ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 9 settembre 2011
ultima lettura domenica 24 marzo 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Cercando di uscire da un vortice infinito

di tartaruga82. Letto 4355 volte. Dallo scaffale Amore

Ed è di nuovo acqua profonda.Cielo buioSenza nemmeno un lampoAd illuminare la strada.Ancora lacrime che tornanoA bagnare occhi e guance.Fa di...

Ed è di nuovo acqua profonda.

Cielo buio

Senza nemmeno un lampo

Ad illuminare la strada.

Ancora lacrime che tornano

A bagnare occhi e guance.

Fa di nuovo male il cuore.

Ed inizio a non avere più le forze.

Vorrei avere il coraggio

Di arrendermi.



Commenti

pubblicato il 10/09/2011 14.57.10
KalmanKose, ha scritto: Cara Tartaruga, di solito si scrive come hai fatto tu perchè si ha bisogno di richiamare l'attenzione. Degli altri? Di qualcuno che non vede e non sente? Io rileggerei i tuoi sensibilissimi versi per assaporare la bravura che ti ha spinto a scriverli. Il coraggio è tutt'altra cosa! Ma ,forse, il tuo è solo un abile moto dell'anima...
pubblicato il 12/09/2011 9.28.15
tonymalerba, ha scritto: Vorresti avere il coraggio di arrenderti, così da poter trovar pace nella rassegnazione: ma questo non è nella tua natura. Ecco allora che nella quiete di questa solitudine oceanica può arrivare un prezioso momento di riflessione, per prepararti a ripartire con mente più aperta. Non serve il solo entusiasmo se la mente non è più aperta di prima, come il toro che corre verso il torero ad incontrare la sconfitta. Se il toro avesse la mente più aperta, sarebbe l'indiscusso vincitore della corrida.
pubblicato il 12/09/2011 19.32.06
Mario Vecchione , ha scritto: Struggente, dolorosa, scritta con le lacrime agli occhi, suppongo....ma, se comosci il mio carattere, dalla lettura dei miei versi, sai che non sono la resa ed io ti stimolerò sempre a non arrenderti a questo vortice d'infinita pena!
pubblicato il 13/09/2011 12.06.09
PaoloV, ha scritto: ...Ma perchè? Perchè ancora acqua profonda,cielo nero. Perchè questa solitudine di carne e sangue,questa mancanza,questa assenza? E se tu ti arrendessi pensi che cambierebbe qualcosa? Tutti questi ? dovrebbero scavare dentro di te. Che cosa REALMENTE non va Tartaruga? Perchè questa ricerca disperata di aiuto,di una mano,nel freddo della tua anima,che non riesce a raggiungerti? Che cosa genera questa opprimente pena?...
pubblicato il 21/09/2011 12.09.03
rikievans, ha scritto: tartaruga amica mia, segui il consiglio del pazzo gatto rik, le 7 vite le ho quasi finite ma non mi sono mai arreso, la morte è mia compagna da anni , ma le ho dimostrato più volte che sono più forte di lei, sia nel dolore fisico ,che nelle delusioni amorose, perciò aspetto con ansia di rileggere que bei scritti d'amore di un tempo, sai che io sono sempre con te, forza amica mia.
pubblicato il 08/11/2011 20.33.48
alexein, ha scritto: eh si..rivedo un filo conduttore comune. Mi piace il modo in cui scrivi, sintetico e lineare, al contrario del mio più prolisso

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: