ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 17 gennaio 2010
ultima lettura venerdì 11 ottobre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Sweyn (14)

di fobetore. Letto 678 volte. Dallo scaffale Fantasia

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftIntern...

“Lo shirin è una tecnica pericolosissima”- così incominciava il lungo discorso di Kahir. Tutti, compreso il nipote, lo ascoltavano con attenzione.

Parecchi anni prima, quando ancora Kim non era nato, esisteva una “associazione Sweyn”. Quest’ultima era nata con lo scopo di difendere i vari villaggi da possibili attacchi di malvagi. In teoria ogni paese ne aveva una, tuttavia, vista l’esperienza dei combattenti, la più importante (e quindi “associazione Sweyn” per antonomasia) era la “squadra Alfa”. Di questa squadra appunto facevano parte Rawi e Kahir, insieme ad altri due combattenti.

Successivamente, dopo una battaglia feroce contro vari Sweyn che puntavano ad essere padroni dei villaggi, si diffuse la notizia della nascita di una nuova tecnica di combattimento. Questa notizia nacque in relazione al fatto che l’ultimo Sweyn nemico rimasto era fortissimo e aveva ferito gravemente 2 dei quattro combattenti amici. Il nemico venne improvvisamente sconfitto da Rawi e Kahir.

Questa ipotetica tecnica usata a tale scopo era proprio lo “shirin”.

Con lo “shirin” si può creare un passaggio con un'altra dimensione: chi viene risucchiato non può più tornare indietro e quindi muore…

Dei componenti dell’ex Squadra Alfa, solo Kahir è in vita (dopo l’agguato mortale a Rawi). Probabilmente i criminali volevano proprio sapere come usare tale tecnica. E non è escluso che abbiano trovato degli appunti del nonno di Kim oppure che lo stesso Rawi per salvarsi abbia parlato…

Dopo questo racconto, Kim si fa dire i nomi degli altri Sweyn della Squadra Alfa. A questo punto, Kahir si alza e guarda verso il nipote. Gli dice di non aver raccontato tutta la verità…

Lui, oltre ad essere scampato ad un agguato come Rawi, è stato pesantemente minacciato da due uomini misteriosi: anche questi volevano lo “shirin”. Kahir, ormai vecchio per combattere, naturalmente non ha rivelato nulla; gli uomini misteriosi gli hanno risparmiato la vita e gli hanno detto di essere i nipoti degli altri due combattenti pronti alla vendetta…

Per attuare questo piano, aspettano la “Fiera Sweyn”, dove con tale tecnica (imparata) elimineranno tutti i concorrenti…

Probabilmente, dopo averlo fatto, puntano alla conquista del mondo. Oppure vogliono solo essere i più forti Sweyn. Sfortunatamente ci sono varie ipotesi…

La vendetta è nei confronti dei due Sweyn che invece di dire della tecnica speciale, hanno fatto finta di nulla, facendo rischiare la vita agli altri due.

Bisogna quindi intervenire per forza. Bisogna fermare i due pazzi combattenti.

Kahir, l’unico che gli ha visti, descrive i nuovi nemici: sono due cugini, uno ha 21 anni e l’altro 23 circa.

Sono entrambi alti un metro e ottanta; si chiamano Kalevi e Kevat. Kalevi è il maggiore: è pelato,ha gli occhi azzurri e si veste sempre con un tipico costume antico.

Kevat è il più piccolo. Quest’ultimo è un bel ragazzo: ha capelli lunghi biondi e gli occhi verdi…

Non bisogna limitarsi alle apparenze. Sono realmente forti e pericolosi.

E sfortunatamente hanno imparato tale tecnica speciale. Kahir, infine, dichiara che non dirà a nessuno come usarla: nemmeno per il bene della Terra, nemmeno a Kim… Lo shirin va usato da mani esperte, per evitare effetti devastanti.

Kim e Theven lo ringraziano per il grande aiuto e decidono di tornare a casa per allenarsi in vista dello scontro coi due cugini. Anche Parhev, il nipote di Kahir, decide di andare con loro…

Così i tre partono, consapevoli che oramai manca veramente poco alla “Fiera Sweyn”.



Commenti

pubblicato il 16/02/2010 12.00.00
LunaPiena, ha scritto: Mi piace davvero tanto il tuo modo di scrivere... :)

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: