ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 20 marzo 2003
ultima lettura giovedì 22 ottobre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Sembrava potesse accadere

di Priscilla Luna. Letto 1624 volte. Dallo scaffale Attualita

Roma,20/03/2003 Ore 22.38 Sembrava potesse accadere,sembrava che la maggior parte delle persone esistenti nel nostro pianeta fossero d'accordo e inve...

Roma,20/03/2003 Ore 22.38

Sembrava potesse accadere,sembrava che la maggior parte delle persone esistenti nel nostro pianeta fossero d'accordo e invece nella notte tra il 19 e il 20 marzo tutte le speranze e i desideri di centinaia,di miliardi di persone sono andati in fumo.
Tutte quelle parole (belle frasi gettate come acqua sul fuoco) dette , tutti quei cortei organizzati, non hanno dato,non sono stati che dimenticati,sorpassati,calpestati.
Cosa è succsso ? Perchè il pesniero delle PACE ha accarezzato le nostre menti e poi ci ha schiaffeggiato in una notte quasi invernale?
Come mai il Vecchio Continente non ha tenuto conto del resto del mondo?
Se facciamo un grande passo indietro , ritornando a qualche "tempo fa",potremmo notare che sono stati effettuati dei cambiamenti a nostra insaputa ; tornaimo al patto sociale che vide le colonie Inglesi dell'America settentrionale ribellarsi nei confronti della madre patria( Inghilterra) verso la metà del XVIII secolo , per aver calpestato i diritti di ogni cittadino,facendo riferimento alle  ideologie di Locke (per cui se il governante a cui ci si era affidati o a cui si era stati affidati avesse infranto o fosse venuto meno ai presupposti del patto sociale ,divenendo perciò un tiranno, la popolazione avrebbe potuto ribellarsi e il potere serebbe passato dal governante ai governati)e dei diritti innati su cui Lock basò le sue tesi(come ad esempio l'uguaglianza di tutti gli uomini )su cui si basano le prime dichiarazioni dei Diritti e la Carta Costituzionale degli Stati Uniti stessi (che sono ancora in vigore se pur con qualche modifica)potremmo notare che non si è tenuto conto dell'importanza della costituzione e nemmeno della volontà del popolo americano, contrario (come la maggior parte dei paesi europei )ad una guerra, sia preventiva che non.
La cosa che mi lascia sbigottita è il comportamento di paesi a noi vicini che hanno costruito una facciata di cristallo ,mostrandosi contrari alla guerra e inviando aiuti per fortificare la guerra.
Non voglio santificare Saddam,perchè con i crimini e la dittatura instaurata dal 1988(anche da prima) e tutte le vittime fatte da quest'ultimo e dai suoi figli e le torture a cui il popolo iracheno è da troppo tempo sottoposto,era giusto trovare una soluzione ; ma siamo sicuri che la guerra lo sia?
In quasi un giorno di attacchi la conferma , poi la smentita dell'uccisione di Saddam Hussein, la paura di nuovi attentati nel nostro paese e ovunque ,l'incertezza che ci attanaglia e lo sconforto che ci prende :ma è possibile vivere così?
I militari inglesi , americani , i bambini ,chiunque abiti nei  paesi vicini possiedono  una maschera       anti-gas  e tute protettive sempre pronte per paura di attacchi batteriologici .
Le prime 10 vittime nel primo attacco ,sono un numero destinato tristemente a crescere ; il sangue è sangue uguale a tutti , i crimini commessi durante la guerra sono crimini che toccano chiunque .
Sembrava che potesse accadere , o forse è stato un sogno comune ad una gran parte di noi , ma il risveglio cruento in cui ci siamo imbattuti, l'incubo reale in cui ci troviamo avrà mai un perchè?

Priscilla Luna



Commenti


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: