

in un giagiglio di orrore,

come eco nel soffitto di sacri dipinti,

si dilatava il mio dolore,misto al tuo

profano piacere,nei tuoi occhi Dio

non vedevo,le tue mani il vangelo non era,

il rosario tramutato

in disgustosi versi di piacere,

affamato il tuo ventre

si addentrava nelle mie parti intime,

fino a lacerarne tutte ,

e mi dicevi:Dio gioca con te,

Dio vuole il tuo amore,

io sono amore,

e ingannavi Dio e te stesso,

e nell'inganno

questo puro corpicino

e' stato trasformato in oggetto

di piacere,in strumento di violenza,

hai contaminato il mio animo,

violentemente,

nel nome di Dio,

DON ABBONZIO,

DIO TI MALEDICA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: