ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 17 febbraio 2010
ultima lettura lunedì 18 marzo 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

BREST MERAVIGLIOSA..INDIMENTICABILE...

di CASSANDRE. Letto 747 volte. Dallo scaffale Viaggi

Quel giovedì pioveva, minuscole gocce bizzose e fresche cadevano come petali... il cielo era velato un poco ombratodalle soffici e gonfie nuvole, ma il mio cuore era martellante di gioia per quel breve viaggio...e seppur breve quel viaggio avreb...

Quel giovedì pioveva, minuscole gocce bizzose e fresche
cadevano come petali... il cielo era velato un poco ombrato
dalle soffici e gonfie nuvole, ma il mio cuore era martellante
di gioia per quel breve viaggio...
e seppur breve quel viaggio avrebbe, regalato ai miei pensieri
la voglia di assaporare ogni cosa.. di istanti focalizzati nella
testa e nell'anima...
Da tempo avevo pensato ad un viaggio tutto mio...
con l'alternativa di un mare...ma non un mare azzurro e calmo...
lo vedevo tempestoso, con forti venti a lambire la costa...
l'odore della salsedine sulle scogliere a picco...
e le grida di bianchi gabbiani...volevo viverlo in autunno ...
quel mare, quando le lunghe e desolate spiagge baciate
dalla prima luce del mattino diventano appena rosa...
e alla fine del giorno incendiarsi in mille bagliori prima
di una notte stellata...
Pioveva ancora... nel silenzio una dolce musica dal ticchettio
costante era scaturita da quelle piccole lacrime e come
soave diventò il suono... nell'arco del cielo apparve
uno splendido arcobaleno...
era il saluto di quella valle quieta e dolcissima...
Dopo alcune ore ero in volo sopra un manto sereno...
sotto le alte vette, poi spazi verdeggianti...ancora cielo
e bagliori...poi finalmente il velivolo cominciò la discesa...
la cittadina sulla costa atlantica parve emergere ...
da un mondo di fiabe...Best...meravigliosa Best...
incastonata come una gemma tra insenature naturali...
spazzata dal freddo e tempestoso vento autunnale...
ma indiscutibilmente romantica e indimenticabile...
Quando toccammo il suolo francese mi parve che il mondo
fosse tutto lì racchiuso...
in una manciata di pensieri, che volevano ora vivere
il loro tempo...subito senza aspettare altri attimi...
lì ad attendermi vi era un magnifico sole....
Chiusa nel mio aderente cappottino bianco con basco in tinta
mi avviai verso il ritiro bagagli, poi di volata in un taxi ...
e poi verso quel paradiso che avrebbe accolto la mia vita
per qualche giorno...
Un hotel che nulla toglie alla magia di castelli fatati...
Marcel mi venne incontro con le sue braccia muscolose
e forti.. Chiuse i miei bagagli nella sua monovolume...
partimmo e tutto divenne un ricordo...
guidò senza esitazione alcuna verso Brest città, è fu un
susseguirsi di sensazioni...prima festose...
poi andando verso nord ,il paesaggio divenne desolato...
un grande senso di pace rapì la mia anima.
lo pregai di fermarsi un poco... Solo qualche attimo
per imprimere nella mia mente, un posto dove le sirene
si erano sicuramente fermate...
ad incantare con i loro suoni quel mare spumeggiante...
donando a quel posto la gioia di essere guardato..
e mai più dimenticato...
una folata di vento leggero sollevò il mio basco e una
cascata di lunghi capelli scuri come l'ebano sembrò liberarsi in volo...
Ripartimmo...ero un poco stanca ...
arrivammo in albergo alle 17,30..era ormai il tramonto....
Le valigie furono consegnate al personale io salii in camera
tra il luccichio di splendidi marmi...
Entrai e lo spettacolo di vividi colori allietò il mio sguardo...
subito andai nella stanza da bagno e in una comoda Jacuzzi
mi immersi in una moltitudine di profumi scaturiti
all'apertura dei preziosi sali...
il tempo lentamente passò...l'oscurità avvolse ogni cosa...
non consumai la cena, ma preferii una coltre che mi avvolse
e lì mi addormentai in un leggero sonno...
Questo elegante hotel sorge in centro città poco distante
dalla stazione, e guardandone la struttura sotto i
meravigliosi colori autunnali, ho desiderato che il tempo
fermasse il suo scandire...
incantevole come accoglienza personale, disponibilità
di lingue diverse, assoluta ineccepibilità nel trattamento
vicinissimo a palazzo di giustizia, al museo delle belle arti
al giardino di Thabor, e a 6 km dall'aeroporto di St Jaques. .
La città sembra elevarsi come una perla dal suo
scrigno, elegantemente raffinata
ricca di negozi tipici della Bretagna
locali in cui è possibile fermarsi per degustare alcune delle
particolarità che solo qui nella costa atlantica
vengono servite...Pesce in agrodolce e di tutte le specie
verdure accompagnate
dalla vinaigrette, dolci con cioccolato serviti dentro ciotole
colme di frutta fresca. E dopo essersi deliziati con tanta bontà
una passeggiata sulla solitaria spiaggia, appena battuta
dalla leggera brezza...
in lontananza solo e sempre mare a tratti quieto e dolce...
il vento che con il suo silenzioso grido invade ogni cosa....
anche lì per un attimo sembra eden...si il mio sperduto eden...
jeans per l'occasione vanno bene...i piedi nudi ..
il contatto con la natura che ti porta a piene mani in una
dimensione quasi parallela al tempo...
o forse è la sola quiete che ha la dimensione del paradiso...
io e il mare...Brest ....indimenticabile e meravigliosa Brest.

Cassandre.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: