ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 27 giugno 2010
ultima lettura giovedì 4 luglio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Chi trova una terra trova un amico

di AntheaDiSiver. Letto 610 volte. Dallo scaffale Fantasia

<img src="http://ilresperodellira.files.wordpress.com/2010/03/lemmeh_out_by_photographygrl.jpg?w=300&h=201" border="0" alt="" width="300" heigh...

<img src="http://ilresperodellira.files.wordpress.com/2010/03/lemmeh_out_by_photographygrl.jpg?w=300&h=201" border="0" alt="" width="300" height="201" />

Al di là del mare c'era un'isola sconosciuta che nessun uomo aveva mai visitato ed in questa piccola isola abitavano dei gatti, con addosso dei bei e colorati vestiti, ma la cosa più strana era che potevano parlare:

- Uffa che noia, che caldo! E che fame, ho voglia di mangiare un bel tonno arrostito - disse un giovane gatto di nome Luis.

- Non è ora di cena - disse Lucios.

- No, ma è ora della merenda.

- Ehi, hai mangiato un minuto fa - aggiuse Feri.

- Senti Luis, come fai ad avere così fame? Io non ho per niente appetito - rammentò Gazzi.

Erano quattro amici. Uno grasso, due secchi e un altro secchissimo. Si annoiavano moltissimo, non sapevano cosa fare, ma, ricordandosi di avere una grande barca, decisero di visitare il mare.

Presero la barca e si caricarono di salvagente perchè non sapevano nuotare.

Dopo qualche ora avvistarono una terra, guardarono la bussola e la carta geografica e si accorsero che quella terra era il Portogallo. Non erano mai stati lì, quindi non vedevano l'ora di sbarcare.

- Evviva, siamo arrivati. Guardate che bella sabbia, ne prenderemo un po' - disse Gazzi.

- Già, è bellissima. Andiamo a vedere anche lassù cosa sono tutte quelle giganti scatole di cemento - aggiunse Feri.

- Io avrei un'idea migliore - rammentò Gazzi,che era il più intelligente -ci dividiamo e andiamo a guardare quello che ci pare e ci ritroviamo fra un quarto d'ora.

Tutti furono d'accordo e si avviarono per la loro strada. Luis si avviò fra le strade della città sotto lo sguardo delle persone stupite di vedere un gatto vestito con calzoni maglia e cappello.

Esso era molto incuriosito e, allora, andò a infilare il naso dentro una cuccia di un pastore tedesco.

- C'è nessuno? - domandò Luis.

Dalla cuccia uscì un gigantesco cane.

- Che schifò! Sbava! Be' però fa paura! Em... addio.

Luis si mise a corrore con il cane alle calcagna.

Lucios, invece, era inseguito da delle api perchè aveva rubato il loro miele.

Feri era inseguito dai topi perchè, non avendoli mai visti, aveva paura.

Infine Gazzi fu inseguito da un piccolo gattino perchè non voleva giocare con lui.

Tutti si scontrarono e si ritrovarono vicino alla barca.

Il cane, le api e i topi fuggirono via, ma il gattino restò con loro e Gazzi, che sapeva la lingua dei gatti normali, disse che il gattino aveva detto che voleva restare con loro perchè i suoi padroni l'avevano abbandonato.

Essi portarono il cucciolo nella loro isola e gli insegnarono la loro lingua.



Commenti

pubblicato il 02/07/2010 18.32.02
Kitsune, ha scritto: ma com'è tenero!

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: