ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 23 giugno 2011
ultima lettura lunedì 2 settembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

cultura cimbra seguito aggiornato

di bertos. Letto 1129 volte. Dallo scaffale Viaggi

La gastronomia Cimbra era pittosto povera come fantasia, ma ricca di proteine, grassi, e carboidrati, era condizionata e legata a quello che' potevano...

La gastronomia Cimbra era pittosto povera come fantasia, ma ricca di proteine, grassi, e carboidrati, era condizionata e legata a quello che' potevano produrre. Poiche' erano costretti a vendere quello che producevano,dovevano scegliere, cosa mettere in tavola. Sull'altopiano, c'e' ancora, qualche ristorante, che' riproduce tali ricette. Eccone alcune:
1^ pietanza era la "Considera", dove in un paiolo, facevano bollire delle patate, che' poi setacciate, farle rosolare, con aglio e cipolla, poi aggiungevano farina, fino a che' il composto era ben amalgamato. Se avanzava, il giorno dopo lo si poteva, tagliarlo a fette, e abbrustolirla , con aggiunta di "sassoli", che era lo strutto del maiale.
2^ Pietanza "la cavrizza" e' un piatto unico, fatto bollire il latte con il sale, veniva aggiunta farina di mais, e consumata nel pasto serale.
3^ pietanza: "mosa di latte" quasi uguale alla cavrizza, ma con aggiunta di burro, e verdure a secondo della stagione, la massaia metteva la pietanza in cenyro tavola, e tutti si servivano.
4^ pietanza: "steraz" biscotti fatti in casa, con la fortuna di avere lo zucchero, serviti con polenta e latte.
5^ pietanza "frikko" era formaggio fuso, accompagnato da uova, o fette di salame scottato.
6^ pietanza: "pultabrodel" erano salsicce fatte stagionare per poco tempo, le facevano friggere con il grasso in esse contenuto, con aggiunta di burro.
7^ pietanza: "sboaz" era il sangue del maiale rappreso e coagulato, tagliato a fette e rosolato con aromi.
8^ pietanza: " minestra e praio" il procedimento e' assai lungo, comunque, e' orzo fatto cuocere con verdure e ossa di maiale.
9^ pietanza: "rajken"( tarassaco) e' un frutto del campo, che' dopo averlo lavato bene, lo facevano soffriggere, e accompagnato da salame a fette o lardo abbrustolito.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: