ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 4 febbraio 2011
ultima lettura domenica 17 marzo 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

The Mysteries Of The Lake Parte Seconda

di thenightmare. Letto 571 volte. Dallo scaffale Fantasia

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE ...

Seconda Parte

Tornato a casa,erano già le 16:30.

Giorgio fu tutto il pomeriggio davanti al computer,distraendosi commentando continuamente le foto dei suoi amici e accettando le numerose richieste di amicizia.

Giorgio aveva 19 anni,era un ragazzo davvero molto socievole con tutti,molte ragazze avevano una forte attrazione su di lui.

Anche se a Giorgio,interessava solo quella nuova compagna,proprietaria di uno sguardo indimenticabile.

Era davvero curioso di conoscerla,di stringerci un buon rapporto,che lei sia sua,quello era il suo obbiettivo.

Non sapeva con certezza cosa lo avesse conquistato,forse i suoi capelli,forse il sorriso,i suoi occhi, o magari la sua totale indifferenza.

Dopo cena,stette un’altra ora al computer,poi gli occhi facevano fatica a restare aperti,e cosi si mise a dormire.

Il mattino dopo,Giorgio si svegliò colla curiosità di parlare a quella ragazza.

All’università provò a cercare quella misteriosa ragazza,ma chissà perché non si era fatta viva.

Fu cosi anche il giorno dopo,quello dopo,e quello dopo ancora,finche non venne il fine settimana.

Più passavano i giorni,più Giorgio stava male e non sapeva spiegarsi il perché.

Insomma,non sapeva neanche il nome della ragazza,tutto ciò che sapeva di lei era la sua misteriosità,il suo aspetto,la sua stranezza.

Ma il lunedì dopo,la ragazza ricomparve,Giorgio era entrato in classe e la vide seduta al suo solito posto.

Sentì che era il momento,adesso o mai più!

Giorgio si avvicinò a lei lentamente.

- Ciao - gli disse Giorgio d’improvviso.

Lei non rispose,ma lui non si diede per vinto.

-Senti,l’altra volta ti ho visto entrare nel bosco,e vedendoti mi sono accorto che ti era caduto questo- gli disse,mostrando il libro.

Lei lo riprese e gli disse senza neanche guardarlo :

-Grazie . . .

Per Giorgio questo non bastava,non si accontentava di un semplice “Grazie”.

- Come ti chiami ? – Gli chiese finalmente Giorgio.

- Milena . . .- Rispose la ragazza,sempre cercando di non guardarlo

- Tu ? – Continuò improvvisamente la ragazza

- Giorgio – rispose con aria soddisfatta.

Purtroppo quella conversazione venne interrotta dall’inizio della lezione,dopo di che la ragazza replicò quello che aveva fatto la volta scorsa,appena suonata la campana,lei uscì dall’università e si avviò per il bosco.

Giorgio finì per perderla di nuovo,sempre vicino al lago.

Rimane lì per un’oretta cercando di pensare alla soluzione di questo strano enigma,continuava a pensare,continuava a cercare di capire dove poteva essere finita la ragazza.

Tutto d’un tratto,nell’acqua cominciavano a crearsi delle strane onde che arrivarono alla riva e proprio al centro del lago qualcosa stava emergendo fuori lentamente.

Da quel momento partì una forte luce che accecò Giorgio,che si nascose dietro un albero per osservare da nascosto quello strano fenomeno.

Dopo pochi attimi,la luce divenne meno potente e Giorgio potette osservare meglio la “Creatura” che stava emergendo dall’acqua,poi la notò meglio,era una figura femminile,splendente e bella come il sole,poi Giorgio la notò chiaramente quando la luce sparì del tutto,era una ragazza,era Milena.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: