ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato lunedì 8 novembre 2010
ultima lettura mercoledì 17 aprile 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

WAVELAND - CAPITOLO 2 - WAVELAND

di lexx. Letto 835 volte. Dallo scaffale Fantasia

WAVELAND capitlo 2 : WAVELAND lla locanda del Pappagallo d’oro giù a Waveport correvano strane voci. Si diceva che Vaerion il Luminoso avesse inviato Teyrion e Oromir con i cento uomini in aiuto al Nord in modo da liberarsi la strada e tentare di met

WAVELAND

<img src="http://img525.imageshack.us/img525/7421/wavelandport.jpg" mce_src="http://img525.imageshack.us/img525/7421/wavelandport.jpg" alt="" align="" border="" vspace="" width="416" height="194" hspace="">

Alla locanda del Pappagallo d'oro giù a Waveport correvano strane voci.

Si diceva che Vaerion il Luminoso avesse inviato Teyrion e Oromir con i cento uomini in aiuto al Nord in modo da liberarsi la strada e tentare di mettere Waveland una volta per tutte sotto il controllo totale del Tridente.

Da quando le tre isole del Sud, dopo la Guerra per la Supremazia, si erano di nuovo riunite sotto una sola bandiera, Waveland, pur facendo parte del regno aveva mantenuto l'indipendenza interna, il proprio governo, la propria lingua e il proprio vessillo.

E questo al nuovo sovrano non era mai andato giù.

La flotta di Waveland era la migliore di tutto il Sud e poter contare sul suo supporto militare era sempre stato più utile che tentare di sottometterla con la forza.

Per questo motivo, dai tempi della Grande Unificazione, Vaerion il Luminoso cercava in vano di trovare un pretesto per poter asservire definitivamente al proprio potere quella terra libera.

La vicina Bayground invece sconfitta in battaglia da Triderion e già sottomessa ad essa, aveva issato il vessillo col tridente subito dopo il trattato di pace ed ora era divenuta un avamposto dell'isola del trono.

Le spie di Triderion erano ovunque, bisognava tenere gli occhi aperti.o l'occhio aperto..

Eivelion, il locandiere del Pappagallo d'Oro, si dava da fare a trasportare barili di birra sulla schiena mentre con la coda dell'occhio rimastogli buono, osservava due uomini appoggiati alla parete di pietra della locanda.

Si doveva trattare di spie inviate da Triderion, da quando i cento erano partiti per il Nord c'era stato un evidente aumento dei controlli inviati dal Re.

Secondo il trattato della Grande Unificazione, Waveland non doveva avere nessuna forza militare se non quella dichiarata fedele al regno, a questo prezzo gli era concessa l'autonomia e l'indipendenza interna ma tutto ciò si era rivelato da subito impossibile a causa dei continui soprusi delle due isole confinanti, così sotto la apparente pacifica superficie, ferveva una attività ribelle che da tempo organizzava una rivolta per detronizzare Vaerion.

Maestro Merilion, unico Maestro di Waveland e carica più alta di tutta l'isola aveva riunito il consiglio subito dopo la partenza dei cento uomini, allo scopo di organizzare le forze rimaste e sopperire alla mancanza dei due grandi condottieri di Waveland: Oromir, navigatore di Syr abbandonato poco più che adolescente sull'isola da una galea mercantile giunta da est e Teyrion, salvato dalle acque quando era ancora in fasce dallo stesso Oromir, giù nelle grotte sommerse di Waveground.

Vi sarebbe stato un altro uomo con loro se non si fosse venduto al Tridente, il suo nome era Hibeirion, arruolatosi giovanissimo nell'esercito reale aveva deposto la sua spada ai piedi del Re divenendo Lord di Bayground e Generale dei Mantelli Bianchi, milizia di Triderion.

La gente libera di Waveland lo riteneva un traditore, e forse non aveva tutti i torti, divenuto un Lord del Tridente, Hibeirion di Bayground era uno dei più duri uomini di Vaerion.

In suo nome erano stati condotti in catene molti ribelli di Waveland e molti altri erano caduti sotto la sua spada.
Secondo una antica usanza, Hibeirion intrecciava un campanello ai suoi capelli per ogni uomo ucciso.

Ed il suono dei suoi capelli si era fatto molto forte col tempo.

Troppo forte.

Solo Maestro Merilion sembrava ancora credere in lui.

"abbiate fede nella profezia" diceva.

Ma la profezia del Tritone Nero, araldo di Waveland, parlava della fine dell'umanità per l'avvento di un'era nuova, protetta da un guerriero che avrebbe difeso Waveland dal tridente usando il suo corpo come scudo.

E questo con Hibeirion sembrava centrare proprio poco.

Durante la Guerra per la Supremazia Hibeirion aveva condotto l'occupazione di Bayground con una determinazione che non aveva lasciato spazio ai sentimenti.

Travolti dalla furia di Triderion erano caduti soldati di Bayground e di Waveland senza distinzioni di sorta come erano stati condotti in catene fino all'ultimo uomo tutti coloro che si erano opposti alla Grande Unificazione.

Nessuna pietà.

Nessun rimpianto, nemmeno per gli innocenti.

Eivelion appoggiò l'ultimo barile nel retrobottega poi si spinse fino al porto dove le navi attraccate dondolavano cullate dalle onde del sud.

L'isoletta del faro, Waverock, proiettava la sua ombra sull'acqua increspata dal vento sino smarrirla all'interno delle grotte sommerse di Waveground.

Una mattina, tanti anni fa, in quel luogo Oromir aveva raccolto un fagotto urlante. Teyrion salvato dalle acque lo chiamarono.

Ma chi avrebbe salvato Waveland ora?

Questa domanda finì per affondare nell'animo di Eivelion il locandiere come il sasso che lanciò lontano per scacciare quel pensiero si perse nel profondo degli abissi del mare.

<img src="http://img97.imageshack.us/img97/5003/wavefaro.jpg" mce_src="http://img97.imageshack.us/img97/5003/wavefaro.jpg" alt="" align="" border="" vspace="" width="299" height="225" hspace="">



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: