ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 19 agosto 2011
ultima lettura martedì 7 aprile 2020

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

Di sfuggita

di mastermind99. Letto 2900 volte. Dallo scaffale Eros

all'ora di punta a Milano è un inferno. Ero uscita a metà mattina per delle commissioni. Presi prima il tram poi un autobus e infine la...

all'ora di punta a Milano è un inferno. Ero uscita a metà mattina per delle commissioni. Presi prima il tram poi un autobus e infine la metropolitana per arrivare dall'altra parte di milano.

Entrai in metropolitana. Avevo un tubino aderente,non troppo provocatorio ma che mi disegnava bene il mio corpo odiato amato.

Il vagone era pieno.Entrai e mi diressi verso l'angolo. Erano circa 15 fermate,un vero strazio.Dopo due fermate il vagone si riempi e io mi ritrovai sballotata da tutte le persone che vi erano entrate. Non ero più contro l'angolo ma sentivo che dietro di me si era messo qualcuno. Improvvisamente senti spingere da dietro,qualcosa di duro. L'istinto mi portò a girarmi ma poi la razionalità mi fece fermare, imponendomi che magari era solo per il fatto della ressa.

Dopo poco senti una mano che mi cingeva i fianchi in modo delicato,e un qualcosa di tosto mi spingeva in mezzo alle mie natiche. Quei pochi frammenti mi provocarono un'eccitazione improvvisa.In quel luogo,uno sconosciuto,che mi appoggiava il suo membro eretto dietro al culo. Sentì una mano che mi accarezzo fino ad arrivare sottoe toccare la mia intimità bagnata. Mi bagnavo e gli bagnavo le mani. Mi iniziò a toccare il clito a massagiarlo delicatamente.Allargai un pochino le gambe per farlo entrare meglio e lui entro con delle dita prepotenti,la mia tana viva lo accolse volentieri. Mi strinse i fianchi e mi tocco più freneticamente il clito,chiusi gli occhi con l'aria che mi abatteva in faccia e intanto mi immaginavo che mi infilasse la sua mazza dentro di me,dopo poco venni serrando le gambe con la sua mano in mezzo. La metropolitana frenò.Aprì gli occhi.Era la mia fermata. Mi mossi lasciai lo sconosciuto li e me ne andai.Uscì mi sistemai il tubino. Che bello prendere la metropolitana nell'ora di punta



Commenti

pubblicato il 19/08/2011 15.59.12
Valleymoon, ha scritto: Raramente prendo la metrò e mai all'ora di punta! Su certe cose la decisione è solo mia... Monica.
pubblicato il 23/08/2011 20.14.54
HotIce, ha scritto: Intrigante! Con uno sconosciuto ed in mezzo alla folla...

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: