ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 9 maggio 2010
ultima lettura lunedì 28 gennaio 2019

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

Quando vomito

di Todolomundo. Letto 718 volte. Dallo scaffale Pulp

Quando sei strafatto, ubriaco e sono le tre di notte i discorsi delle persone perdono completamente senso.. vedi bocche che si aprono, denti muoversi, lingue arrotolarsi su parole che non riesci a comprendere perchè in testa hai uno strano ronzi.....

Quando sei strafatto, ubriaco e sono le tre di notte i discorsi delle persone perdono completamente senso.. vedi bocche che si aprono, denti muoversi, lingue arrotolarsi su parole che non riesci a comprendere perchè in testa hai uno strano ronzio che ti impedisce di ascoltare.

Non che le cose di cui si sta parlando non siano interessanti; è che proprio non ci riesci: il tuo corpo è bloccato in quel punto della strada-divano-discoteca-pub mentre invece la tua anima vola felice saltando tra un cicchetto e l'altro che ti sei appena bevuto.

E' a quel punto, quando il ronzio in testa si fa sempre più forte, che senti una strana sensazione che ti parte dallo stomaco e sale sempre più violentemente verso la gola. "cazzo, c'ho un vulcano nello stomaco" pensi stonato dall'ultima canna, ma poi ti rendi conto che i vulcani nello stomaco non esistono, e che più che lava, quella che sta uscendo è la tua cena di stasera.

In fretta, cerchi il primo posto possibile dove poter far uscire il tutto. Il top sarebbe un bagno, ma non tutto si può avere dalla vita e la maggior parte delle volte finisci per far uscire la tua cena di fianco le tue scarpe.

Ieri sera per fortuna sono riuscito a trovare un lavandino, luogo che però non consiglio perchè ha il tubo di scarico molto piccolo, e se avete mangiato in fretta senza masticare bene il cibo, vi renderete conto del perchè non ne do un giudizio positivo.

tutto qui insomma. questo è vomitare. un calcio nel culo al corpo e una bella botta all'anima che gioconda si divertiva su nel cielo nuotando nella birra.

poi, se va bene, la sensazione di libertà che si prova è incredibile. La leggerezza del corpo non ha eguali e con sotto una buona canzone si torna a ballare. Il problema è che è una sensazione di energia illusoria, che ti stuzzica ma non ti si concede, per cui il tutto dura due minuti e subito ti butti sul primo letto-divano-sedia-gradino-marciapiede-spiaggia e prima di potertene rendere conto stai già dormendo.

la mattina consiglio qualcosa contro il mal di testa.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: