ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 17 marzo 2010
ultima lettura venerdì 15 novembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Regina "Speranza"

di Nereidebruna. Letto 635 volte. Dallo scaffale Fantasia

Era l'alba! Il sole nasceva dolcemente sul profilo del mare e la giornata primaverile si preannunciava splendida. Il cielo sgombro da nubi, via via si faceva chiaro e limpido pennellato da delicate striature  bianche.     ...

Era l'alba! Il sole nasceva dolcemente sul profilo del mare e la giornata primaverile si preannunciava

splendida. Il cielo sgombro da nubi, via via si faceva chiaro e limpido pennellato da delicate striature

bianche.

Oltre quell'alta insenatura, dietro quei pini marittimi, il panorama mi lasciò senza parole. Uno scorcio

mozzafiato. Uno splendido connubio fra cielo, terra e mare dove l'immagine fantastica di leggende, miti,

eroi e dei lasciava ampio spazio ai sogni.

Avevo qualcosa di importante da fare.

Tra le mie mani... una bottiglia.

Il mare sotto spumeggiante e fragoroso color cobalto schiaffeggiava, con foga, gli alti scogli e il

promontorio dove svettava maestoso il faro.

Per alcuni minuti rimasi immobile. Affascinata, respirai a fondo più volte, gustando il delizioso

profumo naturale che inebriava l'aria. Poi accarezzai lievemente il freddo vetro della bottiglia. Era il mio

saluto, il mio augurio di buon viaggio.

Tesi il braccio e con forza la lanciai.

Minuscola cadde in quell'immenso infinito.

Onde ricciolute e impetuose la catturarono fra i vortici e fra i marosi scomparve.

Il mio messaggio scritto di pugno, lì racchiuso, avrebbe raggiunto oltre i confini il regno fiabesco

della Regina "Speranza" chiamato "Arcobaleno".

In quella bottiglia ci sono i sogni e i desideri di un futuro migliore per l'intera umanità.

"Oh... mia Regina Speranza Vi ho scritto con sincerità e apertura di cuore. Ancora sigillate sono le

porte del Vostro meraviglioso impero.

Fin dalla notte dei tempi si conosce l'amore e il rispetto che Vi regnano indissolubili. Non ci sono

guerre fra popoli e razze diverse. Gli esseri umani e gli animali vivono in pace fra loro.

La vita trascorre serena e gioiosa, senza affanni.

Gli uomini sono tutti uguali, nessuno ricco o povero. Abbondante cibo non manca in alcuna tavola. Odi

e rancori sono inesistenti.

La sofferenza fisica e le malattie non fanno parte di questo reame.

Si lavora con piacere coltivando la terra e aiutandosi vicendevolmente.

Si crede ad un unico Dio che ha creato il paradiso in cui si vive dove domina la giustizia.

La natura è un'esplosione di colori e profumi. Alberi sempreverdi raggiungono il cielo e piante fiorite

impreziosiscono e rallegrano il paesaggio.

Gli uccelli volano liberi. Nessun fucile li colpirà.

Gli animali terrestri trascorrono l'esistenza nel loro habitat senza timore alcuno.

Fresche e limpide acque scendono giù dai monti formando docili ruscelli e a tratti affascinanti cascate;

nel loro perpetuo movimento creano sospese goccioline iridescenti come diamanti che rendono l'aria

frizzante.

Acque diventano via via grossi corsi che tranquilli sfociano in un mare ricco di rigogliosa attività.

Le gorgonie gialle paiono flessibili preziosi ricami che si piegano sotto il flusso delle correnti, senza

mai venirne spezzate.

Il corallo rosso splendido e mitico vive indisturbato nello scrigno del mare più profondo.

Le attinie belle e voraci, le sgargianti stelle marine e moltitudini di pesci, minuscoli o enormi, in livree

bizzarre e colorate si muovono sinuosamente accarezzando l'acqua.

In superficie scivolano dolcemente imbarcazioni spinte dal vento che ne gonfia le vele o da braccia

vigorose d'uomo.

Il mare è limpido e trasparente, profuma d'alghe e di salmastro.

In questo perfetto ecosistema regna l'armonia secondo il disegno divino.

Oh... mia Regina Speranza vorrei tanto che questo Vostro impero "Arcobaleno" diventasse accessibile

alle persone buone e caritatevoli con il cuore puro e sincero.

Io credo sia venuto il momento di togliere i sigilli e aprire le porte affinchè il bene distrugga il male

annientandolo fino alla radice e la luce vinca le tenebre creando un unico mondo dove domini sovrana la

pace e dimori l'amore."

Nereidebruna



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: