ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 24 marzo 2010
ultima lettura sabato 14 dicembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Nikon

di Giovanni Giuliano. Letto 1124 volte. Dallo scaffale Fantascienza

  E' l'alba di un nuovo giorno, con odori sgradevoli dovuti alla presenza di batteri nuovi per il genere umano, delicato esempio di genesi embrionale simmetrica. Nikon, il robot d'acciaio, viaggia ad una velocità infernale e impressionante:...

E' l'alba di un nuovo giorno, con odori sgradevoli dovuti alla presenza di batteri nuovi per il genere umano, delicato esempio di genesi embrionale simmetrica.

Nikon, il robot d'acciaio, viaggia ad una velocità infernale e impressionante: non percepibile a priori dalla mente umana. Impeto e fuorviante movimento corporeo di metallo più forte della tempesta galattica. Macchine in movimento che sembrano oggetti spietati e anormali allo stesso tempo. Nikon deride gli esseri umani, perché troppo presi dalle cose del loro modo di essere, superfluo e anomalo allo stesso tempo. Lenti nel muovere le articolazioni del corpo, molti uomini provano dolore nel fare sforzo fisico e camminano a passo lento e stentato. Degenerazione umana di stato bipolare alternato. Il genere umano poggia su piedi d'argilla: guerre e distruzioni minano alla radice l'esistenza umana e descrivono la belligeranza ottimale. Esperimenti scientifici discutibili ne mostrano l'origine fragile e debole allo stesso tempo. Due minuti possono essere fatali: un bottone pigiato dal leader politico di turno può segnare la fine di questa o quella nazione. Tutto ciò rappresenta l'illogicità delle cose: la pazzia che degenera in simbiosi umana di ipocrisia e ipocondria allo stesso tempo. Emblema di conflitti inusuali per il mondo nuovo per la generazione nascente dei robot: esseri meccanici dotati di intelligenza artificiale che tendono a somigliare all'essere principale: l'Uomo o automa dotato di intelligenza superiore naturale ad alto accrescimento neuronico.

Nikon è stato progettato dal Centro di Studi Automatici di Roma, i batteri anaerobi espongono la loro azione devastante infettando tutti gli organismi viventi, dovuti alla guerra per l'esistenza vitale degli esseri viventi. Azione prorompente dalle caratteristiche fisico-chimiche di energia nuova e inamovibile. La vita non ha un senso per gli uomini, ma per gli esseri meccanici parzialmente intelligenti rappresenta la gioia dolce e innata della propria interiorità primordiale allo stato puro. Ma cos'è la gioia? Sensazione umana mai sopita che rappresenta l'elucubrazione impercettibile della ragione. Fantasmagorica essenza dell'individuo umano: razionale situazione di vita.

Nel CSA di Roma si studiano macchine intelligenti dotate di autonomia e carattere parziale, con corporatura d'acciaio dotata di forza indescrivibile. Gli esperimenti degli scienziati italiani sono eccezionali: una rarità nel complesso mondo scientifico internazionale. Gli uomini con le idee più brillanti sono portatori di novità nel complesso mondo della robotica. Le leggi universali di quest'ultima soggiacciono alle cose razionali della mente umana: la parte emotiva è secondaria al pensare dell'uomo virile italiano. Una nuova generazione di robot può portare beneficio al popolo tutto, che può trarre giovamento dalle macchine d'acciaio: i lavori che essi svolgono sono parte fondante del progresso della nazione italiana concentrica, anche se un po' isolata fisicamente. Nuove sfide della scienza portano gli scienziati a modificare il loro modo di agire e pensare: progettare robot dotati di autocontrollo con un sistema di retroazione indipendente primaria. Menti italiane hanno messo in pratica anni e anni di studi e ricerche complesse, dando così un contributo eccezionale al benessere della loro amata patria.

La prima legge dei robot è impregnata e condizionata dal fatto che i robot essendo macchine d'acciaio svolgono azioni nuove e ripetitive allo stesso tempo: l'ordine delle cose e la loro tempistica si muta e trasforma a prescindere dai metodi umani razionali del trascorrere del tempo del mondo e dello spazio al tempo stesso. La seconda e fondamentale legge è la seguente: il dominio umano sulle macchine è totale: rientra nella normalità delle corse. Il manifestarsi degli eventi e la sua dinamica interagiscono con entità nuove del corpo e dello spirito del genere umano. Tutto è governato, nulla è lasciato al caso: la mente umana regna sovrana.

La famiglia dei robot è unica, tutto quello che è stato progettato in laboratorio dev'essere approvato dal Ministro del Progresso e della Ricerca Scientifica. Nell'anno 2020 l'Italia è una nazione governata dal movimento democratico di sinistra: fazione politica in perenne ascesa, seppur leggermente lacerata da conflitti e diatribe interne. La presenza di governo del potere militare è notevole, anche se leggermente obsoleta e confusa: caratteri pregnanti dal modo di esistenza del potere sono l'anarchia post-rivoluzionaria.

Una capillare presenza di uomini nell'apparato comunista nei posti chiave determinano un controllo totale sulla nazione del governo centrale. Sistema di governo che rappresenta e ambisce ad una presenza totalitaria delle ideologie preesistenti. Pensare e riflettere sono azioni primarie del popolo italiano che vuole raggiungere a tutti i costi la supremazia politica e militare nell' Europa continentale.

Solo gli Usa continuano gli esperimenti scientifici con satelliti-spia che osservano e scrutano con attenzione l'orizzonte celeste. Dio per il popolo umano rappresenta il mistero delle cose terrene: il mare che non può essere contenuto in un secchiello. Il domani, il pensare cose nuove e affascinanti allo stesso tempo sono simboli straordinari che dipendono dalle leggi dell'esistenza del misterioso genere umano. Progresso scientifico che diventa emblema di superiorità fisica e politica, tutt'assieme racchiude un'infinità di conoscenze umane e non. Tutto sta ad indicare l'insieme delle cose razionali che sono possedute da una minoranza di esseri viventi: l'elite più dotata intellettualmente. Altro punto desolante della situazione economica internazionale delle popolazioni terrestri è rappresentata dalle precarie condizioni di esistenza del pianeta: l'inquinamento ambientale e la scarsità di materie prime sono alla base dei conflitti fra le nazioni belligeranti. Fonti energetiche nuove sono influenzate da una metamorfosi obliqua del pensiero umano che, talvolta, tende a sfumarsi e non è soggetta a leggi naturali empiriche, ma ad un'azione disordinata e caotica: poco coerente con il pensare dell'uomo del Nuovo Millennio.

L'energia nucleare permette al progresso scientifico e tecnologico di fare azione nuova al capezzale del modo di pensare non compatibile ambientalmente. Ma la litigiosità sul fronte mediorientale e la belligeranza diffusa causano conflitti che possono innescare la miccia della distruzione totale del genere umano: solo un miracolo può cambiare la dinamica dell'evento umano statico e guerrafondaio. Futuro che non vuole divenire esistenza ragionevole senza conflitti faziosi e religiosi, frutto di fanatismo ideologico e integralismo totalitario.

Cosa pensano i robot del progresso del genere umano? Essi hanno una conoscenza delle discipline umane molto labile, con sfumature sobrie e impersonali, non influenzata da entità primarie preponderanti di livello superiore. L'arte, la musica e le scienze umane rappresentano uno stato del sapere dell'uomo che denotano per le macchine semi intelligenti uno stato delle cose che non può essere influenzato dall'azione caotica dell'essere che abita il pianeta blu. Nikon e le altre macchine automatiche reagiscono in maniera nuova: non soggetta all'azione paralizzante del pensiero dell'essere umano del nuovo secolo. Talvolta l'azione dei robot diviene ubbidiente alla mente dell'uomo moderno, caratterizzato da carattere debole e con una soggezione spirituale all'Io penso. Il lavoro degli esseri d'acciaio soddisfa le aspettative del genere umano e porta benessere alla collettività tutta. La Terra è minacciata dall'azione di controllo del progresso spersonalizzante, della tecnologia distruttiva: poche pedine governano con incertezza miliardi di poveri individui schiavi del Nuovo Potere: il sistema politico totalitario.

Sofferenza fisica umana che delinea dolore cerebrale: neuroni o particelle del cervello che sono interdipendenti dal sistema nervoso centrale e in perenne controllo del volere della Natura o di Dio. Potere che spesso diviene assoluto. Le proprietà meccaniche dei materiali nuovi ipertecnologici costituiscono l'essenza stessa della materia: danno allo stesso tempo potere alle macchine. Quest'ultime sono dotate di intelligenza secondaria, tipica dei robot dell'ultima generazione: la loro imperturbabile azione delinea connotati netti e precisi. I robot pensano alle cose esatte in maniera ambigua e non all'arte del pensiero delle popolazioni viventi della Terra.

Il moto armonico smorzato delle particelle elementari della materia appare labile ricerca del genoma umano B-345. Dna che esplica azioni secondarie di disturbo dal modo di manifestarsi alquanto discutibili, e correlato da impeto fuorviante. Lo spazio fisico dista anni luce dalle anime delle sembianze umane più trasparenti e impercettibili dal cervello umano. Esistenza della materia che diventa spirito o trascendenza primaria del soprannaturale. Spesso i microrganismi elementari sono governati da leggi biologiche, tipiche dell'esistenza umana disordinata. La vita rappresenta l'impeto nuovo e prepotente della bi dinamicità. Spazio vuoto e terrestre che viene influenzato dal pensiero dell'uomo vivente degli esseri intelligenti. Un'altra particolare individuale caratteristica degli individui della Terra è quella di essere soggetta all'azione degli esseri tossigeni o appartenenti alle speci in guerra perenne con altri simili particelle del labirinto terrestre. Preoccupazioni enormi sono per gli alimentaristi un rebus perenne, senza ragionevole soluzione.

L'autocontrollo cerebrale degli esseri intelligenti è caratterizzato da fattori nuovi non controllabili dall'uomo e dal sistema nervoso centrale: pensare e far pensare è espressione caratteristica preponderante dell'essere nuovo che muta in relazione all'esistenza dell'essere vivente umano e non. I robot hanno un modo di comportarsi che è simile al pensiero contemporaneo in declino. Talvolta l'intelligenza dei robot è poco indipendente: viene marcatamente guidata da pensieri aberranti della logica che governa i conflitti fra le popolazioni del pianeta. Fisica e pensare dei robot sono legati da una stessa origine che denota anaerobiosi delle particelle elementari viventi. Le macchine sono pensate per soddisfare le esigenze umane e svolgere azione nuova e vitale per favorire il progresso delle popolazioni avanzate e non. Il progresso e l'insieme delle conoscenze scientifiche del genere umano sono talvolta immodificabili all'azione disgiunta polarizzabile da esseri che arrivano da altri sistemi solari o pianeti. Caos e insieme di esseri che vivono nel disordine dello spazio si scontrano con la concezione umana del tempo cronologico di un evento fisico.

Uno sforzo fisico repentino e malleabile per gli uomini è espressione straripante del dolore umano: per i robot è inconcepibile, perché questi ultimi sono costruiti da materiali inattaccabili dalla materia umana e non, a parte il leggero legame dei materiali avanzati e delle leghe speciali. Una sorta di legame chimico-fisico lega la materia e gli elementi primitivi stessi. Il Dna dell'uomo che racchiude i misteri del futuro sono concezioni empiriche che appaiono immodificabili al potere condizionante del genere umano: interdipendente dall'azione di governo degli individui principali, che spesso sono soli e infelici.

Nel rigurgito del pensare umano costituito da proteine semisconosciute alla logica dell'individuo, l'azione portante della luce alimenta la vita stessa dell'essere: denota immodificabile genoma umano B-678. Un inquinamento massiccio influenza le tossinfezioni dei microrganismi viventi, che formano colonie combattive e indistruttibili. L'assurdità del nostro modo di pensare e far pensare sta a rappresentare l'ordine caotico delle cose: l'illogicità della materia o dell'atomo, le cui componenti costituiscono la logica stessa delle cose della materia.

I robot sono portatori di valori insiti nei barbari: la loro potenza muscolare fisica dell'automa rappresenta l'anima dura delle cose. Esiste un dio per le macchine d'acciaio? Domanda alquanto difficile che denota la fragilità della dinamica del movimento delle correnti del pensiero umano. Fini macchine sono entità viventi nuove soggette ad una metamorfosi del pensiero statico e dalla concezione umana che tende al nulla imperativo e categorico. Gli scienziati italiani progettano entità meccaniche che non sono solidali. Robot e uomini che spesso vanno a braccetto si muovono in modo interdipendenti dalla galassia infinita. Spazio e materia rappresentano la classica goccia che fa traboccare il vaso colmo d'acqua dell'contenitore celeste. Arcobaleno dello spazio che indica attriti vecchi che logorano il dolce corso dell'esistenza di ogni automa: illogicità della materia che racchiude in se stessa il caos dei microbi degli esseri sconosciuti all'uomo terrestre.

La nostra concezione umana dello spazio è inconcepibile per i robot: esseri che si muovono secondo istinti secondari di governo. Una fonte di contaminazione del sapere dei robot sta ad indicare mistero e caos allo stesso tempo: la fantascienza e il modo di pensare delle istituzioni fantapolitiche mutano in relazione all'azione degenerante del progresso dei grandi paesi della Terra. La concezione umana del sapere appare immodificabile all'essere soprannaturale che governa il mondo e lo spazio immenso, non misurabile.

Spazio fisico che rappresenta la percezione del buio e dell'infinito matematico e non. Volentieri l'ordine delle cose è retto da una legislazione della giungla, che è governata con impeto dall'entità umana primaria: il tutto descrivono sensazioni mai sopite ai più.

In taluni casi la genetica aprono scenari nuovi al genere umano, che paiono inconcepibili agli esseri umani di qualche anno fa. Il progresso tecnologico regna sovrano e muta la dinamica dell'azione umana: i misteri della scienza sono inamovibili particelle del sapere e pensare. Le macchine d'acciaio imitano lo stato d'essere dell'uomo, ma sono poco tolleranti ai burattinai del microcosmo celeste. Una filosofia di vita nuova e un'insieme di conoscenze innovative del pensiero terrestre rappresentano il nuovo corso della Storia dell'Uomo Post -Moderno.

Spazio e infinito dipendono dal caos del Big Bang. Caos che genera vita, vita che genera materia e esistenza umana e animale. Il domani muta e si trasforma in base alle esigenze dell'essere biologico vivente.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: