ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 18 luglio 2009
ultima lettura mercoledì 24 aprile 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Phantasophiasi-WILLOW

di mistral. Letto 654 volte. Dallo scaffale Fantasia

Guardo in alto nel cielo e quelle che sembravano nuvole si allontanavano velocemente lasciando il cielo sgombro . Mi stavo dirigendo alle scale quando sento il ronzio di un ape. E' strano, a parte le nuvole non avevo ancora visto nessun essere vivente,

Guardo in alto nel cielo e quelle che sembravano nuvole si allontanavano velocemente lasciando il cielo sgombro . Mi stavo dirigendo alle scale quando sento il ronzio di un ape.
E' strano, a parte le nuvole non avevo ancora visto nessun essere vivente, almeno le forme di vita che conosco; il suono si fà sempre più insistente ad un certo punto sento una voce che rimbomba da un punto indefinito, come se venisse da sorgenti differenti.
" Stai attento umano, lei è volubile , è come il vento, non segue una direzione precisa, a volte và a destra a volte in tutte le direzioni; non fargliene una colpa, è la sua natura" Mentre ascoltavo queste parole vedevo che quelle che mi sembravano foglie parevano muoversi all'unisono come un onda tutto attorno a me, alla mia destra uno sciampe di api, saranno state almeno un centinaio, erano sospese nell'aria, con i pungiglioni rivolti verso di me, tra loro e me vi era uno strato d'aria più denso che sembrava acqua, provo a sfiorarlo con le mani e scopro che è proprio acqua, sembra un muro formato da minuscole gocce di rugiada. Dal terreno si alza una piccola tromba d'aria e prende forma un ragazzino che sembra essere formato di terra e di foglie.
" Non stupirti, noi siamo gli spiriti del non luogo, il posto dove tutti i sognatori prima o dopo arrivano, siamo fatti della materia dei sogni ed il contatto con voi, esseri di carne, può essere gradevole o sgradito. Non tutti apprezzeranno la tua presenza qui ma fino a quando sarai nel non spazio il custode della porta sarà a proteggerti. Mastro Tempo ci aveva avvisato. Tu sarai un nuovo ... Ti stavo dicendo troppo, dovrai scoprire ogni cosa per tuo conto, adesso devi andare. Suonano"
Driinn...Drinn.
Cacchio, quella maledetta porta, proprio adesso dovevano suonare, che ore sono? le 11:11 meno male che oggi è sabato.
"Chi è ", forse è meglio aprire, mi appare un ometto poco più alto di me con un berretto in testa e lunghi capelli viola, come se un cattivo parrucchiere gli avesse tirato un brutto scherzo; anzi, ora che lo vedo meglio ha tratti efebici, mi sembra più una donna, credo che sia una donna ed anche molto bella, nei suoi occhi sembra brillare una scintilla
"Buon giorno, sei tu mistral?"
Non riesco a risponderle, mi lascia un pacchetto in mano e va via, sembra quasi sorridere mentre bofonchia qualcosa su avarizia e mance. Chissa cosa cavolo c'è in questo pacchetto.

Sono passati alcuni giorni da quanto ho postato l'ultima volta, la mia vita"normale" ha preso il sopravvento sui miei sogni.
Niente è quello che sembra ,alcune volte mi piace lasciare andare i pensieri nelle direzioni più diverse, mi sembra quasi di riuscire ad ingannare il tempo, di farlo fesso perdendo tempo.
Non ho ancora aperto il pacco, un pò sono spaventato, non so cosa mi aspetta. In altre occasioni lo avrei aperto immediatamente ma ora non saprei...
Questo Maggio sarà un mese duro, avrò tutti i sabati occupati a lavorare, lo so sono una femminuccia. C'è gente che darebbe un pezzo del suo sedere per avere quello che ho io, francamente anche io lo dò. Mi piace il mio lavoro e sono anche bravo a farlo, almeno lo spero.
Mi occupo di medicine complementari, e lavoro in una grande azienda, del resto il mio destino mi ha condotto in questa direzione proprio perché io sono sicuro di averlo, il destino. Durante il mio percorso di vita ho incontrato tante persone, geni, folli, matti e visionari; qualche volta anche io mi ritengo un visionario; un pazzo che non esita a perdere giorni di vita, di questa almeno , per raggiungere un sogno, anzi il sogno. Sembra che ogni evento, ogni passo che ho condotto, mi abbia portato qui oggi, a parlare con voi a raccontarvi del mio viaggio attraverso i mille gradini del sonno profondo. So che non siete tanti, anzi credo che dall'altra parte non ci sia nessuno e questa specie di diario resterà per sempre in questo mondo virtuale, sospeso tra l'essere ed il no essere; un pò come me. Un giorno , forse un viaggiatore , imbattendosi per caso in questi scritti penserà: chi è questo pazzo e , forse, facendo delle ricerche , scoprirà che sono realmente esistito, che ho viaggiato veramente al di là di questo sottile velo che noi definiamo realtà; Forse sarà anche lui un visionario e scoprirà che io non sono mai morto o semplicemente ai vissuto o forse, la mia morte avrà un alone di mistero oppure sarà assolutamente banale.
Sappi però che questa storia che ti racconto , io l'ho vissuta realmente, ed esiste un altro, forse altri mille universi che aspettano solo dei viaggiatori in grado di trovare la strada. Se anche c'è ne fosse soltanto uno fatevi sentire oppure, in silenzio ascoltate. Chiudete gli occhi ed entrate anche voi in
P H A N T A S O P H I A S I .
Finalmente la miscela dei sogni è pronta, sempre questa benedetta Clematis indaco e il falcetto e la Mandragola ecc. Gli alchimisti sono stati degli illuminati e so per certo che ne esistono ancora nel nostro secolo, vivono nascosti, ma ogni tanto , anche loro, si fanno sentire, magari incendiando i frigoriferi di un paese con le energie che non riescono a controllare.

Probabilmente queso secondo estratto è più potente del primo perchè è stato seminato più a lungo con l'oro alchemico, l'oro serve a potenziare ogni cosa, mi è stato dato da un maestro alchimista in cambio di una mia poesia, diceva che in ogni poesia è messa una scintilla di anima e la mia anima gli è piaciuta.Mi ha dato l'oro e detto di rinnovarlo sempre perchè non muoia. Ho saputo , in seguito , che il maestro è andato, è tornato in astrale nella mente universale, in attesa di un altro livello; almeno cosi mi ha detto un suo discepolo, comune amico a cui ha probabilmente lasciato il segreto della sua pietra filosofale fatta con uno speciale mercurio ed altro che si tramanda da maestro a discepolo.
Ho aperto il pacchetto, e dentro ci ho trovato una collana; una comune collana di bigiotteria con un ciondolo al cui centro c'è la faccia di un buffo ometto di colore verde fosforescente con orecchie a punta e un ricciolo nero su quella che sembra essere una fronte stempiata; al di sotto un iscrizione Willow. La collana era messa dentro un fazzoletto di nappa rosso iridescente che sembrava brillare di luce propria passando tra tutte le gradazioni di rosso fino all'arancio. Ho agitato la scatola e ne è caduto un bigliettino fatto con lettere calligrafate, un pò come quelle che si vedono sui manoscritti cinesi con scritto,
Notte buona Portami con te e sia buono il tuo sogno.



Commenti

pubblicato il 18/07/2009 14.41.08
fiordiloto, ha scritto: Splendido! Di grande impatto descrittivo. E' un piacere perdersi nei tuoi scritti. I miei complimenti! =)

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: