ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 4 settembre 2011
ultima lettura mercoledì 30 ottobre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

A MAGIC NORWAY : Il mistero dell'Anello CAPITOLO 1

di mirketo. Letto 914 volte. Dallo scaffale Fantasia

Primo dei due capitoli di prova della mia nuova storia fantasy ambientata in Norvegia nel 1985...in un mondo diverso dal nostro,magico,che sognano tutti i bambini che abbracciano l'orsetto mentre dormono.

1 CAPITOLO : Un ragazzo speciale…

Edmund Gregon era un ragazzino normale come gli altri,anche se era meglio dire che nessuno in quel mondo era reale…tutto era magico, e niente era impossibile…

In quel mondo esisteva ogni creatura speciale che ogni bambino si sogna di avere nel nostro…

Draghi,animali parlanti,e tutto ciò che i bambini desiderano di avere come regalo sotto l'albero di natale…

Ma dagli animali magici,anche gli umani erano dotati di poteri magici,gli elementi naturali dei loro poteri erano quattro …e sono i quattro elementi più comuni nel mondo:

-LA TERRA.

-L'ACQUA.

-L'ARIA .

-IL FUOCO.

Ovvio che avendo un mondo di persone che usano questi poteri per scopi pacifici,ci sono anche persone che usano questi poteri esclusivamente per loro stessi,ed alcuni che usano questi poteri come forma di terrore…

Il padre di Edmund era uno di questi ultimi…

Appena nato Edmund,il padre abbandonò lui e sua moglie Alice,una donna di successo,che lavorava alla più grande forma di organizzazione magica che combatteva il male,l'IMPERIUM.

Edmund viveva con i suoi nonni a Bergen,in Norvegia.

Sua madre invece lavorava all'Imperium in un paese più lontano, per mantenere i nonni e dare a Edmund tutto ciò per farli vivere una vita normale…anche se aveva un padre ricercato in tutta la Norvegia…

Anche se suo nonno Albert Gregon era un potente "mago" se vogliamo dire così…suo nipote non aveva preso sicuramente da lui,anzi…

Edmund disprezzava le cose che era in grado di fare,non era volenteroso di usare i suoi poteri perché credeva che la magia fosse solo un modo per incutere paura,e che fosse stupido usarla per ricevere applausi e lodi,e allora preferiva non usarla.

Fù per questo che non volle mai imparare l'arte dei quattro elementi…l'unica magia che sapeva fare era di moltiplicarsi in 2 Edmund grazie all'anello che il padre gli aveva lasciato in eredità…un anello veramente molto speciale,e desiderato da forze maligne.

Il padre di Edmund,Rupert Gregon,era ricercato da più di 13 anni,ma lui stranamente si faceva chiamare dai suoi seguaci "Siel Henger".…

Ma smettiamo di descrivere e cominciamo a narrare…

In un cimitero poco noto a nord della Norvegia,il mago maligno più oscuro di tutta la Norvegia,Siel Henger,si rifugiava per pensare…per meditare e allenarsi per le future battaglie che lo aspettavano…

Ogni mese questo mago maligno uccideva una qualsiasi famigliola di maghi,per far capire a tutti che nonostante non si faccia più vedere in giro,l'era del suo terrore non avrebbe mai avuto fine…

Era il 5 Settembre 1985,Siel Henger comparve dalle nuvole oscure nel cielo come una piccola forma di tornado nera e raggiunse il cimitero per un annuncio importante ai suoi seguaci…

Siel Henger era un mago sui quarant'anni,con pochi capelli,così lo descrivono le poche persone che li hanno visto il viso,perché quest'ultimo è sempre ricoperto da un cappuccio nero,che gli oscura tutto il viso…il suo vestito è tutto nero,ricoperto di un rosso sangue delle vittime a cui taglia la gola e incendia subito dopo.

Dopo un quarto d'ora dal suo arrivo si presentarono tutti gli altri seguaci con lo stesso modo che aveva usato Siel Henger per arrivare al cimitero,se vogliamo dare un termino preciso chiamiamolo "A TORNADO".

- Miei valorosi discepoli - iniziò il mago maligno.

-Sono passati 13 anni,anni lunghi ed eterni per noi…

In questo arco di tempo,anche se abbiamo perso tantissimi uomini,ci siamo fatti valere e siamo riusciti a far continuare anni di paura e sofferenza…-disse Siel Henger, che poi prosegui :

- Ormai la gente si è adattata alle morti che io procurò a diverse persone nell'arco di 30 giorni,ma da oggi cambierà tutto! -

I seguaci si guardarono increduli,ormai tutti stavano perdendo la speranza,di un possibile ritorno del male come governatore…

Siel Henger fece un respiro profondo,per poi proseguire :

- Oggi,cari miei compagni,Edmund Gregon,custode dei grandi poteri,ha compiuto 13 anni,e ormai suo nonno,mago molto temuto da noi tutti, non può continuare a proteggerlo ogni ora del giorno…Da oggi quindi,potrò finalmente avvicinarmi al ragazzo,e distruggere l'ultimo ostacolo che ci separa dalla conquista della Norvegia,e successivamente… del mondo intero!".

-Mi scusi…signore- lo interruppe Gregory Grenit, per chiedergli :

-Sicuramente lei dalla mente geniale avrà un piano per raggiungere il ragazzo a Bergen…

-Naturalmente! mio discepolo! però avrò bisogno del tuo aiuto per questo piano…mi segua signor Grenit..

-Mentre voi altri- ordinò Siel Henger rivolgendosi al resto dei discepoli :

-Continuate a rapire altre famiglie, voglio che tutti pensino che non abbiamo cambiato obbiettivo…

Dopo queste ultime parole,diede le spalle ai suoi discepoli,e questi ultimi presero il volo "a tornado" e scomparvero nel cielo.

Tutti tranne Gregory Grenit,che rimase nel cimitero insieme a Siel Henger per conoscere il piano escogitato dal mago maligno...



Commenti

pubblicato il 04/09/2011 22.27.37
fiordiloto, ha scritto: Molto scorrevole e chiaro! Mi piace l'atmosfera ^^ Ti seguo sempre volentieri! A quando il prossimo?
pubblicato il 04/09/2011 22.31.21
mirketo, ha scritto: 5 minuti

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: