ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 26 giugno 2011
ultima lettura lunedì 25 marzo 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

SEMPLICEMENTE ME

di bella. Letto 1039 volte. Dallo scaffale Storia

Salve a tutti non so chi mai leggera' cio' che sto per scrivere e francamente non mi interessa,ma scrivo ugualmente e lo faccio per me stessa perche' per una volta voglio provare a esprimere quello che ho dentro.

Ecco mi presento sono Isabella Morucci ,sono una ragazza molto semplice ma con una personalita' forte,non amo stare con le persone perche' mi sento fuori luogo in quanto non mi piace dialogare,sono schietta e sincera dico quello che penso sempre e comunque andando contro tutto e tutti,ma delle volte sentirti dire la verita' fa male e le persone non sempre apprezzano la sincerita'.Sapete qual'e' la questione? la questione e che la gente vuole sentirsi dire cio' che vuole e non la verita',non come stanno veramente le cose perche' se tu dici cio' che vogliono loro allora va tutto bene,ma se dici una cosa totalmente diversa allora sei cattiva ecc...Da piccola sognavo spesso ,amavo leggere le fiabe perche' mi imedesimavo nei personaggi ,pero' con il tempo ho imparato che dai sogni bisogna svegliarsi perche' la vita ti riserva delle prove difficili da sopportare,e allora i sogni non esistono piu' e ti rimane soltanto amarezza una grandissima amarezza.Mia madre era una segretaria di azienda,mio padre un chirurgo,avevo un fratello Marco che purtroppo non c'e' piu' e da quando non c'e' piu' che ho capito che i sogni non sevono a nulla perche' la vita va sempre contro ai tuoi desideri ,ho imparatoa non aspettarmi nulla a vivere come capita a non chiedermi cosa mi accadra',cosa faro' oppure chi incontrero' ,adesso vivo cosi senza una meta,non ho una meta da raggiungere non ho un obbiettivo ,ho solo un grandissima voglia di tornare indietro e rivederlo,si rivederlo li' che mi parla ,che mi guarda e che mi consiglia,ma putroppo non si puo' combattere contro il tempo esso e' sempre piu' veloce.Marco era un ragazzo allegro il contrario di me che ero chiusa e problematica,lui aveva sempre il sorriso sulle labbra,mi ascoltava ,mi consigliava ,mi prendeva in giro ....ricordo un giorno io ero a scuola e facevo la 3 elementare se non erro,lui come tutti i giorni mi veniva a prendere da scuola , io ero comesi dice la "soggetta" della classe tutti i prendevano sempre in giro perche' nelle ore di lezione mi incantavo , e come dicevo quel giorno come tutti gli altri mio fratello mi venne a prendere a scuola ,e tutti i bambini erano intorno a me e mi prendevano in giro,ma ad un tratto arriva mio fratello e mi difende ,dice a quei bambini che non bisogna giudicare gli altri e che loro non erano migliori di me,io mi sentivo protetta e fiera di avere un fratello cosi',l'unico che mi capiva ,l'unico che mi difendeva insommA l'unico che mi voleva bene.Con mio padre nonho mai avuto un bel rapporto ricordo una volta che gli dissi che mi avevano dato un bel voto ma lui non mi disse nulla ne' un complimento,ne' un gesto di affetto.Io e lui non abbiamo mai parlato molto non si e' mai interessato di me,non e' mai stato presente ad un mio compleanno,non si e' mai presentato ai colloqui scolastici ,non sa il mio cantante preferito non sa niente.Con mia madre ci parlo ho un bel rapporto ,ma con mio fratello era diverso lui era l'unico capace di farmi sentire importante e meno sola.Marco aveva 21 anni,lui amava stare con gli amici,era circondato da moltissime ragazze ma lui diceva che la sua preferita ero io,la sua sorellina,lui andava all'universita' studiava giornalismo,lui era brillante aveva sempre ottimi voti,era buono ,aveva sempre una parola di conforto per tutti.Era geloso se qualche ragazzino mi ronzava intorno,era sempre pronto a difendermi , a farmi sorridere,lui litigava con mio padre per me ,per farmi dare un po' di attenzione.Una olta gli dissi :"perche' papa' mi odia?" e lui mi rispose :"lui non ti odia ,ti VUOLE BENE ognuno di noi dimostra il bene in maniera diversa e papa' dee troare il modo" allora io gli dissi:"e se lo aiutassimo noi?" lui mi sorrise e mi fece segno di si con il capo,ricordo quel giorno come se fosse ieri andai da mio padre e glidiedi un bacio sulla guancia ,lui era stupito e mi sorrise.A me sembrava di toccare il cielo con un dito mio padre mi avea sorriso perla prima volta andai subito da mio fratello e lui mi abbraccio' forte e mi disse :"hai visto piccolina che papa' ti vuole bene?"

SI aveva ragione mio padre era soltanto un tipo che non dimostrava affetto pero' mi serebbe piaciuto sentirlo vicino a me .Io e Marco eravamo inseparabili fino a quel terribile giorno.

Io ero come tutte le mattine a scuola mi aveva accompagnata marco stranamente,perche' di solito mi veniva soltanto a prendere,mi diede un bacio e mi disse sorellina ti voglio bene e passa una buona giornata e all'uscita mi troverai di nuovo qui.Bugiardo! tu all'uscita non ci sarai e non ci sarai piu',quella e' l'ultima volta che ho visto mio fratello.

Ero in classe un bidello entro' a riferire qualcosa alla mia maestra ,la vedevo scioccata stava quasi per piangere e allora mi chiamo' e mi disse che mio fratello era morto in un incidente stradale,io all'inizio rimasi pietrificata dopo scoopiai a piangere sembrava che mi avessero strappato un pezzo del mio cuore.

Passarono i giorni ed ero arrabbiata con il mondo,arrabbiata con mio fratello perche' se ne era andato e mi aveva lasciata sola,piangevo tutte le notti,e tutte le notti lo cercavo ma lui non c'era,all'uscita della scuola lo immaginavo li' con i suo sorriso ad aspettarmi,ma era solo un illusione lui non c'era piu'.Avevo una rabbia immensa perche' me lo avevano portato via lui era l'unico con cui parlavo,l'unico che mi faceva sentire viva.

CRESCENDO il DOLORE e' rimasto pero' amici sapete cosa c'e' che adesso ringrazio mio fratello di tutto,lo ringrazio dei consigli che mi ha dato ,semplicemente lo ringrazio per esserci stato ,quel poco che e' bastato,perche' grazie a lui ora sono quella che sono non ho paura di mostrarmi agli altri e adesso so difendermi da sola.Certe sere mi capita di riguardarmi le vecchie foto e rivederlo sapete che effetto mi fa ? un effetto bellissimo,perche' anche se lui non c'e' fisicamente io lo sento vicino ,come si dice lontano dagli occhi ma vicini con il cuore ,e io non lo dimentichero' mai lo giuro.A un ultima cosa sto studiando giornalismo finiro' quello che mio fratello aveva iniziato,voglio vedere il suo sogno realizzarsi perche' i suoi sogni sono anche i miei ,che dirvi di piu' adesso sto bene la vita va avanti,il mondo gira lo stesso e il mio cuore batte comunque ,perche' mio fratello e' dentro di me e nessuno potra' togliermelo mai!



Commenti

pubblicato il 27/06/2011 1.15.38
frantizan, ha scritto: Le persone non amano sentirsi dire la verità, almeno quando questa non è bella. Ma esistono altre possibilità, si può vivere con leggerezza, senza troppo preoccuparsi. Tu sei abituata a ripetere a te stessa che i sogni sono un ingombro, sono d'accordo, bisogna ucciderli sul nascere, ma al di fuori di questi tu puoi decidere ora per ora come vivere la realtà. La realtà è quel che è, né buona né cattiva. Quest'ultima cosa è una tua scelta, forse l'unica ad essere davvero tua. Come in una partita di carte si gioca con ciò che si ha in mano, divertendosi. Se no perché giocare? Ciao.
pubblicato il 27/06/2011 11.29.51
tonymalerba, ha scritto: Credo nella vita dopo la morte e penso che tuo fratello stia vivendo in qualche parte di Universo che non possiamo percepire. Detto questo però penso di interpretare bene il suo pensiero dicendoti che non è necessario che tu studi giornalismo come lui, pensa alle cose che TU sai fare bene. Magari parlane con tuo padre che ha studiato tanto, sciogliendolo con un bel bacio, come sai fare. Ciao.
pubblicato il 27/06/2011 11.55.45
cri52, ha scritto: ... tonymalerba ti ha parlato esattamente come avrei voluto fare io. Ciao!
pubblicato il 27/06/2011 14.17.08
bella, ha scritto: forse avete ragione forse dovrei parlare con qualcuno se non proprio con mio padre ma sapete cosa c'e' che parlare per me non e' mai stato facile non sono tipo da parlare e dire quello che prova per questo ho scritto almeno provo a scrivere,per quanto riguarda il giornalismo avete ragione studiare giornalismo non mi aiutera' di certo a riportarlo invita e forse lui sarebbe piu' contento nel vedermi fare qualcosa che mi rende felice provero' a pensare a me e a cio' che mi fa felice e non lo faro' per lui ma per me stessa perche' per una volta voglio fare qualcosa per me grazie per i vostri consigli gli seguiro' e grazie per aver letto cio' che ho scritto ,pensavo che nessuno lo avrebbe mai letto e neanche mi interessava perche' io scrivo per me stessa sapete qualche volta scrivo anche a mio fratello e' banale ma mi aiuta a sentirlo piu' vicino ciao a tutti e grazie
pubblicato il 02/07/2011 15.34.59
tartaruga82, ha scritto: mi sono commossa leggendo ciò che hai scritto hai aperto il tuo cuore e ti sei fatta conoscere per quella che sei, quindi concordo con gli altri nel dirti che devi studiare ciò che vuoi tu, segui i tuoi sogni, questo renderà fiero tuo fratello di te, vivi la tua vita, non cercare di vivere la sua! un grosso in bocca al lupo!
pubblicato il 02/07/2011 17.23.16
bella, ha scritto: grazie milleeeeeeee non so che dire anzi si crepi il lupo ,non mi spettavo che tutte queste persone leggessero cio' che ho scritto sinceramente pero' sono davvero contenta grazie millee

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: