ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 7 marzo 2003
ultima lettura venerdì 29 maggio 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

La nostra dimora

di Priscilla Luna. Letto 1207 volte. Dallo scaffale Generico

La nostra dimora non c'è più è stata spazzata via dal vento come foglie d'autunno fuggono alla brezza del ventoLa nostra dimora persa nel fuoco di un ...

La nostra dimora non c'è più è stata spazzata via dal vento come foglie d'autunno fuggono alla brezza del vento
La nostra dimora persa nel fuoco di un sentimento spento come cenere spazzata altrove dove lo sguardo non la raggiunge più
La nostra dimora come riparo dalla nostalgia ; l'abbiamo costruita giorno dopo giorno,ma il tempo ormai  l'ha portata lontano da me ,con tutti i ricordi e i nostri perchè .
Non s'è fermato e ha trascinato tutto via con se
Forse non sono stata forte ,forse quella solitudine che mi cresceva dentro solo ora riesco a tirarla fuori
Sputo come veleno tutto il rancore che mi tenevo nell'anima e anche se non starò meglio ,mi sento più leggera
La nostra dimora è stata cancellata via come in un quadro ne rimarrà la scia
Come un'ombra che non si cancellerà rimarrò stretta alla speranza di poterla ricostruire
Ragazzo triste cammini sulla riva di un mare ,lo stesso mare su cui sei cresciuto,ma che non conosci più Al tramonto,lo stesso tramonto che ti sei fermato a guardare per giorni che ormai nemmeno conti più,giorni che sembravano dimenticati,ma adesso sei qui e guardi il sole che è una moneta incandescente e ti ferisce nella mente ,mentre i ricordi vanno avanti e indietro come aquiloni persi in un cielo disincantato
La nostra dimora è stata meta di dolore,di felicità,d'improvvisi temporali e di dolcissime aurore
L'anestesia che un amore consumato,ma non terminato ,ci ha inflitto ,grava pesantemente su un sonno che stenta a passare ; assonnata ,come in un dormiveglia continuo socchiudo gli occhi e con la mano sfioro il cuscino
La nostra dimora,ora,sarà la dimora di qualcunaltro
I nostri sorrisi,i nostri musi saranno sempre in noi sia che il tempo sia passato ,sia che questo cuore ritorni a battere
La nostra dimora è stata la vita ,l'amore


Commenti


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: