ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 8 ottobre 2011
ultima lettura giovedì 21 marzo 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Per "cri52"

di ciffo17. Letto 456 volte. Dallo scaffale Generico

Smetterei di vivere per rivedere l'uomo armeggiare con le vecchie polaroid. Ieri sera è stato bello, quando i cassonetti lasciavano strada ai guard rail ammaccati e le luci negli archi di Padova Est. Uno screpitio attraversa Roma, i fori imperia...

Smetterei di vivere per rivedere l'uomo armeggiare con le vecchie polaroid.

Ieri sera è stato bello, quando i cassonetti lasciavano strada ai guard rail ammaccati e le luci negli archi di Padova Est. Uno screpitio attraversa Roma, i fori imperiali ed il Vittoriano, il Colosseo ed il Pincio, quando si consumano gli amoriadolescenziali sulle Vespe elaborate, sfuggite al controllo dei Ghisa ancora sbiaditi dalle cene del giorno prima , festeggiando il venticinquesimo con le mogli, storditi dagli xilofoni e dalle paghe troppo basse, frustrati dai patti di stabilità.

In Arizona a Pasqua mangeremo terra rossa e Kenyon, ricordandoci del sorriso color panna di gracili batuffoli scuri, ancora inconsapevoli di appartenere alla stesa specie che li ucciderà. I gasometri e la diffrazione del petrolio massacrano le nostre fotosintesi, la chimica avanza e l'ashish lungo i corsi dei fiumi fa da guida ai turisti tunisini, coperti da cartoni, come noi in cassa integrazione, quando al binario 10 a Tiburtina vi guardavo dal sedile del regionale 11047.

Siamo tutti nei Grandi Raccordi Anulari, Ondaverde ci spara le notizie, come se il traffico non si vedesse, di ritorno a casa dalle nostre famiglie, di ritorno solo per loro, unico senso di vita, unica parentesi appagante di tanti puntini di sospensione. Chissà come ci vedono le testate giornalistiche, l'Unilever ed il loro spasmodico mestiere di sperimentatori, noi come cavie affannate, a cercare un'uscita, a dormire negli scantinati e imbucarci nei vicoli, tra l'odore di salsedine ed i fumi dei tombini di New York.

I vecchi casali ad Orvieto, la madreperla, il senso di oppressione, le manifestazioni, i decreti legislativi ed il cosmopolitismo, tutto questo, solamente tutto questo ci permette di "essere" e non di "esserci".



Commenti

pubblicato il 08/10/2011 14.39.13
cri52, ha scritto: Sai cogliere ogni attimo della tua realtà e la tua fantasia appare essa stessa reale, il tuo è un viaggiare in luoghi a braccetto con la profondità dell'animo, cosa sempre più rara per una giovane età e che mi riempe di gioia. La vecchia polaroid... è un tuffo al cuore per chi ha la mia età e la chiusa è bellissima. Tu sicuramente "sei". Un grazie commosso per la dedica. N.B si scrive per nessun'altra ragione che per quel nostro intimo sentire.

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: