ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 10 maggio 2011
ultima lettura lunedì 26 ottobre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

A te

di carlo72. Letto 908 volte. Dallo scaffale Poesia

    Oggi ti son venuto a trovare. Ti fisso. Tu mi guardi  ma i tuoi  occhi vanno oltre Verso un punto indefinito che mi trapassa, immobili in una postura che li ha catturati per l'eternita'. Il tuo viso e' aperto In un sorriso che ...

Oggi ti son venuto a trovare.

Ti fisso.

Tu mi guardi

ma i tuoi occhi vanno oltre

Verso un punto indefinito che mi trapassa,

immobili in una postura che li ha catturati per l'eternita'.

Il tuo viso e' aperto

In un sorriso che ora mi sembra beffardo.

Sono arrabbiato

Molto

Le lacrime mi scorrono giu'

Fra le guance

A forza.

Tu non dici nulla

Non puoi

Sei con me

Lo sento

Ma una distanza intangibile ci separa.

Ricordo ancora quando questa foto

Che

Ora

Ti rappresenta

Al centro della lapide di marmo

E' stata scattata.

Eravamo alla comunione di nostre cugina

E io ti prendevo in giro per la camicia sdrucita

Che tu, distratto, ti eri messo.

Il software sapiente di un

Fotografo ha cancellato la mia mano

Che cingeva la tua spalla.

Eppure io so che ero li'

Accanto a te

Come ora

Come domani

Finche' il ricordo

Di te

Non scemera'

E tu non sarai che una vaga immagine

Nella memoria che si perde.



Commenti

pubblicato il 11/05/2011 20.32.28
tartaruga82, ha scritto: se l'immagine si perder nella memoria vuol dire che non era importante e, a me, non sembra affatto che sia cos....
pubblicato il 11/05/2011 23.36.21
carlo72, ha scritto: ciao tartaruga, capisco quel che vuoi dire ma io mi riferivo al fatto che il tempo, noi volenti o nolenti, ha un potere corrosivo sulla memoria e sui sentimenti e tutto piano piano sbiadisce, perde di significato. Almeno questo a me e' successo a volte, anche di fronti ad emozioni che pensavo indimenticabili. Ricordo ancora di averle provate, ma le emozioni le ho perse. Non so se riesco a spiegarmi
pubblicato il 29/11/2012 15.45.17
Diabolik, ha scritto: L'immagine della mano cancellata è per me una pura folgorazione ispirativa. Si può modificare l'immagine ma non il dolore che essa suscita. Quel tuo "Eppure io so che ero li'" esprime molto di più della sua apparenza e mi riporta al ricordo di mio padre (e non solo di lui). L'ho scritto, Tartarughina: ti leggo sempre con immenso piacere. Diablo

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: