ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 4 settembre 2009
ultima lettura giovedì 14 marzo 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

come Rosaspina

di Violetta. Letto 937 volte. Dallo scaffale Sogni

un sogno irreale, non potrei essere la protagonista di una fiaba. troppo poca grazia e svenevolezza.

Un giorno in macchina mia madre mi ha raccontato di avermi sognata così: morta ma bella in ospedale, e lei serena senza dolore. Fiori e parenti venivano a trovarmi, ma lei mi trattava come dormissi e nella sua serenità, dopo qualche giorno mi svegliai. La sua gioia l'ho interpretata come una presa di coscienza della mia nuova condizione: non più solo figlia, ma persona nuova, con una vita indipendente e bella, il suo dono per me.

Come la Bella Addormentata

M'hai sognata, madre mia.

Nel letto di spine

Del sonno eterno

M'hai sognato.

Ma l'etterno dolore

Non era tuo,

io ero grazia di fiori vestita

e bella come Biancaneve:

rossa come sangue,

bionda come oro vero,

nera di sonno e

bianca come cenere.

Dal sonno profondo

Dopo tre giorni rialzata:

uno per l'incubo,

due per il succubo

e tre per il parto

di una nuvola splendente:

il mio destino.



Commenti

pubblicato il 04/09/2009 22.20.15
sothis85, ha scritto: brava Violetta commuovi con un testo struggente d'amore. Bacio Ruben

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: