ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 22 maggio 2009
ultima lettura sabato 28 marzo 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Che cosa sei.

di Ferdinando Giordano. Letto 482 volte. Dallo scaffale Poesia

  II Tu sei di cento cose ognuna: ciò che ho lasciato per somma di abitudini e quanto mi spetterà ad ogni curva del futuro. Sei l'intimo stame della rosa di bellezza ovvia e la manifesta spina del dolore oscuro. Tu sei il canto e il ...

II

Tu sei di cento cose ognuna:

ciò che ho lasciato per somma di abitudini

e quanto mi spetterà ad ogni curva del futuro.

Sei l'intimo stame della rosa di bellezza ovvia

e la manifesta spina del dolore oscuro.

Tu sei il canto e il coro,

voce di Dio sofferta e la sua Croce.

Come uno stillicidio atroce

sei l'effimero ricoprir dell'onda sulla battigia

e tanto porti e altrettanto asporti.

Sei l'orma che immediata frana sulle dune

e la traccia indelebile dell'archetipo materno

che mi vive dentro e dall'interno figlia

cubiti di dolcezze inattese.

Sei la mia ancora e l'onda anomala che mi disancora.

Sei tutto e tutto per te è niente.

Di così grande amore ti amo,

che mi determina alla fuga.

Tu sei di cento cose ognuna:

ma questa o quella non danno corpo a scelte.

Perciò mi occorrono ore e ore e ore

per liberarmi dal tuo semplice saluto.



Commenti

pubblicato il 22/05/2009 18.22.32
marisan, ha scritto: Non riusciamo mai ad amare nella totalità di cento cose. Forse perchè non si riesce a trovare la giusta sincronia. Le ore e forse il tempo non bastano per dimenticare o -liberarsi- di un semplicee saluto.Ciao

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: