ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 9 aprile 2010
ultima lettura martedì 31 marzo 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

sogno in versione integrale (fatto realmente la notte tra il 29 ed il 30 Marzo 2010)

di gattogigio. Letto 734 volte. Dallo scaffale Sogni

In riferimento alla mia precedente pubblicazione "Madre Santissima", Vi racconto integralmente il sogno, affinche' ognuno ne pensi cio' che vuole. Per tutti coloro che vorranno delucidazioni e/o chiarimenti : andate su CONTATTA L"AUTORE o su commenti

PREMESSA:

Solitamente non faccio sogni di questo tipo, e li ricordo al massimo per qualche ora (come tutti, credo), non sono piu' saggia ne' piu' speciale di nessuno... ne' tantomeno sono particolarmente impegnata Religiosamente (nemmeno la politica mi "Prende" piu' di tanto...) Percio' non crediate che con questo scritto voglia modificare le Vostre idee. Solo, scrivo da quando ero piccola, non posso fare a meno di fissare le mie emozioni ed i miei stati d'animo su carta... (versioni informatiche incluse!), e su un sito di scrittura, questa emozione, mi sembra degna al pari di un'altra, di essere pubblicata.

Ho sognato di trovarmi di notte, seduta sul bordo di un piccolissimo lago, assorta nel guardare una splendida ed enorme luna piena che si rifletteva sulla superficie di questo specchio di acqua tranquilla. Con una grande sensazione di tranquillita' stavo considerando come fosse grande e bassa la luna rispetto all'acqua, quando mi sono accorta nella parte centrale del riflesso della luna, l'acqua si stava increspando. Da qui ne venne fuori una bellissima giovane donna in abito lungo e bianco, fluttuava verso di me, tendendomi la mano. Io le chiesi se fosse Lilith, la Dea Celtica del lago. Lei mi rispose: "Anche. Seguimi"... mi alzai dal greto, le diedi la mano e d'improvviso mi trovai all'interno del negozio di divani dove lavoro come part-time, e mentalmente mi chiesi perche' fosse proprio quel posto... Lei, come se avesse sentito i miei pensieri, rispose "Devi Benedire questo luogo". - Allora, un paio di volte, per scherzare con le colleghe, si era detto di chiamare un esorcista, di benedire il posto, di buttarci il sale x scacciare la malasorte, etc. ma lontano da noi il pensiero di farlo realmente... - La mia preoccupazione, anche in sogno, fu quella di capire 3 cose:

1) Perche' proprio io dovevo benedire quel posto;

2) con cosa e come avrei potuto fare questa benedizione;

3) ma benedire un negozio... non sarebbe stato "eretico"? cosa avrei dovuto chiedere... un aumento del fatturato? (che senso aveva?)

Innanzitutto, la donna che era con me all'interno del negozio era completamente diversa (anche nella voce) da quella figura eterea che mi ci aveva portata. Adesso era un poco piu' bassa di me, capelli castani lunghi e mossi, occhi grandi allungati di color nocciola. Una donna bellissima, radiosa perfino, di circa 20 anni... con un lungo abito azzurro chiaro, nessun velo in testa. La prima cosa che mi disse fu: "Non dovete preoccuparvi del fatturato, non c'e' nulla che dobbiate temere, dovete solo pregare affinche' l'armonia universale e l'amore di cui tutto fa parte, possa partire da questo luogo e spandersi fra tutte le genti" . Sentii il contatto della ua spalla sulla mia, e mi fece camminare cosi' leggermente davanti a lei per tutto il negozio. In mano, mi era comparsa come per incanto una bottiglia piccolissima di Acqua di Lourdes (portami da mia sorella diversi mesi prima, che avevo poggiato e scordato su una mensolina nel salotto di casa mia). Con quell'acqua, iniziai a benedire, ripetendo sempre:

Che da questo luogo l'armonia si espanda e che l'amore tra gli uomini porti alla pace ed alla salute. Che la salute vinca ogni malattia e che lo spirito di cui tutti siamo parte, abbia cura di noi e dei nostri cari, e dei cari dei nostri cari, fino a coprire tutte le genti, quelle passate e quelle che verranno. Che l'armonia nasca e sia d'esempio, e che da questo luogo benedetto si diffonda e che tutti possano vedere e godere dell'armonia e dell'amore che tutto unisce e di cui fa parte lo spirito che tutto muove al quale dobbiamo l'amore universale. Che la salute vinca sempre, che l'armonia ci guidi, che l'amore ci renda fratelli ed a partire da qui, la benedizione giunga in tutte le terre. Che la salute vinca la malattia, che l'amore che tutto crea ci accolga e benedica chiunque entra in questo luogo, come figli che si rifugiano nella casa del padre, che l'armonia ci guidi e ci indirizzi sulla via piu' semplice, come una madre aiuta il suo piccolo, che la salute e la salvezza non ci abbandoni e non sia un privilegio di pochi, ma sia tutti i nostri fratelli.

SEGUE



Commenti

pubblicato il 09/04/2010 17.40.48
akire, ha scritto: Ho letto la preghiera "Madre santissima" e ora anche tutto il sogno (a quanto ho capito non hai finito di raccontarlo). Non ci vedo nulla di blasfemo o altro, comunque hai provato a interpretarlo? I sogni hanno un loro significato particolare..
pubblicato il 12/04/2010 12.29.27
gattogigio, ha scritto: Ciao, Akire. Ho provato a farlo interpretare... ma non so se l'interpretazione possa essere veritiera oppure no... io gli do una piccola interpretazione "mia"... dopo essere venuta a conoscenza di alcuni accadimenti legati personalmente ad un collega... ma non so se nemmeno questo possa essere veritiero... se conosci qualcuno o tu personalmente, hai una interpretazione... mi farebbe piacere conoscerla. Grazie.

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: