ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 21 aprile 2011
ultima lettura mercoledì 29 luglio 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Al cimitero.

di libellula25. Letto 831 volte. Dallo scaffale Poesia

Ampolla non vive laddove il canto erae da perle fiorite la siepe si fa nera.Colui ch'è morto di tanto in tanto sospirale preghiere, le strida e...

Ampolla non vive laddove il canto era
e da perle fiorite la siepe si fa nera.
Colui ch'è morto di tanto in tanto sospira
le preghiere, le strida e pure l'ira.

Cos'è che tace:
terra o pace?
Cos'è che spera
se sei morto in altra era?

Chiuso sei in terra,
ma lo spirito ancora erra;
cosparsa la tua voce,
ma io ti sento e non sogno croce.

Sai d'esser là come il fiore sgualcito
che orna le ossa cui solo ora ti fanno mito;
ma sei stato il lampo nero che di notte temo
quando io traballo come fossi un remo.

E non penso perché sei con la cenere,
con un lume rosso e le strida tènere;
non penso al tuo passato che ora vedo,
se non alla luce a cui a stento credo.

Sei qui, col Sole che non teme di spaccare
il buio e il Diavolo che t'ha portato via il tornare;
ma sei qui, sola con me che osservo
gli occhi tuoi simili a quelli d'un cervo.

Scrivo sulla tua bara e non m'importa;
la giornata che lassù ogni giorno porta
una magia ed un sollievo di carezza
dove il cigolare m'ha rubato la brezza.

Non piangere tra i tuoi resti,
ti porterò fiori nei cesti;
non piangere perché sai d'esser in vita,
ché la morte viene se hai ferita.


Commenti

pubblicato il 21/04/2011 22.37.11
silvia, ha scritto: Molto bella, le tue parole ci accompagnano bonarie in questa visita ad un cimitero. Una soffusa brezza porta alle narici quel profumo di fiori lasciati lì a morire con i morti. Intensa l'ultima quartina che raffigura il pensiero rattristato dai pensieri di morte che ad un tratto si desta e si rende conto che alberga ancora in un corpo vivente, caldo e accogliente.
pubblicato il 22/04/2011 9.44.51
Kitsune, ha scritto: ...ammiro in silenzio...

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: