ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.228 ewriters e abbiamo pubblicato 73.029 lavori, che sono stati letti 46.444.615 volte e commentati 54.903 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 24 maggio 2003
ultima lettura giovedì 14 dicembre 2017

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Sentenza definitiva

di J G Page. Letto 1269 volte. Dallo scaffale Umoristici

“Vostro onore,” disse un Avvocato alzandosi, ”Quale è lo stato presente di questa causa – Per come sono andate le cose finora?”

“Vostro onore,” disse un Avvocato alzandosi, ”Quale è lo stato presente di questa causa – Per come sono andate le cose finora?” “Ho dato il mio giudizio per quanto riguarda il lascito dell’immobile secondo il testamento, tolto ogni debito e lascito minore,” disse la Corte, .”inoltre ho ripartito e assegnato i costi alle parti in causa, ho deciso su ogni questione relativa agli onorari e alle spese; in breve la casa in contestazione è stata assegnata, definite tutte le controversie, le dispute, le incomprensioni, le differenze di opinione pertinenti.” “Ah, vedo,” disse l’Avvocato pensieroso,” facciamo progressi, diventiamo conosciuti.” “Progressi?” gli fece eco il Giudice – “ma quali progressi, la causa è conclusa.” “Esatto, esatto, la causa si è conclusa per dare lo spazio pertinente alla mozione che sto per presentare.” “Una mozione? Su quale base, signor mio? ” chiese il Giudice sorpreso.” “Sulla base del fatto che “ riprese l’Avvocato, “dopo aver pagato tutti gli onorari e le spese, i debiti, le tasse, le imposte e ogni atro carico gravante sulla casa, è rimasto ancora qualcosa.” “Ci deve essere stato un errore,”disse Suo Onore pensieroso, “la Corte può aver sottostimato il valore dell’immobile. La mozione è accolta.”


Commenti


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: