ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 30 settembre 2009
ultima lettura martedì 22 settembre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Diverse Visioni

di DieselNoir88. Letto 823 volte. Dallo scaffale Poesia

Lei disse che il buio spaventava la sua vista,ma nel buio la ritrovai dopo lo stupro delle parole.Doloroso come ossa che si spezzano.Sguardi senza par...

Lei disse che il buio spaventava la sua vista,
ma nel buio la ritrovai dopo lo stupro delle parole.
Doloroso come ossa che si spezzano.
Sguardi senza parole, ancora silenzio.
Sorriso timido che non significa nulla
eccetto il lacrimare di un cuore infranto.
Se riuscissi a calmare questo malessere
e il pianto senza sosta,
vorrei poterle dire che non tutto fu un errore,
ma la fine è inevitabile quando si incontrano due mondi differenti.
Così differenti che anche i muri della tolleranza furono sbriciolati.

La ragione ha prevalso sull'infatuazione e di te cos'è rimasto?
Nulla al di là del ricordo di un caffè sempre più amaro,
le tue foto sparse su un tavolino
e una polo sgualcita ancora pregna del tuo odore.

... E lei ascoltava ma non rispondeva.
Ogni tanto un cenno della testa, per il resto zero.
Ho male dentro, l'ansia sale.
Uno, due, tre.
Chiudo gli occhi e respiro: li riapro.
E sono nel cerchio nero.




Morale della favola:
E. se ne fotte di DieselNoir, continua degnamente la sua vita sentimentale e la sua ascesa nella società.
DieselNoir continua a pensare troppo al passato, si piange addosso e passa le sue giornate con gente stupida quanto lui.
E. ha fatto bene a guardare avanti, è una gran furbona, e non dimentichiamo la gran dose di paraculaggine che si ritrova.
DieselNoir è un povero stronzo.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: