ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 30 settembre 2011
ultima lettura martedì 15 ottobre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

SAGGEZZA DALLA COSTA SUDAFRICANA IN PROVERBI!!!!!!!!!!!

di visconti69. Letto 2225 volte. Dallo scaffale Viaggi

GLI zulù, popolazione che vive lungo la costa orientale del Sudafrica a sud dei tropici, hanno una tradizione di divertenti proverbi che rispecchiano lezioni di vita in un modo tipicamente africano. Poiché gli zulù amano gli anima...

GLI zulù, popolazione che vive lungo la costa orientale del Sudafrica a sud dei tropici, hanno una tradizione di divertenti proverbi che rispecchiano lezioni di vita in un modo tipicamente africano. Poiché gli zulù amano gli animali, e questi hanno un ruolo importante nella loro vita, non sorprende che ciò si rifletta nei loro detti.

Considerate, per esempio, come uno zulù descriverebbe quello che succede quando in una famiglia ci sono due capi. Sarebbe disastroso come mettere ‘due tori nello stesso kraal [recinto]’. (Akukho zinkunzi zahlala ndawonye).

E, sempre in tema di bestiame, l’odore acre di un corno che brucia nel fuoco della comunità è estremamente sgradevole per tutti coloro che si trovano nelle immediate vicinanze. Perciò di una persona intrattabile e litigiosa qualcuno potrebbe dire fra i denti: “Ecco che va di nuovo a bruciare il suo corno”. (Ushis’ uphondo).

Portare il proprio carico nella vita è ritenuto una virtù quasi da tutti. Gli zulù non fanno eccezione. Quindi un vecchio saggio potrebbe osservare: “Devi assumerti onestamente le tue responsabilità, poiché ‘nessun elefante ha mai trovato troppo pesante la sua proboscide’”. (Akundlovu yasindwa umboko wayo).

Se si incontrasse un rinoceronte infuriato in un luogo deserto, la cosa migliore sarebbe salire su un albero. Di qui l’espressione: “Non parlare del rinoceronte se nelle vicinanze non c’è un albero!” (Ungakhulumi ngobhejane kungekho sihlahla eduze). Il proverbiale avvertimento è ovvio.

Anche cercare di occuparsi di troppe cose in una volta può essere controproducente. “Non puoi cacciare due antilopi allo stesso tempo”, dicono gli zulù. (Ungexoshe mpalambili). Chi ha cercato di farlo sa che mentre concentri le tue energie su un animale, l’altro si affretta a fuggire. La lezione? Fa una cosa alla volta.

L’ostinazione irragionevole è in genere disapprovata da tutti. Gli zulù hanno un modo originale per descrivere un testardo: “Mentre si cuoceva lui, si cuoceva anche una pietra, e la pietra si è cotta prima”



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: