ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 1 ottobre 2010
ultima lettura venerdì 5 aprile 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

L'ultimo volo

di Mauriziospag. Letto 663 volte. Dallo scaffale Viaggi

Normal 0 14 false false false MicrosoftInternetExplorer4 /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0...

L’ULTIMO VOLO

…il mondo della notte è molto intelligente,

ma il compenso bianco è fatto…è fatta di un’ostinazione senza fine..

INCHIESTA poetica di mia confessione,

veramente spuntata nelle notti sbavate e calde di un’estate contorta.

Mon Dieu,

Ma perché?

“Perché sei qui e cosa vuoi da me?”

“Lo dici tu, io non ti racconto nulla, non scrivo, non indago

e qua fuori vivo un sacco di vite per serata,

di più non posso!”

Puoi, perché lo vedo, ti ho seguito e associato,

acchiappi una droga che ti fa mangiare tutto l’incendio dentro te.

Rimedi solo un mucchio di ossa

e ti si arricciano anche le sopracciglia.

La pazzia ti intervista

e il diavolo è il tuo sorriso vegetale.

“Che ne so e poi… che ne sai tu

dei miei nervi tesi,

impauriti e violati da uomini e roba consunta.”

Lo so perché ti osservo incredulo,

ridi, ridi al maledetto fuoco alto e imponente

e al pelo su pelo chiami il pazzo, cazzo!

Ho sentito dire che molti di loro sono ricchissimi,

ecco perché

tra di loro si annullano e scopano scoppiando di sentenze.

Quella droga (qualsiasi) è tremenda, è merda risucchiata:

Uno sull’altro, uno per volta

svendi il tuo compito,

Smonti la tua controfigura

e adori così tanto il fuoco del troppo,

Il fuoco nel mucchio,

Il fuoco opportunista che ti guarda bruciare.

È come dire e fare danno lo svanire…

Lasciarsi volare sopra il fuoco,

è come fosse il miglior volo dei tuoi anni o forse l’ultimo volo possibile!

È come ripulire il tuo sangue,

come provare a sostenere Dio,

mon Dieu!

Gli occhi di D io siamo noi, fin dove è possibile vedere.

©2010 Maurizio Spagna

Da “Il d IO in tutti modi”

www.ilrotoversi.com
info@ilrotoversi.com

L’ideatore creativo,

paroliere, scrittore e poeta al leggìo-



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: