ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 16 maggio 2009
ultima lettura sabato 10 ottobre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Consumo

di guglielmoamato. Letto 543 volte. Dallo scaffale Poesia

Vaneggi, deliri sui tuoi sogni in fumotu mezzo incosciente costretto al consumotra incertezze concrete e surreali veritàti perdi la vita per ...

Vaneggi, deliri sui tuoi sogni in fumo

tu mezzo incosciente costretto al consumo

tra incertezze concrete e surreali verità

ti perdi la vita per un resto a metà.

Del perché tra luci e insegne domandi

ai confronti tra umani prevalgon comandi

e intanto nel prossimo identifichi l'altro

e sempre in ogni altro ritrovi te stesso,

scoprendoti ancora,e ogni giorno più scaltro

per non dover mai soccombere adesso.

Schiacciato da poster e istinti focosi

disperso e indifeso tra sguardi faziosi

ti scopri a ridere delle balle morali

che ti hanno venduto per severi ideali,

e li osservi derisi tra tunnel e scaffali

di nuovi moderni lager commerciali.

Poi ti guardi al tuo fianco e ti scopri da solo,

e manipoli ancora la tua anima a nolo

ma è la morte che ora ti tiene coscienza

in quella che ancora tu chiami esistenza

perché come l'uomo che gridava nel vento

il suo inno alla vita in ogni momento

facevi domande che non erano ostili

ai finti potenti,manichini servili.

E capisti che la morte non è solo una

ma tante e non ne fuggisti nessuna

per cui alle domande ti rispose il silenzio.

Non avesti utopie, qui lo dico e sentenzio.

Adesso è tempo per accendere un lume

sul rigido marmo che greve s'appoggia

sulla tomba già fredda del nostro bene comune

che imbrogliando invocammo da politica loggia.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: