ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 29 ottobre 2010
ultima lettura domenica 22 novembre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

STIGMATIZZATI

di lilant. Letto 655 volte. Dallo scaffale Poesia

Orfana di sogni notturni, oramai, non é rimasto nulla di cui privarmi, non altro che insipienze. Allucinata da sicurezze morse da fiori di loto...

Orfana di sogni notturni,
oramai,
non é rimasto nulla
di cui privarmi,
non altro che insipienze.
Allucinata da sicurezze morse da fiori di loto,
annego nel buio più denso
del mio stesso dolore.
Sguardi lancinanti
verso diaboliche ironie,
orbitano tra verticalità vertiginose
come vili implosioni,
provocando triste disagio
fatto di ipocondriache solitudini.
Ti raggomitoli nel tuo enigma,
ma stridono nitidi quegli occhi
che mi incastrano spregiudicati
tra una sinergia e l'altra.
E quel silenzio...
Lo indosso come la mia pelle
mentre il tuo ego smagrisce lasso
di violenze che ti fai.
Inerme a tutto questo,
ho solo possibilità di sostenere
che siamo l'uno nell'altra
stigmatizzati.

Sono graditi commenti di qualunque tipo.Grazie.



Commenti

pubblicato il 29/10/2010 23.23.29
tartaruga82, ha scritto: mi piace in particolare l'immagine del silenzio indossato come pelle. l'impressione che ho avuto leggendo è che sia un urlo di dolore, ma un urlo che rimane imprigionato nel tuo corpo, che non esce dalla tua bocca, anche se, forse, dovrebbe rendere partecipe qualcun altro...

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: