ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 6 aprile 2010
ultima lettura giovedì 14 marzo 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Rosa, Rosae

di vennyrouge. Letto 458 volte. Dallo scaffale Fantasia

  Sala Onu Martedi' 13 Maggio anno 29..0   Un Orso Bianco è in piedi ,di fronte ad una strapiena platea di delegati delle varie nazioni della Terra e di Giornalisti. Il brusio è enorme, nei cinque minuti di pausa concessi. Prima.................

Sala Onu

Martedi' 13 Maggio anno 29..0

Un Orso Bianco è in piedi ,di fronte ad una strapiena platea di delegati delle varie nazioni della Terra e di Giornalisti.

Il brusio è enorme, nei cinque minuti di pausa concessi. Prima di ascoltare il discorso finale del Presidente eletto dal Regno degli Animali sulla Terra.

Signore, Signori,

Uomini e Donne,

Sono trascorsi molti secoli da quando, primo tra noi, un gatto '' Astolfio'' ha pronunciato il nome del suo padrone, poi fu il cane a chiamare il padrone per nome.

Poi piano , piano tutte le specie animali e in ultimo i Pesci, gli Uccelli e gli Insetti

In sala nessuno rumore

.... gli Insetti . Da All'ora ci avete insegnato a parlare. Ci avete insegnato le lingue e la geografia. La matematica , le scienze . Ci avete cresciuti e avete consentito a che noi avessimo le nostre famiglie. Ma non avete mai fermato completamente la caccia.

Si è vero, l'avete ridotta. Ma mai avete cessato di cacciarci completamente ritenendo questo un vostro diritto acquisito , diciamo dalla notte dei tempi. Quale razza predatoria piu' forte di tutte.

Un brusio e dei fischi si sentono in sala.

A nulla è valso il sacrificio della morte di esseri umani vostri fratelli, in nostra difesa.

La sala torna a farsi silenziosa.

Avete continuato a nutrirvi delle nostre carni, mentre noi vi ripagavamo con il nostro lavoro.

Le Talpe minavano il terreno per voi. I Castori sbloccavano i fiumi. Gli Elefanti portavano il carico. Gli Uccelli a segnalare il maltempo. Noi del resto non capivamo. Eravamo come inebetiti dal vostro sapere e in disaccordo tra noi. Vi omaggiavamo continuamente, è anche colpa nostra.

Noi vi abbiamo ripagati con la nostra stessa vita e ci siamo sacrificati sulle vostre tavole. Credendovi degli Dei.

Ancora un forte brusio in sala. Pausa e quindi

con voce solenne

Io parlo in nome di tutte le specie animali esistenti sulla Terra

Torna il silenzio in sala

Da oggi se vogliamo vivere, se ...volete vivere ...Non toccherete più nessuno di noi . Non mangerete più nessuno di noi , comprese le Mucche e i fratelli Maiali.

Nuovamente brusio

NESSUNO!

Nuovamente silenzio

-Altrimenti le Api non insemineranno più i vostri fiori e le piante. Le Cavellette si riuniranno e stermineranno ogni raccolto mentre gli Uccelli digiuneranno fino alla morte.

Altrimenti le Formiche divoreranno anche il cemento dei vostri palazzi e gli Avvoltoi infetteranno con le carogne l'acqua che bevete.Le Balene e le Orche faranno naufragare vostre navi. I Pescecani impediranno ogni bagno.

Silenzio in sala

-In cambio i Pipistrelli non vi colpiranno più. I Leoni non andranno a caccia dell'Uomo. I Delfini riporteranno a riva ogni disperso in mare. I Topi, le Blatte,le Cimici si trasferiranno dalle vostre città e non vi daranno alcun fastidio.

Un brusio sommesso, quasi lieto, questa volta in sala

-Noi provvederemo a sfamarci secondo le nostre leggi di natura,uccidendo solo quello che serve.

Voi potrete sfamarvi con quello che produce il regno vegetale. Non morirete di fame.

Di nuovo silenzio assoluto in sala

Questo almeno finchè le piante e fiori non parleranno.

Allora ve ne dovrete andare

Non sopravviverete alla guerra che noi vi faremo.

Visi perplessi e spaventati in aula, fotografi scattano istantane isteriche e i giornalisti preparano il proprio pezzo '' Ultimatum agli umani''

Il giorno dopo , una rosa sboccia in un roseto.

Il giardiniere guardandola riflette e dice contento ad alta voce

Sei proprio una bellissima... rosa

rosa...rosae...rosa, rosam!

Nasceva cosi, improvvisamente in una Rosa , la più grande e interconnessa intelligenza sulla Terra, figlia del Regno Vegetale.

Per gli umani cominciava un altro capitolo della storia ed effettivamente da li a poco sarebbe diventata dura per loro.

By Venny Rouge



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: