ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 11 novembre 2010
ultima lettura lunedì 23 novembre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

FLUTTUI

di lilant. Letto 670 volte. Dallo scaffale Poesia

Inarrestabili gocce picchiettano noiose il mio sguardo perso, riflesso sul vetro dal quale osservo una stella eclissarsi. E' là che vorrei rann...

Inarrestabili gocce
picchiettano noiose il mio sguardo
perso, riflesso sul vetro
dal quale osservo una stella eclissarsi.
E' là che vorrei rannicchiarmi
lontano,
dentro una conchiglia socchiusa
per tuffarmi in ogni emozione passata,
ogni volta che voglio,
per poi risalire la corrente,
balzar fuori e ricadere ancora
con l'eleganza d'un delfino,
con lo splendido luccichio
d'ogni singolo zampillo trafitto dalla luce.
Luce alla quale non so sorridere
quando é quella dell'alba quieta,
alla quale non so cedere al pianto
quando é quella del tramonto pensoso...
...e non ho espressione
né prima
né poi.
Grava, dolce Apollo Mio
ma mi sorprendo ancora una volta
a scrivere per non dimenticarti,
mentre tu non hai ancora ascoltato
il messaggio del mare,
lui sa dove trovarmi.
Sono graditi commenti di qualunque tipo. Grazie.


Commenti

pubblicato il 11/11/2010 13.22.59
PaoloV, ha scritto: Un fluire di parole elganti,con una tonalità malinconico-nostalgica,e profumo,tanto,di giovinezza! belle anche le precedenti. Complimenti! Non ti avevo mai letto
pubblicato il 11/11/2010 14.34.44
tartaruga82, ha scritto: il mare compagno di viaggio...noi come una bottiglia che affida a lui il suo messaggio. il mare sa dove trovarci e deve farlo sapere anche a chi, forse, non ci sta cercando...

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: