ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 20 febbraio 2010
ultima lettura venerdì 5 luglio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

UNA DAMA BIANCA PER COLORARE I VOSTRI SOGNI...

di CASSANDRE. Letto 578 volte. Dallo scaffale Viaggi

La Barra del casello si chiuse nuovamente...poi si rialzò e la vettura veloce continuò su quel trattodi asfalto lucida di pioggia...assorta in quel primo pomeriggio d'autunno..alberi ormaispogli ad accarezzare la grigia cupola di cieloatt...

La Barra del casello si chiuse nuovamente...
poi si rialzò e la vettura veloce continuò su quel tratto
di asfalto lucida di pioggia...
assorta in quel primo pomeriggio d'autunno..alberi ormai
spogli ad accarezzare la grigia cupola di cielo
attraversata ogni tanto da qualche tenue bagliore di sole...
le gocce sembravano volare come coriandoli a bagnare
quella terra al ritmo della cantante Enya che con la
sua musica riempiva quel mio bellissimo giorno..
sembravano avvolte le alte montagne in un aureola
mistica di nuvole vapore e il bianco della
freschissima neve..
le avevo sempre viste eppure mai mi erano apparse
così belle maestose a proteggere il mondo
sottostante che brulicava di puntini multicolori ognuno
chiuso nel suo silenzio o nella sua gioia di vivere..
qui la vita non è in accelerazione vissuta..
qui è tutta quieta e mutevole come il tempo...
oggi si sente il fragore delle voci dei turisti che salgono...
qui per la loro settimana bianca..
poi dopo pochi giorni il silenzio avvolge ogni cosa..
si è nuovamente in balia del silenzio che diventa
il padrone di ogni cosa..qui non manca nulla però..
la natura ha donato tutta se stessa..sole e pioggia..
cielo e terra..cibo e amore ...
tutto ciò di cui ha bisogno una vita..
anche io facevo parte di questa..
con i miei sentimenti..le mie paure..
a volte questi li vedo sottoforma di nuvole,di sole...
Anche in quel pomeriggio la luce di un raggio attraversò
le nuvole... trafisse quella valle...
un bagliore per un istante..poi tornò l'ombra ...
il pianto del cielo..che invece di piccoli singhiozzi
aveva il movimento di quel vapore grigiastro che
si innalzava appena...corsi tra quelle gocce inumidendomi
i capelli a quel vento che sembrava avvilupparmi tutta..
entrai in casa,e un dolce tepore mi venne incontro..
un tappeto,e un divano colmo di cuscini a disegni
arabeggianti un tavolo con un cristallo filettato di color oro..
e un bouquet di una festa precedentemente vissuta..
ancora fresco però..
roselline bianche,piccoli boccioli ancora vividi
di luce propria..e li lasciai tutto...
stivali borsa occhiali da sole e piccoli guanti di pelle sgualcita..
non avevo mai pensato a quanto è bello e possibile...
vivere la propria vita riflessa..
vederla scorrere anche da spettatrice,giudicarla...
e portarvi modifiche apparenti...
in ogni caso è li che il tempo ti sfugge...
fuori l'aria pungente viveva il suo ultimo scorcio di giorno...
anche il cipressino giovane sembrava rattristarsi a quelle
grandi sferzate..
sotto il caro dixie riposava ormai da qualche tempo...
tra quel verde incontaminato e bello..
era li con i suoi grandi occhi..la sua esuberante allegria..
e chi ha detto che la fine di tutto arriva quando
non si può più materialmente vivere?
a me non succede di pensarlo..scende il sipario
su una vita vissuta e si proiettano gli attimi vissuti..
i ricordi nel tempo quelli che nessuno può cancellare...
perché sono indelebili..sono lontane le voci..
i rumori dei bambini che giocano impotenti ...
nell'ascoltare il tempo che scorre veloce..
non se ne curano...

Neppure io..... guardo le prime luci di quella valle accendersi...è ora che mi unisca a loro.

Cassandre..



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: